DISPONIBILITA' IMMEDIATA

L' uomo che sussurra ai potenti. Trent'anni di potere in Italia tra miserie, splendori e trame mai confessate

Luigi Bisignani, Paolo Madron

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Chiarelettere
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,55 MB
Pagine della versione a stampa: 324 p.
  • EAN: 9788861904859
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 5,99

Punti Premium: 6

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Ministri, onorevoli e boiardi di Stato fanno la fila nel suo ufficio per chiedergli consigli, disegnare strategie e discutere di affari. Luigi Bisignani è unanimemente riconosciuto come il capo indiscusso di un network che condiziona la vita del paese. Non c’è operazione in cui non ci sia il suo zampino, dalle nomine dei ministri a quelle in Rai, nei giornali, nelle banche e nell’esercito. La sua influenza arriva persino in Vaticano.
In questo libro, per la prima volta, Bisignani decide di raccontarsi attraverso aneddoti ed episodi inediti. Da Andreotti e la P2 a Berlusconi e Bergoglio. Lui che non appare mai in tv, non scrive sui giornali e disdegna la mondanità. La sua testimonianza da questo punto di vista è unica. Ecco come funziona il potere, quello vero, che non ha bisogno di parole e agisce nell’ombra.
3,6
di 5
Totale 10
5
4
4
1
3
3
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Andrea

    06/07/2014 22:30:17

    Di informazioni più interessanti da "estorcere" ad un personaggio del genere ce n'erano a bizzeffe. comunque un libro carino.

  • User Icon

    pirro lallesbaque

    25/04/2014 22:40:34

    se ne consiglia la lettura. Luigi Bisignani è stato direttore del bollettino ufficiale dei Mondiali di Calcio "Italia 90 News" nel quale ho avuto il piacere e l'onore di collaborare. Alla fine ho ricevuto lettera di encomio da parte dell'Avv. Montezemolo direttore Col Italia.

  • User Icon

    Luciano

    21/02/2014 11:04:29

    Bisignani é una volpe che dice cose che non rivelano veramente niente di interessante, solo aneddoti, scenette, battute. Avrebbe potuto scoperchiare un mondo e rivelare retroscena esplosivi, ma non ha voluto. Del resto fa parte del suo ruolo curiale, cardinalizio: "sopire, troncare, padre molto reverendo, troncare, sopire". E soprattuto celare le verità. Come un ambasciatore furbo recita solo la sua parte, che non dà fastidio a nessuno dei potenti. Comunque, ha fatto della sua vita un'opera d'arte, da abile e dotatissimo regista dietro le quinte pagato profumatamente.

  • User Icon

    michele68

    20/11/2013 11:24:14

    Nulla di nuovo sotto il sole, personalmente ritengo che l'Intervistato non abbia detto nulla di ciò che gli interessava non venisse alla luce. Ormai purtroppo non mi meraviglio più quando emergono le varie declinazioni degli intrecci della rete di relazioni che esiste in Italia (ma non solo), è arcinoto che, se si possiede un po' di ambizione, sia soprattutto grazie a quella che "si fa strada", ed è ricorrente che la meritocrazia finisca per essere piuttosto un ostacolo. Stimo l'Autore, ma questo non falsa la mia valutazione del Libro.

  • User Icon

    lettore53

    22/09/2013 22:00:39

    Bisignani e' un andreottiano, quindi non dice nulla di interessante.Se vi aspettate qualche retroscena gustoso rimarrete delusi.Poi cone Andreotti gli ha insegnato, non si deve mai parlare male dell'avversario (anche se e' indecente) vedi Berlusconi.Quindi lettura noiosissima, che si perde in storie di potere non attuali , ma risalenti alla preistoria politica del ns paese.Infine mi chiedo ma questo personaggio ambiguo come Bisignani, in effetti quale lavoro ha fatto???Cosi' come il suo mentore, Bisignani ha sguazzato nel mondo sporco nella poltica.Un personaggio tutto italiano, da film della commedia all'italiana.

  • User Icon

    Stefano Vaglio Laurin

    22/08/2013 11:16:48

    Bisignani e' prodigo di dettagli, aneddoti, curiosita' e gossip sui protagonisti della scena politica ed imprenditoriale dal dopoguerra ad oggi.Nessuna rivelazione eclatante, direi.Il libro e' realizzato intelligentemente poiche' la capacita' descrittiva di Bisignani e' tale che dalla citazione di un particolare, dalla narrazione di un episodio il lettore riesca a percepire la personalita' dell' interlocutore piu' o meno noto che il Nostro si e' trovato di fronte in tanti anni di PR(chiamiamole cosi'. L' impianto del libro, realizzato in forma d'intervista e quindi in scioltezza, permette di alleggerirne la lettura. Personalmente il libro mi e' parso la trasposizione scritta di quelle interviste-fiume a cui assistiamo guardando i talk show. Ma cio' non toglie nulla all'interesse - o meglio, alla curiosita' - che il testo genera. "Consumato" in un giorno d'estate.

  • User Icon

    claudio

    09/08/2013 08:00:08

    Letto in un paio di giorni. Eccellente, con i ricordi e le testimonianze di primo piano di un protagonista assoluto degli ultimi 30/35 anni della nostra vita. Resta sempre, come anche per esempio con Andreotti, il mistero di come uno che non viene da una grande famiglia, che resta orfano in giovane età, che comincia a guadagnare i primi quattrini per non pesare sulla famiglia, riesca poi in così poco tempo a diventare tanto importante.

  • User Icon

    diego

    30/06/2013 08:46:39

    E' stato definito come un libro che ha fatto scandalo ma, molto di ciò che è stato riportato, non deve certo stupire. Coraggioso Bisignani a raccontare fatti, amicizie, eventi che l'hanno avuto come protagonista, in un susseguirsi incessante di domande che hanno alleggerito, o "spezzato", la pesantezza dell'argomento e la difficoltà di collocare nel tempo e nello spazio della storia le persone che sono state "raccontate".

  • User Icon

    Temistocle

    03/06/2013 16:21:49

    Serrato confronto dialettico sotto forma di lunga e coraggiosa intervista tra un ottimo giornalista ed (come ama farsi passare)un abile consulente il cui nome è apparso direttamente o indirettamente in tante vicende più o meno chiare italiane degli ultimi quarant'anni. Nel saggio vengono raccontate molte vicende italiane non appesantite dalla solita retorica complottista, ma rese fluide da una logica argomentativa che non ha nulla da invidiare alle migliori storie di spionaggio. Il protagonista dell'intervista getta così nuova luce e molti nuovi dubbi sui misfatti della nostra giovane democrazia, mai però pentendosi delle sue azioni e soprattutto delle sue "amicizie".

  • User Icon

    Andrea Giostra

    03/06/2013 10:03:33

    Conoscere quello che accade dietro le quinte del potere vero, è sempre stata una morbosa ed irresistibile curiosità che ha sempre attratto chiunque fosse interessato a conoscerne le regole non scritte, ad apprenderne l'utilizzo dei sopraffini strumenti di governo reale, a capirne la complessa gestione delle dinamiche relazionali e lobbistiche, da sempre incomprensibili alla massa, al popolo. Chi sono stati i veri potenti che si sono succeduti negli ultimi trent'anni in Italia secondo Bisignani? Quali le debolezze, le fragilità, le aspirazioni, le trame e i presunti intrighi che hanno caratterizzato e visto protagonisti i potenti italici? L'editore definisce Bisignani "l'uomo più potente e influente d'Italia" che saggiamente è sempre rimasto "nell'ombra del potere". Bisignani racconta dei suoi rapporti di amicizia e cordialità con molti potenti, dei quali confida al lettore piccoli segreti e debolezze: di Enrico Letta che "ha dimostrato poco carisma quando è stato al governo da ministro dell'Industria"; di Marcello Dell'Utri che "era l'unico che Berlusconi non contraddiceva mai. L'ultima parola era sempre di Marcello"; di Renato Schifani definito impietosamente "avvocato della provincia di Palermo"; di Angelino Alfano che "ha pensato a costruire un monumento a se stesso" passando "più tempo con i giornalisti, su Facebook e Twitter" piuttosto "che con i parlamentari e con la base del partito". Se in voi alberga da sempre questa morbosa e ruvida curiosità di conoscere il potere raccontato da un potente, il libro è certamente e senza dubbio da leggere. Non perché dica la verità - questo non lo sappiamo - ma perché Bisignani racconta le cose che vuole far conoscere a questo genere di lettori. Leggendo il libro, viene spontanea almeno una domanda: ma perché Bisignani fino ad oggi era rimasto nell'ombra e adesso dirompe con questo racconto? Non lo sapremo mai. Ma come in una spy story, potremo solo immaginarlo ingenuamente.

Vedi tutte le 10 recensioni cliente
  • Luigi Bisignani Cover

    Ha lavorato per l’Ansa e collaborato con “Panorama”, “l’Espresso” e “Tempo illustrato”. È stato capo ufficio stampa per diversi ministeri della Prima repubblica. Attualmente è partner di una società di consulenza. È coinvolto in alcune tra le più clamorose inchieste giudiziarie degli ultimi anni. Ha scritto due spy-story che, pubblicate da Rusconi, hanno ottenuto un certo successo: Il sigillo della porpora e Nostra signora del KGB. Approfondisci
Note legali