Uninvited (Krewe of Hunters, Book 8)

Uninvited (Krewe of Hunters, Book 8)

Heather Graham

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Formato: EPUB con DRM
Testo in en
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 341,91 KB
  • EAN: 9781408997574

€ 8,93

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

EBOOK INGLESE
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

A Philadelphia mansion plays host to uninvited death.. 1777: In the throes of the Revolutionary War, Landon Mansion is commandeered by British Lord "Butcher" Bedford. He stabs Lucy Tarleton—who spurned his king and his love—leaving her to die in her father's arms. Now: After the day's final tour, docent Allison Leigh makes her rounds while locking up.and finds a colleague slumped over Bedford's desk, impaled on his own replica bayonet. Resident ghosts may be the stock-in-trade of stately Philadelphia homes, but Allison—a noted historian—is indignant at the prospect of "ghost hunters" investigating this apparent murder. Agent Tyler Montague knows his hauntings and his history. But while Allison is skeptical of the newcomer, a second mysterious murder occurs. Has "Butcher" Bedford resurfaced? Or is there another malevolent force at work in Landon Mansion? Wary, yet deeply attracted, Allison has to trust in Tyler and work with him to discover just what uninvited guest—dead or alive—has taken over the house. Or their lives could become history!

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Heather Graham Cover

    Propr. H. Joan G., attrice statunitense. La sua bellezza adolescenziale si rivela fugacemente in piccoli ruoli per G. Van Sant, in Drugstore Cowboy (1989) e in Cowgirls - Il nuovo sesso (1993), salvo poi manifestarsi appieno nel 1997 in Boogie Nights - L'altra Hollywood, di P.T. Anderson, con il personaggio di Rollergirl, la lolita a luci rosse che indossa sempre pattini a rotelle. Con il suo fisico da pin-up e gli occhioni sgranati come un cartone animato, è adattissima alla commedia (Bowfinger, 1999, di F. Oz, nel quale è un'attrice con poco cervello pronta a tutto pur di sfondare). In La vera storia di Jack lo Squartatore (2001) di Albert e Allen Hughes abbandona qualsiasi tratto caricaturale, interpretando una prostituta perseguitata da Jack lo Squartatore. Seguono Killing Me Softly (2002)... Approfondisci
Note legali