Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Recensioni I vangeli gnostici. Vangeli di Tomaso, Maria, Verità, Filippo

  • User Icon
    20/09/2018 17:14:33

    Testi ritrovati nelle pergamene di Nag Hammadi (Egitto) nel 1945. Propongono visioni interessanti che si discostano dalla tradizione cattolica canonica, avvicinando le origini del cristianesimo allo gnosticismo. Interessante il Vangelo di Maria, costretta a giustificarsi delle "confidenze" ricevute da Gesù di fronte agli apostoli. Ricchezza di spunti per una rilettura in chiave meno didattica e più spirituale. L'Occidente ha scelto la religione forse meno 'sacra' (separata) ma che ha rivelato una verità di fondo - essa altro non è che una proiezione umana, conatus 'a fare' senza il quale probabilmente l'umanità non si sarebbe mossa nemmeno di mezzo secolo e che non ammette ragioni se non le ragioni che esso stesso ammette: e 'in interiore homine' perché non si possa morire senza aver conosciuto nel tuo inconscio il nome di Dio. Si tratta di testi che aprono nuova luce non solo sulla gnosi, ma sulle parole di Gesù e sulle fonti dei Vangeli sinottici, scelti e accolti dalla Chiesa Cattolica come libri sacri. Sono, infatti, coevi, di poco posteriori, se non anteriori ai Vangeli di Luca, Marco, Matteo e Giovanni (datati tra il I e II secolo). Possono dunque rappresentare sia materiale per questi, sia aver attinto a simile o diverso materiale. Prima di arrivare alla stesura dei Vangeli, infatti, parrebbe che i discorsi e le azioni di Gesù siano state comunque documentate e riportate per scritto. Assolutamente fondamentale per chi vuole avvicinarsi alle origini della religione.

    Leggi di più Riduci