Categorie

Tullio Avoledo

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2011
Formato: Tascabile
Pagine: 172 p. , Brossura
  • EAN: 9788806202040

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Fabio

    22/02/2016 10.27.31

    E' il secondo romanzo di Avoledo che leggo dopo "L'elenco telefonico di Atlantide" e devo dire che mi è piaciuto molto,tranne forse il finale troppo affrettato. Storia intensa,piena di riflessioni amare e ironiche sulla vita e sul tempo che passa e tutto appiattisce,rendendo indistinguibili i ricordi felici da quelli dolorosi. I dialoghi fra il protagonista e lo zio e il padre sono a mio parere un esempio di alta letteratura,realistica e anche struggente nella descrizione degli stati d'animo e delle emozioni. Lo stile è fluido e scorrevole,non c'è mai accademia e la lettura è appassionante e coinvolgente. Un autore da tenere ben presente.

  • User Icon

    Raffaele

    23/05/2011 12.42.48

    Come al solito un bellissimo racconto del bravissimo Avoledo che ci descrive la realtà della provincia italiana con i suoi pregi e, nello specifico, i suoi difetti; la storia ed i personaggi sono estremamente reali e credibili. Avrei sinceramente gradito qualche pagina in più, ma meglio la qualità della quantità.

Scrivi una recensione