DISPONIBILITA' IMMEDIATA

L' ultimo treno per Istanbul

Ayse Kulin

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Luca Di Maio
Editore: Newton Compton
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,58 MB
  • EAN: 9788854187160
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 1,99

Punti Premium: 1

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Selva è la figlia dell'ultimo pascià ottomano della Turchia e può avere qualunque uomo di Ankara desideri. Eppure ha occhi solo per Rafael Alfandari, un ragazzo ebreo, figlio del medico di corte. Nonostante l'opposizione delle loro famiglie, che non vedono di buon occhio l'unione tra due mondi così diversi, i giovani amanti si sposano di nascosto e scappano a Parigi per farsi una nuova vita. Ma quando i nazisti occupano la Francia, la coppia in esilio imparerà sulla propria pelle che niente - né la guerra, né la politica, né la religione - può spezzare gli antichi legami di sangue. Grazie all'aiuto dei coraggiosi diplomatici turchi, infatti, organizzeranno un piano per mettere in salvo i membri della famiglia Alfandari e molti altri ebrei. Insieme, saranno costretti ad attraversare un continente in guerra, a entrare in territorio nemico e a rischiare tutto nel disperato tentativo di tornare alla libertà. Da Ankara a Parigi, dal Cairo a Berlino. Contiene le pagine del nuovo romanzo.
3,75
di 5
Totale 4
5
2
4
0
3
1
2
1
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Silvia

    24/03/2017 10:59:59

    mi dispiace dare un voto discreto a questo libro...mi aspettavo decisamente qualcosa di più...purtroppo il libro è un pò superficiale...la storia potrebbe anche risultare bella e sicuramente è un libro ben scritto ma purtroppo le varie storie dei singoli personaggi sono trattate in modo molto superficiale e al termine della lettura si ha la sensazione di non aver approfondito nemmeno una delle storie dei protagonisti...

  • User Icon

    angela

    08/09/2016 20:33:28

    Ho letto questo libro con un ritmo sempre più intenso: via via che la storia si definiva e i personaggi si stagliavano meglio nella vicenda, la lettura procedeva più fluida. Bello, intenso e molto...cinematografico.

  • User Icon

    Alessandro

    05/03/2016 17:05:57

    Ho trovato questo libro poco coinvolgente. Usare una storia d'amore sullo sfondo della seconda guerra mondiale e' un'idea che in molti hanno avuto (anche riscuotendo molto successo) ma in questo libro non ha decisamente funzionato. La storia di Selva e Rafo e della famiglia Alfandari l'ho trovata troppo semplice e comune se si considera l'epoca in cui viene ambientata. Pochi, anzi, pochissimi i riferimenti alla seconda guerra mondiale....non basta scrivere la parola "ebreo" o "Hitler" per ambientare un romanzo in quel periodo. Il tutto viene descritto con una voce narrante troppo pacata considerando il contesto. Ciò nonostante apprezzo l'autrice che ha raccontato una parte della storia turca che io non conoscevo. ^_^

  • User Icon

    Giusy Spinelli

    29/01/2016 21:01:11

    Sabiha e Selva sono due sorelle figlie di un pashia ottomano in Turchia. Cresciute nell'agiatezza della loro posizione, studiano nelle migliori scuole e parlano due lingue. Il padre le cresce con gl'ideali della fratellanza e uguaglianza, senza discriminazioni di razza di culto religioso. Sono entrambe belle, ma la preferita del padre è Selva, creando così una sconfinata gelosia in Sabiha ... fino a quando la bella, intelligente e musulmana Selva s'innamora dell'ebreo Rafo. Relazione alimentata e approvata dalla sorella con l'intenzione di eliminarla. Selva, contro il volere di tutti, si sposa con il suo amore e fuggono a Parigi, ma in Francia arriva Hitler... Libro bellissimo e consigliatissimo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente
| Vedi di più >
Note legali