Categorie

Il valzer dell'impiccato

Jeffery Deaver

Traduttore: Rosa Prencipe
Editore: Rizzoli libri
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 878,97 KB
  • Pagine della versione a stampa: 512 p.

14° nella classifica Bestseller di IBS eBook - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Thriller

  • EAN: 9788858689424
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Roberto

    27/06/2017 20.28.20

    Fosse stato scritto da un altro autore, avrei dato 2 stelle; Deaver però è uno dei miei autori preferiti in assoluto, e questo influisce sul voto finale. Che dire, lettura scorrevole, però mancano tutti quegli elementi che hanno sempre caratterizzato in romanzi di Deaver: tensione, colpi di scena, ritmo... un libro discreto, ma non al livello al quale ci ha abituati Deaver.

  • User Icon

    Anna

    27/06/2017 16.00.47

    Una vera delusione! Non sembra nemmeno scritto da Deaver. Pieno di luoghi comuni, forse pensava di fare cosa gradita, ma alla fine risulta un tantino falsino, giusto per dedicare il libro al compianto Faletti. Una favoletta insomma.

  • User Icon

    zan

    27/06/2017 05.48.35

    Non il migliore romanzo della serie, ma accettabile, anche se la suspence non è quella dei capolavori e certi personaggi sono un po' forzati (vedi il forestale geniale ...). Qualche ora di piacevole relax riesce comunque a darla.

  • User Icon

    Niquee

    26/06/2017 13.03.28

    Il peggior libro della serie Rhyme & co., verrebbe da pensare che neanche lo abbia scritto lui. Unica cosa positiva, il ridimensionamento dell'elenco degli indizi, noioso e ripetitivo che di solito toglieva almeno 50/60 pagine al libro. Da dimenticare.

  • User Icon

    Nino

    22/06/2017 10.03.51

    Il Deaver che conosco, questa volta non mi ha per niente convinto. Ho dato 3 stelle solo perché nell'ultima parte del romanzo si è leggermente migliorato, altrimenti avrei dato 2 stelle.. Ho il sospetto che sia stato scritto da un Ghoshtwriter, Un Rhyme opaco e personaggi italiani degni di un libro per ragazzi. La Sachs con la sua artrosi non è più vivace come una volta. Deluso!

  • User Icon

    Fabio

    27/05/2017 12.01.10

    Tornano Lincoln Rhyme e Amelia Sachs e questa volta è l'Italia ad essere protagonista, purtroppo, però, sembra che l'autore non voglia più far morire nessuno. Deaver, si sa, con questi due personaggi dà il meglio di sè (speriamo che non riproponga più la Dance), e quest'ultimo romanzo è buono, anche se non da inserire tra i migliori: abbiamo letto di meglio nella serie che ormai conta 13 romanzi. I classici ingredienti ci sono tutti: ricerche forensi, colpi di scena (pochi, per la verità), tabelle riassuntive degli indizi, azione ed intuizioni, spesso geniali, altre volte leggermente forzate. Il romanzo, nella prima parte, è un fiume in piena, non ci si stacca dalle pagine, poi, pian piano, specie nelle ultime 100 pagine, il ritmo cala e la trama diventa leggermente prevedibile nel suo svolgimeto, soprattutto per chi conosce Deaver da anni. Resta una buona lettura che ci consegna anche un dipinto dell'Italia vista da fuori, senza eccessivi stereotipi, cosa che sarebbe risultata stucchevole. Consigliato, senza aspettarsi un Deaver in grandissimo spolvero (IL BACIO D'ACCIAIO e L'OMBRA DEL COLLEZIONISTA erano ben superiori), ma che resta maestro indiscusso nel suo genere.

  • User Icon

    Roberta

    20/05/2017 10.14.18

    Spero che Jeffery deaver non abbia perso il suo tocco investigativo. Una vera delusione! Speravo che fosse un'avventura italiana interessante, ma mi sbagliavo!

Vedi tutte le 7 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione