L' uomo di marketing e la variante limone

Walter Fontana

Editore: Bompiani
Edizione: 2
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
In commercio dal: 25 ottobre 2000
Pagine: 158 p.
  • EAN: 9788845245794
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Descrizione
Il lancio di un detersivo liquido per pavimenti. Il numero di vite umane necessario all'operazione. Un'incursione nelle grandi multinazionali dove persone adulte subiscono continuamente traumi infantili. La visita guidata in un mondo dove si delineano con chiarezza le strategie di marketing del terzo millennio e resta fitta la tenebra su quelle del mese prossimo. E finalmente la verità sulla pausa pranzo ...

€ 6,80

€ 8,00

Risparmi € 1,20 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea Laforgia

    26/06/2008 11:35:37

    Un libricino leggerissimo e divertente, adatto per un viaggio di poche ore, da passare spensierati. Si parte da una (neanche tanto) improbabile trovata commerciale e si scivola in un'iperbolica, inquietante, inconcludente attività di marketing, tra cinicissimi colleghi in pausa pranzo e riflessioni cosmiche notturne. Del libro, se preso veramente con leggerezza, diverte il costante, precarissimo equilibrio che tesse la trama fino alle ultime pagine. Chi ha esperienza di lavoro in certe aziende potrà intravedere gli elementi di vita reale pungentemente additati da Fontana. Potrà riconoscere la propria montagna e il proprio topolino.

  • User Icon

    marziano

    25/01/2008 13:43:02

    Walter Fontana è il più grande autore comico italiano vivente nonché mio idolo personale. unico ad eguagliarlo - quanto a capacità di farmi ridere - corrado guzzanti. pravettoni, micio, supervero TV, il dottor frattale e mille alte battute che avete sentito sono tutte sue creature. questo libro fa ridere da sbellicarsi e al contempo coglie alcune aspetti autentici del lavoro creativo ma anche meno. quelli che non hanno riso, IMHO, hanno avuto qualche problema d'approccio oppure sono i classici che non capiscono le battute, soggetti ricorrenti in ogni gruppo sociale. meno ridanciano e più serio, più strutturato nella trama che qui è quasi assente, ma altrettanto bello il suo secondo libro, non ho problemi di comunicazione (2003). WF se leggi questo povero commento scrivimi. ti devo conoscere!

  • User Icon

    Valerio

    25/12/2007 23:18:45

    FA PIEGARE DALLE RISATE!! E' veramente spaziale e soprattutto chi frequenta il mondo "markettaro" non potrà che morire dal ridere.... Complimenti a Walter Fontana!

  • User Icon

    Mordred

    11/07/2007 00:49:53

    Mah, ne avevo sentito parlare così bene, pensavo fosse decisamente meglio. Un umorismo un po' banalotto e ingenuo, in un libro che dovrebbe essere una critica alle logiche aziendali ma che non "morde" a sufficienza, forse anche perchè le situazioni buffe partono da un contesto troppo paradossale ed eccessivo. Se vi piace la brillante verve comica di Jerome K. Jerome (un esempio per la letteratura) o di Woody Allen (un esempio per il cinema) penso proprio che vi deluderà.

  • User Icon

    angela

    19/02/2007 12:02:26

    carino. però, via: carino e basta.

  • User Icon

    FRA

    10/01/2006 12:48:55

    DIVERTENTISSIMO! Davvero fenomenale, ho riso come una pazza! ma il panino passato per fax? E i discorsi durante le pause pranzo??? Pazzesco! Da regalare!

  • User Icon

    giorgio d'amore

    30/11/2005 16:57:13

    Chi si occupa di comunicazione / marketing non può che piegarsi dal ridere. Fontana descrive (amplificandole certamente) scene di vita vissuta da chiunque lavori nel marketing, nella comunicazione e nel vasto mondo delle multinazionali. Nei momenti di tristezza e quando i capi, i clienti o chi per loro ti "cazziano", va letto per riderci un po' sopra. Meglio non prendersi troppo sul serio, questo mi pare il messaggio dell'autore.

  • User Icon

    Dottor D.

    06/05/2005 00:42:21

    In assoluto, il romanzo più comico che abbia mai letto. Non c'è una singola pagina che non faccia ridere fino alle lacrime, tranne l'ultima. Se solo Fontana fosse un pochino più prolifico, sarebbe il più grande scrittore italiano.

  • User Icon

    Lorenzo Berti

    27/02/2005 12:23:28

    Non condivido in pieno tutto questo entusiasmo. Il marketing, oscena pseudo-scienza di cerebrolesi, che nonostante tutto impera - in che mondo! - è un qualcosa di cui (s)parlare, e su cui fare umorismo è piuttosto facile. In un certo senso, agli occhi di persone normali (per la verità, una minoranza, ma questo è un altro discorso), un profondo senso di ridicolo e di umorismo involontario, il marketing e tutto il suo insopportabile corteggio lo porta dentro di sé. Ma Walter Fontana si perde: le tre parti (prima fra tutte quella che rientra sotto "entrate nel mondo del lavoro con le mani in alto" - piuttosto superflua, tranne qualche tratto) in cui si divide (?) la vicenda non si amalgamano, e alla fine la trama ne risente. Qualche bella intuizione, qua e là, c'è (e una punta in alto è questa: "pensavo che al centro della nostra organizzazione ci fosse, idealmente, la sala del comando con dentro Dodici Manager. Invece è come se al centro ci fosse una grande stanza vuota spazzata dal vento, con dentro un prisma che rifrange i raggi del sole in direzioni casuali", ecc ecc; pp. 120-121), ma esagerare (i nomi stessi, le esagerazioni inverosimili della stupidità o di alcuni avvenimenti verso il comico scoperto, a tutti i costi) non paga affatto. Si poteva far meglio, limitandosi un po' di più. Bastava, penso, una registrazione pura e semplice, con pochi tocchi qua e là, tanto il tema era in grado di far ridere (tragicamente) già di suo.

  • User Icon

    Paolo

    06/01/2005 15:19:18

    Qualche raro sorriso, per il resto solo umorismo ammuffito. A mio avviso c'è ben poco da imparare da questo breve (per fortuna!) "libro". Nonostante il successo che ha riscontrato, lo metto senza indugio nel dimenticatoio.

  • User Icon

    barbara

    07/06/2004 17:35:40

    Geniale,ironico, terribilmente realistico. Una boccata d'ossigeno per poi rituffarsi in apnea nel mondo del lavoro sapendo che in tutte le aziende poi alla fine è sempre la stessa musica...

  • User Icon

    stefano

    20/08/2003 16:30:59

    E' un libro che trasmette l'essenza del lavoro del marketing, visto naturalmente in chiave ironica. Si può ridere di tutti questi esseri umani che non sanno cosa rincorrono, si può soffrire con le loro ansie, si può gioire con i loro risultati. Alla fine però si avrà la sensazione che questo BelloBellissimo LemonLemon l'abbiamo già visto da qualche parte, forse in uno spot in TV o su uno scaffale di un supermercato.

  • User Icon

    anna

    18/06/2003 17:28:13

    divertentissimo!

  • User Icon

    vanni

    16/01/2003 14:26:18

    Mitico, una risata continua. Chi ha frequentato qualche corso di marketing ride il doppio.

  • User Icon

    elena

    01/08/2002 11:32:25

    L'ho adorato fin dalle prime parole. Dissacrante e realistico è dedicato a tutti quelli che sul lavoro si prendono troppo sul serio nell'esercizio della professione. Da leggere assolutamente.

  • User Icon

    Giuseppe Roberto Mignosi

    02/03/2002 12:37:28

    "Pensavo che al centro della nostra organizzazione ci fosse, idealmente, la sala del comando con dentro Dodici Grandi Manager. Invece è come se al centro ci fosse una grande stanza vuota spazzata dal vento, con dentro un prisma che rifrange i raggi del sole in direzioni casuali. E' cosi che partono gli ordini dei nostri capi: in direzioni casuali. Hanno imparato ad imitare i suoni delle nostre parole (...) ma l'unica cosa che non conoscono è il lavoro che fanno, semplicemente perchè non gli interessa". Questo libro è un'analisi impietosa della dirigenza (privata ma quella pubblica è peggio...), una analisi amara ma, in alcuni momenti, brillante se non perfino esilarante. Da leggere.

  • User Icon

    Marco

    04/06/2001 19:17:56

    Dovrebbero leggerlo tutti quelli che, nella loro vita lavorativa, hanno sperimentato almeno una delle seguenti situazioni: A.- riunione fino alle ore 22.00 per definire il nuovo nome di un prodotto di successo; B.- all'una, panino "tonno pomodoro" al bar dell'angolo; C.- occhi arrossati e cervello in pappa davanti allo schermo del computer, il venerdi' pomeriggio; D.- memo aziendale che smentisce i "rumors" su 1.000 licenziamenti. Inoltre, lo consiglio a tutti i laureandi e neolaureati, perché prima di entrare nel famoso "mondo del lavoro" abbiano una prima, (pallida) idea di cosa li aspetterà fino al giorno della pensione. Il divertimento (un po' amaro, tuttavia) è assicurato.

Vedi tutte le 17 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione