Categorie

Benedetto XVI (Joseph Ratzinger)

Curatore: P. Seewald
Traduttore: C. Galli
Editore: Garzanti Libri
Collana: Saggi
Anno edizione: 2016
Pagine: 235 p. , Rilegato
  • EAN: 9788811688242


Benedetto XVI si racconta in un libro confidenziale e con estrema sincerità risponde alle domande riguardanti la sua vita pubblica e privata. In uscita contemporanea mondiale.

«Benedetto XVI è un uomo che impersona la santità, un uomo di pace, un uomo di Dio.» - Papa Francesco

«Non ho mai percepito il potere come una posizione di forza, ma sempre come responsabilità, come un compito pesante e gravoso. Un compito che costringe ogni giorno a chiedersi: ne sono stato all’altezza?»

Il 19 aprile 2005 Joseph Ratzinger salì al soglio pontificio con il nome Benedetto XVI, succedendo a papa Giovanni Paolo II. Dopo un pontificato durato otto anni, l'11 febbraio 2013 si dimise dall'incarico divenendo il primo papa emerito della storia.

Peter Seewald in questo lungo dialogo intervista non solo il conosciuto e apprezzato teologo e il papa emerito, ma anche l’uomo. Le sue domande precise, ponderate e mirate puntano a svelare i pensieri più intimi e profondi di Ratzinger, raccontandone l’infanzia, la famiglia, gli studi, la carriera ecclesiastica, il pontificato.

Seewald non dimentica nessuna delle fasi più importanti della vita del papa emerito, permettendo al lettore di scoprire la modernità di un uomo che ha contribuito in modo fondamentale al cambiamento della Chiesa così come oggi la conosciamo. Lo ha fatto prima come teologo, ad esempio coprendo un ruolo importante durante il Concilio Vaticano II, poi come papa, diventando il primo pontefice a partecipare a una funzione religiosa protestante, nominando un protestante presidente della Pontificia accademia delle scienze, scegliendo un musulmano come insegnante alla Gregoriana. Si toccano però anche temi più spinosi, come il rapporto tra la Chiesa e il nazismo; i problemi della Chiesa cattolica a livello mondiale, partendo dalla generale perdita di fede del nostro tempo; gli scandali, le illazioni e i contrasti che Ratzinger affrontò come papa; le motivazioni e le conseguenze teologiche della scelta rivoluzionaria di lasciare la cattedra pontificia.

Attraverso le scelte personali e professionali, i timori e i problemi di fede, emerge la figura di un personaggio anticonformista che si è sempre dimostrato capace di “districare le cose complicate, vedere oltre la superficie”.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Vladis Valdameri

    14/11/2016 18.44.10

    Per chi ammira Joseph Ratzinger questo libro e' assolutamente consigliato perche' si possono fare, con il Papa, tante riflessioni sulla sua vita e sul nostro mondo. Da questa conversazione esce anche il carattere di Joseph.

  • User Icon

    Claudio

    16/10/2016 10.20.09

    Intervista al papa emerito. Risposte a cuore aperto da parte di Benedetto XVI, che spesso confessa le sue difficoltà sia di carattere personale (bisogno di dormire, di stare solo, di meditare), sia di carattere politico (poco adatto a quel ruolo, anche a causa di problemi fisici e di età. Grande papa, comunque che ha attraversato ottant'anni di vita veramente eccezionali: il nazismo, la ricostruzione, l'insegnamento, il Concilio, la nomina a vescovo e poi a cardinale a soli cinquant'anni, la chiamata a Roma a capo dell'ex Sant'Uffizio e infine l'elezione papale, finita con le dimissioni del 2013.

  • User Icon

    Luigi Murtas

    10/10/2016 10.42.16

    Speriamo davvero che non siano le ultime. Siamo assetati dell'unica Verità che è Cristo.

  • User Icon

    ERNESTINA

    07/10/2016 15.24.46

    E' un bel libro.Descrive tutta l'umanità di un caro santo Papa del quale risevo un caro ricordo. Una persona molto umana.Ne consiglio la lettura.

  • User Icon

    sergio

    04/10/2016 21.34.06

    Grande Papa grande libro!

  • User Icon

    P.G.

    02/10/2016 14.57.42

    Sul finire del libro, mi risuonano in testa le parole del filosofo spagnolo Ortega Y Gasset: "Riflettere è considerevolmente laborioso, ecco perché molta gente giudica". Da una parte, Ratzinger induce sempre alla riflessione, per chi ha avuto da tempo o ha da poco familiarità con il suo pensiero; dall'altra. Benedetto XVI è stato, a torto o ragione, uno dei pontefici più "giudicati" del XX secolo. Certo, molto ha determinato in termini di giudizio la sua "inattesa" rinuncia al primato petrino (in tutti i sensi), ma anche, a mio modesto avviso, il suo essere, e non dunque il suo apparire, troppo distante, troppo intellettuale, troppo poco "mediatico". Ora, vien da sé il confronto con l'attuale pontefice; ma vien da sé soprattutto per chi ricerca nel papa un "personaggio", piuttosto che una persona, un amico, piuttosto che una guida. Lungi da me la tentazione di confrontare Francesco e Benedetto XVI (un papato lo si può valutare nel bene e nel male solo a distanza di anni), ma forse quando un papa mette tutti d'accordo c'è da farsi più di una domanda, e quando un altro viene compreso solo una volta abbandonata la scena, c'è da darsi qualche risposta. E' vero il papa non è e non deve essere soltanto un "pensatore", ma come manca in questi tempi, così decadenti perché orfani di ogni tipo di pensiero, una guida che induca tutti noi a "fletterci" ogni tanto su noi stessi.

  • User Icon

    Carlo

    22/09/2016 16.20.58

    speriamo davvero che siano le ultime. non se ne può più di questi preti che spacciano la loro verità come unica.

  • User Icon

    Ladymariane

    21/09/2016 20.51.49

    Scritto con semplicità , ti va dritto al cuore e, personalmente, mi ha molto commosso. Bellissimo.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione