L' ultimo cavaliere. La torre nera. Vol. 1

Stephen King

Traduttore: T. Dobner
Collana: Pickwick Big
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 13/06/2017
Pagine: 223 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788868363666

49° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Horror e narrativa gotica - Narrativa horror

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02

€ 9,75

€ 13,00

Risparmi € 3,25 (25%)

Venduto e spedito da IBS

10 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    15/10/2017 12:21:02

    Un breve ma ottimo esordio per quella che è una saga molto lunga e voluminosa. Lo stile è scorrevole, asciutto, e l'ambientazione affascinante. Si riesce a respirare la desolazione di un mondo che è "andato avanti" verso il baratro. Un luogo perfetto per costruire una saga dallo stile western e fantasy. Voto 4/5

  • User Icon

    Rispo Salvatore

    02/02/2015 22:15:23

    Mi regalarono il quinto libro della saga de La torre nera (i lupi del calla) e mi ha colpito tanto che ho voluto cominciare dal primo. Se avessi cominciato dal primo forse non avrei continuato a leggere la saga, perché è molto,forse troppo, confusionario, approssimativo...il mondo del libro non viene descritto bene, si viene immersi in questo mondo senza alcun indizio che possa far interpretare il contesto. Un vero peccato, una macchia su una saga davvero bella (escludendo in realtà anche il sesto, la canzone di susanna il quale mi ha dato l'impressione di essere solo un riempitivo per completare la saga in sette volumi, numero magico utilizzatissimo in svariati campi)

  • User Icon

    Roberto

    06/02/2014 15:46:48

    Non sono riuscito a finirlo. Secondo me se invece di Stephen King l'avesse scritto qualche autore poco conosciuto tante recensioni positive che ho letto sarebbero state assai diverse. Una scrittura poco sciolta, forse a causa anche della traduzione in italiana, trama oscura, personaggi non spiegati. Mah...

  • User Icon

    Arcady

    06/02/2014 07:28:33

    Amante della saga la torre nera, mi sono preso un po' di tempo per leggerli tutti ed arrivare alla fine che come ogni fan si spera non arrivi mai, non ho però apprezzato molto questo primo libro nonostante sia intrigante a storia iniziale di roland e dell'uomo nero nonchè del bambino. Forse perchè in realtà come confessò lo stesso King questo omanzo lo scrisse ancora quando studiava? Quindi vi ho trovato un gergo molto difficile da digerire...

  • User Icon

    stefano carli

    11/12/2013 15:01:22

    L'Uomo in Nero fuggì nel deserto, ed il pistolero lo seguì...l'inizio della saga,cosa aggiungere,un capolavoro

  • User Icon

    Romano

    01/12/2012 20:19:14

    Devo per forza dare un voto basso perchè questo libro non l'ho proprio capito...è scritto in maniera confusionaria e ci vuole coraggio e fegato per finirlo...detto questo, gli spunti per il capolavoo ci sono tutti e difatt sto leggendo il secondo capitolo che è tutta un'altra cosa!!!!speriamo bene

  • User Icon

    nanni

    23/11/2012 18:26:42

    Meno male che nell'introduzione l'autore specifica che ha cercato di riadattare il libro per estrinsecare gli aspetti della trama. Io non l'ho capito, non mi è piaciuto e francamente mi è rimasta anche molto difficile la lettura nonostante fosse un libro abbastanza corto. Mi ero ripromesso di approfondire la conoscenza della serie della Torre nera, anche per i giudizi molto entusiastici dei lettori, ma non credo proprio che lo farò dopo questa prima esperienza.

  • User Icon

    Francesco Ongarin

    23/09/2012 00:24:28

    L'autore dice di essersi ispirato al Signore degli anelli e agli anni '60 (hippie ecc)... il collegamento cogli anni '60 lo si può anche trovare, ma che centra Tolkien? Il libro non è malaccio, peccato che non si capisca il motivo per il quale il protagonista deve andare alla torre nera, perchè deve far morire il ragazzo e l'uomo in nero muore prima che si fosse capito bene chi era e senza lasciare in cambio della mancanza d'informazioni un affascinante alone di mistero.

  • User Icon

    Massimo

    25/08/2011 16:35:06

    Non ci ho capito (quasi) niente. Ma mi avevano largamente avvertito - chi mi ha regalato il libro e chi ha scritto altre recensioni qui di seguito: questo primo volume, che risente della giovane età e del talento non ancora esploso di King, è da considerarsi secondo me un "prologo" alla vera e propria serie, che tutti dicono essere straordinaria e che ipotizzo tale, pur avendo letto dello stesso autore "solo" IT e LE CREATURE DEL BUIO (il primo dei due un capolavoro assoluto che rileggerò alla giusta età). Lo stile è poco accattivante, la trama è evidentemente nella testa di King ma qui si presenta come un susseguirsi di situazioni sì legate ma piuttosto disparate e dense di segnali, anticipazioni, citazioni e indizi quasi mai spiegati. Il libro però è breve (altro segnale di uno Stephen King ancora acerbo, diciamo così) e diviso in quattro parti a loro volta divise in brevi paragrafi, e questo aiuta molto a digerire il tutto velocemente. E' di buon appeal invece il promesso mix di western e fantasy - anche se poi si affaccerà dell'altro - spiegato dalla prefazione che, per un amante di Tolkien come me, parte in maniera decisamente entusiasmante ;-) Insomma, se avete già letto King questo breve romanzo non vi spaventerà e sarete certi del fatto che dal secondo tutto cambierà parecchio in meglio. Se non avete letto King il consiglio è magari quello di innamorarvene altrove, a meno di non nutrirne una fede cieca o di non aver avuto in dono come me questo libro insieme alle giuste raccomandazioni. Voto nel mezzo e sottolineo il mio parere contrario a voti maggiori, forse figli dell'amore di fans già consolidati. E vado subito a recuperare "La chiamata dei Tre"!

  • User Icon

    Andrea

    10/01/2011 18:02:33

    semplicemente sublime

  • User Icon

    Feelm

    24/12/2010 11:37:55

    Bellissimo, un altro capolavoro del Re, come al solito con il suo estremamente eccellente di scrivere riesce a confezionare una vera perla. Assolutamente consigliato

  • User Icon

    giacomo k

    13/12/2010 16:18:14

    Voto 3 perchè il primo volume è molto limitato, anche se contiene un inizio strepitoso e idee interessanti. Ho messo 4 perchè è il dolce inizio per una delle avventure entusiasmanti che abbia letto. Se riuscite a superare indenni questo volume non ve ne pentirete.

  • User Icon

    Dario

    27/10/2010 15:37:45

    Un libro decisamente affascinante, a tratti poetico. Può sembrare un po' confusionario, ma in questa 'confusione', secondo me voluta, sta la bravura dell'autore che dissemina indizi qua e là catturando l'attenzione del lettore. Ho trovato particolarmente interessante l' ultimo capitolo che lascia intravedere grandi cose per i capitoli successivi ...

  • User Icon

    Lorenzo

    08/10/2010 17:59:04

    Bello, ottimo libro. All'inizio ho fatto fatica a leggerlo, lo stile è molto meno scorrevole del solito King e bisogna leggere con più attenzione, poi andando avanti ci si appassiona alla storia ed il finale lascia intravedere grandi cose per i volumi successivi (che non ho ancora letto ma lo farò presto). Non sono un appassionato del genere fantasy, ma qui c'è qualcosa di più, c'è anche western e fantascienza all'interno dello stesso libro. Vediamo adesso come prosegue la ricerca della torre da parte di Roland.

  • User Icon

    Fabio

    12/06/2010 13:24:37

    ... è il primo libero di Stephen King che abbia mai letto.... .... credo che sia il peggior libro che ho letto della mia vita, lento, noiso, insomma veramente bruttissimo..... un libro senza senso, senza capo ne coda... in poche parole orribile....

  • User Icon

    Lorenzo

    27/11/2009 17:21:28

    "L'uomo in nero fuggì nel deserto... e il pistolero lo seguì" Uno dei migliori incipit con cui sia mai partito un libro. Qui inizia (e finisce....) non un libro, ma una grande avventura che vale la pena di vivere fino alla fine al fianco dei protagonisti di cui ci innamoriamo riga dopo riga. è sicuramente una delle saghe fantasy più belle e complete, ma è allo stesso tempo una visione del mondo (ci sono moltissimi collegamenti con gli altri libri di King) ed un ideale di vita. A chi da 1 a questo libro il consiglio può esser solo di leggersi un bell'harmony di rosata copertina e lasciare che chi sa sognare segua la tartaruga!!

  • User Icon

    Elio

    27/10/2009 14:25:46

    Il primo libro di una saga bellissima del Re. Però,per quanto King l'abbia "aggiustato" lo stile non è quello a cui ci ha sempre abituato ed è a tratti troppo confusionario e difficile da seguire. Ma se dopo la lettura del primo volete desistere invece vi consiglio di continuare con il secondo volume che vi farà sicuramente innamorare della saga e dell'autore se non lo avete letto prima.

  • User Icon

    Antonio

    14/04/2009 02:40:26

    Per l'amaro in bocca e per i dubbi che mi ha lasciato meriterebbe un -5...ma la qualità è ottima. Storia davvero strana e per questo degna di nota. Roland è un grande. Il linguaggio lo rende molto pesante , ma se si resiste e ci si abitua , non si rimane delusi, e anzi , alla fine viene voglia di andare a comprare subito tutti gli altri 6 libri della serie. Ho iniziato purtroppo , e naturalmente non posso andare avanti serenamente con gli interrogativi lasciati dall'ultimo cavaliere, no...da dove sbuca Roland?...com'è iniziata la caccia all'uomo in nero?...chi è Susan?...come è collegato il nostro mondo con quello di Roland?...perchè il mondo di Roland è così?...dov'è finito l'uomo in nero?...e ke mi dite delle previsioni dell'oracolo?...e la torre nera...è una costruzione , o solo un simbolo di un qualcosa di cosmico?...non abbiate paura , non ho svelato nulla...spero solo di aver smosso la vostra cusìriosità. Magari alla fine avrete più dubbi di me , magari siete più attenti e capaci di individuare più vuoti lasciati volutamente dal diabolico King. Chissà.

  • User Icon

    Palestrione

    10/03/2009 13:24:15

    Capolavoro. Lo si respira sin dalle prime pagine. Ho letto "L'ultimo cavaliere" dopo il secondo e il terzo volume della "Torre Nera", dunque già lo conoscevo, almeno sommariamente. Ma l'ho amato. L'ho divorato. La scrittura di Stephen King qui si dimostra matura come non mai, nonostante si tratti di un'opera giovanile. Sto rivalutando tantissimo King da quando ho incominciato la saga. Non riesco più a smettere e non vedo l'ora di comprare "La sfera del buio". La strada verso la Torre Nera è ancora molto lunga

  • User Icon

    arion

    02/02/2009 16:57:37

    Intenso, poetico, malinconico: un libro di King molto diverso dal solito ma affascinante come non mai: la perfetta caratterizzazione dei personaggi, l'ambientazione incredibilmente suggestiva e lo splendido personaggio di Roland sono i punti di forza del primo capitolo di una tra le più belle saghe fantasy mai scritte. Massimo dei voti.

Vedi tutte le 70 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione