Recensioni Ulisse. Ediz. integrale

  • User Icon
    22/06/2019 18:47:49

    Se volete allontanarvi dalla lettura, dal leggere, iniziatelo pure. Terribile. A parte la descrizione della colazione a base di fegato (di manzo) in padella, il resto è una roba assurda. Ovviamente l’ho piantato li.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/03/2019 14:16:58

    Grande classico della letteratura inglese, immancabile nella libreria di tutti i lettori.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    10/03/2019 14:47:06
  • User Icon
    09/03/2019 17:58:36

    Difficile da leggere, difficilissimo da recensire. Si tratta di uno dei pilastri della letteratura straniera. Bisogna leggerlo assolutamente, ma questo non significa che sarà una lettura semplice e scorrevole. È complesso e non piacerà a tutti, ma provare a leggerlo è un dovere!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    Eri
    09/03/2019 15:18:04

    A volte risulta di difficile interpretazione, essendo tutto flusso di coscienza, ma è bellissimo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    09/03/2019 11:28:41

    Un libro folle, visionario, assolutamente unico nel suo genere: come si può non amare l'Ulisse e James Joyce? Devo dire che ho diviso la lettura nel tempo, perchè non è un libro facile da leggere ed anche perchè la mia formazione non mi permetteva appieno la comprensione senza approfondire, da parte, le varie situazioni: alla fine, è un po' come se avessi studiato l'Ulisse, anziché leggerlo soltanto e deve dire che non sono affatto pentito! Un libro da 10 e lode!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    07/02/2019 22:15:23

    un capolavoro della letteratura del Novecento. al pari di Virginia Woolf (con la Signora Dalloway), Joyce innova e rivoluziona la scrittura, rendendo fluidi immagini e pensieri. da leggere, quando si ha il tempo per farlo, almeno una volta nella vita!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2018 16:28:01

    L’Ulisse di Joyce è un’opera che senza dubbio spaventa, non per la mole, ma quanto per la complessità del testo. Bisogna mettersi di impegno e trovare il coraggio di iniziarlo, ma una volta iniziato non ve ne pentirete. Va letto assolutamente e questa traduzione Newton è una delle migliori in circolazione, molto vicina al parlato e fa fede all’opera originale. Un ottimo lavoro! Consigliato

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    05/04/2018 15:54:13

    Il critico letterario Piero Dorfles, nell’ottimo volume “I 100 libri che rendono più ricca la nostra vita”, ha inserito “Ulisse” nella sezione “i romanzi-mondo”, definizione che può rendere l’idea circa la complessità e l’onnicomprensività della grande opera di Joyce, tra i più geniali autori del ‘900. È certamente un romanzo che contiene “tutto”, dai particolari infinitesimali ai ragionamenti su temi fondamentali dell’esistenza, la cura nei dettagli è maniacale e l’apparato di note rappresenta un’autentica delizia per il lettore curioso di immergersi appieno nel contesto in cui si muove il protagonista Leopold Bloom (i riferimenti alla cultura e alla conflittuale storia anglo-irlandese sono numerosi). Non avendo altre edizioni non posso operare un raffronto tra le varie traduzioni ma leggendo i commenti sottostanti pare che Terrinoni e Bigazzi abbiano svolto un egregio lavoro, in effetti ho trovato il testo ben meno ostico di quanto pensassi , comprese le parti caratterizzate dall’utilizzo della tecnica del flusso di coscienza (il torrenziale “Monologo di Molly Bloom”).

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    20/06/2016 16:03:40

    quanti sforzi per riuscire ad essere illeggibile. Non lo capisco. Ammetto i miei limiti ma mi chiedo: perché cercare di allontanare le persone dalla lettura? perché l'Ulisse con me quasi c'era riuscito.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    01/05/2016 21:45:07

    Uno dei Capolavori letterari del Novecento rivive in una traduzione ottima con anche introduzione e presentazione dei 18 capitoli e le note per avere una visione più chiara del libro e del suo messaggio, non per niente è stata premiata come migliore traduzione nel 2012 e ultimo ma non meno importante il prezzo che rende accessibile a tutti un opera da leggere e rileggere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    04/11/2015 09:51:18

    Sorprendente. Parlo della nuova traduzione a cura di Enrico Terrinoni e Carlo Bigazzi. All'altezza di quella di Gianni Celati e di quella "storica", per così dire, di Giulio de Angelis, che quelli della mia generazione conoscono meglio. All'altezza, dicevo, delle grandi traduzioni italiane, le migliori al mondo, secondo me: quelle francesi, per esempio, fanno letteralmente schifo. E se ve lo dico io... C'è però qualcosa in più, in questa di Terrinoni, anglista di fama internazionale. C'è un linguaggio direi più moderno, quasi giovanilistico in molti punti, come se i protagonisti fossero stati sottoposti a una revisione del linguaggio in tempi di Whatsapp e Internet per tutti. Spero non si offendano Terrinoni&Bigazzi per questo parallelo "irriverente", ma stiamo parlando di Joyce e dell'Ulisse, l'opera con il lessico più ampio che il mondo conosca. Neanche la Bibbia ha un volume simile di vocaboli. E, siccome, di capolavoro eterno si tratta, la traduzione è felicemente, e anche spiritosamente, in molti punti, adeguata a tale impresa. 5 stelle, magna cum laude, bacio e abbraccio accademico. Memorabile!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    14/04/2014 23:35:21

    Chi ama la letteratura non può non leggere l'Ulisse: opera fondamentale e necessaria. Non e' una passeggiata ma ne vale la pena. Ottima l'edizione Newton.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/08/2013 13:11:38

    Assortamente assorto, hi hi, vorrei contemplare, sempre assortamente, i Seni Assorti della Assortamente Sensuale e Desiderabile Molly. ULISSE ... malinconico, triste, allegro, ironico, sfrontato, comico, irriverente, sarcastico, erotico, pornografico e blasfemo ... pesante, difficile ... ma Necessario. 5/5.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    28/06/2012 10:55:54

    Voto alla traduzione: 5. La traduzione di Terrinoni, a differenza della "classica" traduzione di De Angelis, si segnala per una migliore dinamicità e scorrevolezza del testo, recuperando buona parte di quell'umorismo joyciano che si era un po' perso con la traduzione De Angelis. Un ottimo lavoro, dunque, quello di Terrinoni, che riesce a rendere in modo efficace lo stile unico di Joyce, i suoi notevoli giochi di parole e le sue sfumature ironiche e critiche. Voto all'opera: 5. Che dire? Un'opera molto particolare. Come scrive Terrinoni nella prefazione, sarebbe errato leggere l'Ulisse come un normale romanzo. Non aspettatevi trame intricate e colpi di scena: non ce ne sono. Piuttosto, cullatevi nel linguaggio altamente evocativo di Joyce, cercate di cogliere la musicalità di ogni periodo e i significati reconditi di ogni parola. Ogni episodio è un microcosmo di parole e di contenuti unico, ed alcuni sono veri e propri capolavori nel masterpiece complessivo che è l'Ulisse di Joyce.

    Leggi di più Riduci