-15%
La vanità della cavalleria - Stefano Malatesta - copertina

La vanità della cavalleria

Stefano Malatesta

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Neri Pozza
Anno edizione: 2017
In commercio dal: 22 giugno 2017
Pagine: 267 p., ill. , Brossura
  • EAN: 9788854515178
Salvato in 11 liste dei desideri

€ 14,45

€ 17,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

La vanità della cavalleria

Stefano Malatesta

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


La vanità della cavalleria

Stefano Malatesta

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

La vanità della cavalleria

Stefano Malatesta

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (3 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

«Malatesta possiede una sobrietà e una scrupolosa precisione del linguaggio che è raro incontrare oggi» - la Repubblica

«Malatesta sa raccontare con fascinazione sempre divertita e maliziosa» - Panorama

La vanità è sempre stata una prerogativa della cavalleria e degli uomini in divisa. Nel 1525 Francesco I di Valois, alla testa della cavalleria francese durante la battaglia di Pavia, disarcionato rischiò di vedersi tagliare le mani dai lanzichenecchi e dagli uomini dei tercios spagnoli desiderosi di arraffare i suoi anelli. Trine, merletti e sete erano merce comune tra gli uomini della cavalerie settecentesca. Durante la guerra dei sette anni, i francesi guidati dal principe di Soubise abbandonarono in fretta la cittadina di Gotha, lasciandosi dietro i propri bagagli, prontamente sequestrati dagli ussari di Hans Joachim von Zieten. Grande fu la sorpresa quando, una volta aperti i bauli, i soldati si trovarono davanti un guardaroba di lusso portato direttamente da Versailles: biancheria intima, mutandoni di seta dall’uso, per loro, così sconosciuto che mimarono una sfilata di moda infilandoseli sopra la testa. Friedrich Wilhelm von Seydlitz, una delle glorie della cavalleria prussiana, amava portare sul tricorno una spilla con diamanti e smeraldi cabochon. Qualche tempo dopo, quando Lord Brummel impose la “squisita originalità” del suo abbigliamento, fatto di giacche scure e pantaloni chiari, all’intero consesso di civili inglesi e poi europei, i colori divennero esclusivo privilegio dei militari. Durante feste e cerimonie i membri del governo e gli ufficiali civili sembravano becchini in trasferta, mentre i militari pavoni imbellettati. Nei secoli successivi la vanità dilagò tra le forze armate. Gli ufficiali austriaci vestiti sempre di bianco sono una delle immagini glamour che l’Ottocento ci ha lasciato. E il secolo che ci è alle spalle non è stato certo da meno. I Savoia che abbracciavano la carriera militare, come il duca d’Aosta, erano soliti portare cappelli fuori ordinanza: il più riuscito era di certo quello che amava indossare l’erede al trono Umberto II Savoia, chiamato «il pentolino», che andava perfettamente d’accordo con le immacolate ed elegantissime mollettiere portate coi calzoni da cavallo stretti al ginocchio. Gregor von Rezzori confessò che da giovanotto nullafacente fu tentato di militare nelle SS per ragioni puramente estetiche. Le SS avevano una divisa elegantissima con gli stivali più belli che si potessero immaginare, morbidi, lucidi e che davano un tocco particolare a tutto l’abito. Poi, fortunatamente, ci ripensò. Attraverso il brillante racconto della vanità della cavalleria e delle più celebri battaglie combattute a cavallo, dalla carica demenziale di Lord Cardigan a Balaklava, dove la Light Brigade venne sbaragliata dai cannoni russi, alla strage di Caporetto, Stefano Malatesta scrive un libro sulla guerra che non ha affatto il sentore di caserma e di burocrazia, ma appassiona come e più di un romanzo d’avventura.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Paolo Cova

    03/09/2017 21:15:22

    Il titolo inganna: è una raccolta di brevi saggi di storia militare che riguarda varie armi, varie guerre e varie epoche. Qua e là si parla anche della cavalleria, intesa come Arma. Le ripetute ripetizioni nel testo fanno sospettare che il libro sia una raccolta di saggi già pubblicati altrove. Comunque un buon libro che ha il merito di ricordare personaggi ed eventi che invece rischiano di cadere nel dimenticatoio. Azzeccati il ritratto di Churchill e il giudizio sulla mediocrità di Montgomery. La figura di Amedeo Guillet avrebbe meritato qualche pagina in più. Meritorio l'accenno a Paolo Caccia Dominioni. Un po' di maniera il continuo sottolineare Caporetto. E' stata una disfatta, ma poi c'è stata Vittorio Veneto. E la spallata italiana sul fronte orientale è stata decisiva nel far finire la guerra anche su altri fronti. A proposito di cavalleria e di cavalli: ci sarebbe stato bene anche il racconto della drammatica esperienza del sergente di cavalleria Elia Rossi Passavanti che nei combattimenti di Pozzuolo del Friuli (fine ottobre 1917), rimasto temporaneamente accecato da uno scoppio, riesce a chiamare a sé un cavallo del suo squadrone (quando si dice degli uomini che sussurrano ai cavalli!) , vi monta e si fa portare dal cavallo stesso nelle retrovie, dove arriva dopo quattro giorni. Il cavallo, di nome Quo, morirà appena arrivato, Passavanti recupererà la vista. Un episodio che Malatesta non può non conoscere. Peccato per quel "calò a picco" di una nave a pagina 103. Comunque un libro interessante.

Indice

I. Elogio del cavallo. Dove si parla non solo di cavalieri, ma anche di cavalli
L'insopprimibile vanità della cavalleria

I quattro cavalieri dell'apocalisse
Don't ask why, do and die. La demenziale carica di Lord Cardigan - Von Seydlitz: il cavaliere che dava il segnale della carica fumando la pipa - Amedo Lettow-Vorbeck: il guerrigliero che non fu mai sconfitto

Più passa il tempo più ci rendiamo conto che la Prima guerra mondiale è all'origine di tutti i nostri mali
Le colpe della guerra - La Somme come macelleria - Rommel a Caporetto - Picnic a Caporetto - Dulce et decorum est pro patria mori è una vecchia bugia

E intanto sul fronte orientale
Gallipoli: quando Mustafa inchiodò i neozelandesi sulla spiaggia - Il ritratto di Churchill - Lawrence d'Arabia, eroe schivo o attore vanesio? - La First Lady del deserto - La conferenza schizofrenica - Liddell Hart. Lo scopo di una nazione in guerra è quello di annullare la volontà del nemico a resistere al più basso costo possibile di vite umane - La guerriglia

Le antiche battaglie
Il massacro che piaceva tanto a Hitelr e ai romani - Spie e controspie nel foro romano - I sassanidi e il tormentone delle staffe - I mongoli: i cavalieri usciti dagli inferi - IL despota che costruiva piramidi di teschi

I cavalieri cristiani e feroci
I cavalieri, le armi e gli orrori - We happy Few - Pavia: il trionfo delle armi da fuoco

L'epoca napoleonica
England expects every man will do his duty - Waterloo secondo Victor Hugo - Jenha: il nuovo mestiere delle armi - La ritirata di Kabul - L'urlo di Garibaldi - Quattro piume: il pasticcio di un impero

La Seconda guerra mondiale
Il sogno italiano fini8to nella sabbia - Montgomery non era un grande comandante

La Marina senza onore
Lo sbarco del leader maximo che sembrò un naufragio - Le spie - Il giorno della vergogna - Alla ricerca disperata di un eroe italiano
  • Stefano Malatesta Cover

    Si è laureato in scienze politiche a Roma, città nella quale è nato. Ha cominciato a viaggiare ancora molto giovane, e da allora non ha mai smesso. È stato, nel corso di una vita ricchissima di avvenimenti, viceamministratore di una piantagione di tè alle Seychelles (quando ancora queste isole erano una colonia inglese), documentarista di animali, cronista di nera, inviato di guerra. Per «La Repubblica» scrive da oltre venticinque anni critiche d’arte, recensioni di libri e commenti e soprattutto racconti di viaggio sempre sulle tracce di qualcosa o di qualcuno, riprendendo una certa tradizione del recit de voyage quasi scomparsa nei giornali italiani e oggi fin troppo praticata. Oltre alle prime guide alla natura in Italia, ha scritto L’armata... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali