L' ultimo nastro di Krapp-Ceneri - Samuel Beckett - copertina

L' ultimo nastro di Krapp-Ceneri

Samuel Beckett

Scrivi una recensione
Traduttore: C. Fruttero
Editore: Einaudi
Anno edizione: 1994
In commercio dal: 1 gennaio 1997
Pagine: IX-32 p.
  • EAN: 9788806135584
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 6,80

€ 8,00
(-15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Quantità:
LIBRO
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Krapp, il protagonista, riascolta al registratore momenti e voci della sua vita. Il testo di Beckett è un esempio lucido della concezione moderna della tragedia: una tragedia nella quale gli dei sono la voce metallica di un registratore, il cono di luce che spiove da una lampada, l'ombra assillante che circonda ed imprigiona Krapp, questo fratello ideale degli altri derelitti personaggi di Beckett. Krapp è un rottame, un essere squassato dall'esistenza, un uomo che ha scoperto la sua solitudine. La lotta è qui tra Krapp e la sua voce, fra Krapp e il fantasma di se stesso, questo fantasma fatto di suoni e di pensieri invecchiati.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
  • User Icon

    Andrea Rossi

    11/03/2019 16:37:55

    Se state attraversando le età critiche, quelle in cui si fanno bilanci della vita, e si rimpiangono le occasioni perdute, soprattutto attorno ai 50 anni, allora questa brevissima e struggentissima piece teatrale Non fa per voi! Altrimenti, la terminerete tutta d’una fiato domandando disperatamente, e con dolcezza, una seconda possibilità 😢

  • Samuel Beckett Cover

    Scrittore e drammaturgo irlandese. Nato in una famiglia anglo-irlandese, studiò al Trinity College di Dublino. Dopo essersi diplomato, viaggiò a lungo per l’Europa (1928-30). A Parigi conobbe James Joyce, con il quale instaurò una profonda e duratura amicizia. Tornato in patria, tentò la carriera accademica, ma l’abbandonò ben presto per incompatibilità con l’ambiente, dedicandosi infine unicamente all’attività di scrittore. Le sue prime opere furono redatte in inglese: tra esse spicca il romanzo Murphy, scritto nel ’35 ma pubblicato solo tre anni più tardi. Nel 1938 si trasferì definitivamente a Parigi, e dal ’45 adottò il francese come lingua d’elezione. Tra i primi testi redatti... Approfondisci
Note legali