Uomini e caporali. Viaggio tra i nuovi schiavi nelle campagne del Sud

Alessandro Leogrande

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
In commercio dal: 12 maggio 2016
Pagine: 252 p., Brossura
  • EAN: 9788807888137

nella classifica Bestseller di IBS Libri - Società, politica e comunicazione - Argomenti d'interesse generale - Problemi e processi sociali - Discriminazione sociale

pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Il Sud, e in particolare la Capitanata, è diventato da diversi anni meta di decine di migliaia di immigrati che accorrono per la stagione della raccolta del pomodoro. Raccogliere l'"oro rosso" è un lavoro durissimo che spezza la schiena e le braccia, ma viene pagato pochissimo. Sono lavoratori inquadrati in situazioni di vita e di lavoro addirittura precapitalistiche: alloggiati in ruderi fatiscenti, sono anche sottoposti alle vessazioni, spesso sadiche, dei "caporali", che offrono il loro lavoro a un mondo delle imprese che se ne serve per comprimere i costi. Talvolta, questi nuovi "cafoni", così diversi dai "cafoni" di ieri, hanno anche difficoltà ad avere pagato quel poco che era stato pattuito. E alle proteste non di rado ci scappa il morto. Una situazione barbarica che flagella come un tumore sociale vaste aree dell'Italia, dove sembra essere del tutto assente lo stato di diritto, e dove vale la sola legge dell'esercizio della violenza bruta. Questo romanzo-inchiesta, un vero e proprio viaggio agli inferi, svela le vite, i destini personali e le dinamiche più profonde della faccia più "nera" del nostro Paese.

€ 8,08

€ 9,50

Risparmi € 1,42 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    RICCARDO

    28/08/2016 16:19:17

    La schiavitu dovrebbe essere abolita in tutto il mondo, probabilmente la maggior parte delle persone lo pensa. In realta' anche in Italia il fenomeno e' ancora diffuso, soprattutto in Puglia. Un saggio importante che fornisce notizie e analisi approfondite per una informazione vera e precisa (a differenza dei giornali nazionali...). Da leggere, per capire che siamo tutti coinvolti in questo fenomeno allucinante che non dovrebbe esistere in una socita' civile.

  • User Icon

    Francesco

    23/06/2009 18:07:20

    Un libro che rende chiare le dinamiche di un fenomeno, quello della schiavitu, ritenuto inesistente in Italia e che invece ci coinvolge tutti piu di quanto crediamo. Un indagine scrupolosa dei fatti raccontata in modo chiaro e scorrevole.

  • User Icon

    fiorella

    13/06/2009 21:39:39

    Bellissimo,anche se la situazione che descrive è allucinante.Sembra impossibile ma ci sono esseri umani nel nostro paese che vivono in condizioni di lavoro assimilabili a quelle dei lager tedeschi.E' avvincente come un romanzo.Consigliatissimo.

  • User Icon

    Sara

    24/02/2009 15:41:40

    Un libro preziosissimo, un'informazione diversa che pone l'accento su fatti eclatanti, ma tenuti in ombra dalla più importante stampa nazionale. Un saggio che dimostra che la barbarie è come la marea: sembra andare via, ma poi torna sempre e ci travolge.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione