L' uomo che non è mai esistito

The Man Who Never Was

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Titolo originale: The Man Who Never Was
Regia: Ronald Neame
Paese: Gran Bretagna
Anno: 1956
Supporto: DVD
Salvato in 9 liste dei desideri

€ 10,39

€ 12,99
(-20%)

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (10 offerte da 9,99 €)

Nel 1943 i servizi segreti britannici lasciano cadere nelle mani dei tedeschi il cadavere di un ufficiale con falsi documenti sullo sbarco in Sicilia. Il piano riesce.
  • Produzione: A & R Productions, 2011
  • Distribuzione: A & R Productions
  • Durata: 103 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Inglese (Dolby Digital 2.0 - stereo);Spagnolo (Dolby Digital 2.0 - stereo)
  • Formato Schermo: 2,35:1
  • Area2
  • Clifton Webb Cover

    Attore statunitense. Ottimo ballerino, si cimenta nei generi teatrali più disparati, ottenendo grande successo sulle scene fino al 1944, quando decide di dedicarsi completamente al cinema. Con Vertigine (1944) di O. Preminger si rivela attore dallo stile personalissimo, tratteggiando un personaggio caratterizzato da un umorismo sottile e nervoso e da una distinzione squisitamente britannica, ripreso e perfezionato in numerosi altri film di successo, tra cui si ricorda la serie del Signor Belvedere (inaugurata da Il Signor Belvedere va in collegio, 1949, di E. Nugent) e Titanic (1953), Tre soldi nella fontana, Il mondo è delle donne (1954) e Il ragazzo del delfino (1957) di J. Negulesco e Storia cinese (1961) di L. McCarey. Approfondisci
  • Gloria Grahame Cover

    Nome d'arte di G. Hallward, attrice statunitense. Gli insegnamenti della madre, nota attrice teatrale e insegnante di recitazione, si rivelano utili ad avviarla a una prestigiosa carriera sui palcoscenici di Broadway, finché il cinema, nella persona di L.B. Mayer della mgm, non la mette sotto contratto in esclusiva. Bionda, sensuale, si impone quasi subito come tentatrice e donna di malaffare, in grado di far perdere la bussola morale a qualunque uomo, come accade al mite J. Stewart in La vita è meravigliosa (1946) di F. Capra. A queste figure, interpretate in numerosi noir (come Il diritto di uccidere, 1950, di N. Ray), resta legata per tutta la carriera, sia pure caratterizzando le sue bad girls («cattive ragazze») con drammatici conflitti interiori: è il caso della prostituta di Il grande... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali