Categorie

Tahar Ben Jelloun

Traduttore: A. M. Lorusso
Editore: Bompiani
Anno edizione: 2010
Pagine: 301 p. , Brossura
  • EAN: 9788845265365

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    chiara

    21/05/2016 10.21.12

    "Siamo ragionevoli, accettiamo la realtà. L'amore non è una decisione o un atto di volontà. Si impone così come ci lascia. Non ci possiamo fare niente". E' la storia di un matrimonio arabo che fallisce. E' la storia di un marito fedifrago, pittore di fama, capace di giustificare ogni tradimento conferendogli una sfumatura artistica e romantica. E' la storia di una moglie piena di rabbia, incapace di accettare la situazione o ribellarsi seriamente e capace di covare una sottile vendetta quando il marito e ridotto a una infermità fisica quasi totale. Mediocre, inutie

  • User Icon

    Laura

    02/09/2015 12.59.05

    Se le storie d'amore (o meglio sarebbe dire di coppia) fossero sempre raccontate a due voci, sarebbe più semplice comprendere perché gli uomini e le donne difficilmente si capiscono. Si accusano reciprocamente, si fanno la lotta, si amano, si odiano, ma, infondo infondo, non si ascoltano né si comprendono mai. E questo romanzo ne è un esempio, chi è la vittima e chi il carnefice tra il Capitano, pittore colpito da un ictus, che ripercorre la sua vita e ricorda le tante donne amate, e Amina, la moglie più giovane di lui, proveniente da un diverso ambiente sociale, con una cultura e una sensibilità diversa? Ben Jelloun allestisce un dramma di incomprensioni, fraintendimenti e reciproche solitudini. Amaro.

  • User Icon

    Michael Moretta

    03/08/2015 00.39.45

    L'autore ci racconta un matrimonio, attraverso la versione del marito e della moglie. Nella prima parte è il marito che parla, notissimo e quotatissimo pittore con molte vite parallele che viene colpito da una grave malattia che ne limita temporaneamente l'autonomia. Nella seconda parte sua moglie ci consegna la sua versione dei fatti, piuttosto diversa da quella di suo marito. Lui figlio della borghesia marocchina, ricco, colto ed apprezzato pittore, lei figlia di gente umile, di una famiglia berbera dei monti del Marocco meridionale. Due culture, due mondi molto diversi che si uniscono sotto il segno dell'amore ma che ben presto naufragano. Un libro forte, ben scritto, impietoso in alcuni momenti, quasi crudele, che mette in luce le sempre presenti diversità fra uomo e donna. Ma anche un viaggio in una cultura, quella araba, molto differente dalla nostra, dove sono in vigore leggi e costumi diversi dai classici modelli europei. Un libro molto interessante, il primo di questo autore che leggo, a cui di sicuro farò seguire altri scritti di Tahar Ben Jelloun.

  • User Icon

    Massimo F.

    22/07/2013 22.15.23

    Titolo fuorviante per un bel libro. Il racconto double-face delle difficoltà di coppia, degli entusiasmi e delle delusioni, della superficialità e delle incoerenze, di quella rabbia tutta particolare che è tipica del rapporto coniugale. Il tutto con uno stile assolutamente piacevole grazie al racconto cadenzato da tempi ed episodi della vita dei due protagonisti. Da leggere.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione