Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Stripe PDP Film
Salvato in 58 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Velluto blu<span>.</span> Edizione speciale
17,10 €
DVD USATO
17,10 €
Disp. immediata Disp. immediata (Solo 1 prodotto)
+ 7,90 € sped.
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Compact Montebelluna
17,10 € + 7,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
ibs
9,99 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
9,99 € Spedizione gratuita
disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Compact Montebelluna
17,10 € + 7,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Come Nuovo
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Nome prodotto
12,99 €
Chiudi
Velluto blu<span>.</span> Edizione speciale di David Lynch - DVD
Velluto blu<span>.</span> Edizione speciale di David Lynch - DVD - 2
Chiudi
Velluto blu<span>.</span> Edizione speciale
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione


In una cittadina di provincia, un giovane ingenuo, per aiutare la cantante di un nightclub, viene coinvolto dalla malavita locale.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

Blue Velvet
Stati Uniti
1986
DVD
Vietato ai minori di 18 anni
8010312032257

Informazioni aggiuntive

20th Century Fox Home Entertainment, 2002
The Walt Disney Company Italia
120 min
Italiano (Dolby Digital 5.1);Inglese (Dolby Digital 5.1)
Inglese; Italiano
2,35:1 Wide Screen
documentario; scene inedite in lingua originale; cortometraggio; foto; trailers

Valutazioni e recensioni

4,11/5
Recensioni: 4/5
(18)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(5)
3
(1)
2
(3)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

ENRIKO7
Recensioni: 2/5

Forse non sono riuscito io a comprenderlo come si deve, ma l'ho trovato un film oscuro e con una trama bucherellata, che prende vita dalla scelta di due ragazzi semplicissimi di indagare sulla vita di una donna, seguendola per capire di quali reati fosse colpevole: il resto è una serie di scene e di personaggi confusi, dove tutto risulta poco definito e spesso anche poco credibile. Mi aspettavo molto, peccato

Leggi di più Leggi di meno
fra.belsi
Recensioni: 5/5

Approcciarsi a un film di David Lynch non è mai semplice. Qesto regista, si sa, è criptico, allegorico, per molti versi oscuro. Non è certamente un caso che l'aggettivo migliore per "racchiuderlo" sia proprio "lynchiano". E Velluto blu può essere considerato l'essenza della poetica lynchiana, il preludio a quello che sarà il lavoro spirituale di Lynch con la serie Twin Peaks. Le tende di velluto rosso, l'atmosfera di inquietudine crescente, il confine così labile da tra dimensione reale e dimensione onirica sono tratti distintivi del migliore Lynch e in Velluto blu sono più potenti che mai, sebbene ancora in embrione. Questa pellicola è a tutti gli effetti una esperienza voyeuristica, come Jeffrey assistiamo a quello che succede sullo schermo, come fossimo nascosti dietro le ante di un armadio e temiamo il pericolo, sentiamo la tensione crescere, siamo pronti a sospirare... eppure non riusciamo a staccarci da quel pericolo, come se la sua stessa possibilità fosse per noi una malìa sensuale alla quale non si può resistere. La visione è attrazione pur creando un disturbo che nasce dall'inafferabile. Alla fine, come Lynch insegna e cerca, resta addosso una sensazione di smarrimento piacevole.

Leggi di più Leggi di meno
Fabrizio
Recensioni: 3/5

Non è facile recensire Lynch, soprattutto questo film che viene considerato un capolavoro. So che Lynch è sempre un pò ermetico e criptico e a volte anche allegorico, per cui confesso che alcuni aspetti mi sono restati oscuri. Forse dovrò riguardarlo altre volte e leggere approfonditamente alcune recensioni, ma dopo la prima visione, devo dire che non mi è molto piaciuto, anche se bisogna tener conto, fra l'altro, dell'anno in cui è stato prodotto. Infine, non posso non evidenziare il fatto che sulla copertina del DVD il film è classificato con bollino verde (per tutti) e su questo non sono assolutamente d'accordo. Alle mie nipoti di 12 e 14 anni non lo farò di certo vedere.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

4,11/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(5)
3
(1)
2
(3)
1
(0)

Recensioni pubblicate senza verifica sull'acquisto del prodotto.

Conosci l'autore

David Lynch

1946, Missoula

David Lynch è uno dei massimi cineasti statunitensi degli ultimi decenni. Vincitore di due Palme d'Oro a Cannes e di un Leone d'Oro alla carriera. Si è affermato durante la sua lunga carriera in virtù di un personalissimo stile fatto di mistero, ambiguità e situazioni oniriche. Tra i suoi film più celebrati troviamo Elephant Man, Cuore selvaggio, Mulholland Drive e INLAND EMPIRE. E' autore della serie cult Twin Peaks. Oltre ad essere regista è anche sceneggiatore, produttore cinematografico, pittore, musicista, compositore, attore, montatore, scenografo e scrittore.

Isabella Rossellini

1952, Roma

Attrice italiana. Figlia della famosa attrice Ingrid Bergman e del regista Roberto Rossellini, fin da piccola ha una vita cosmopolita. Dopo aver tentato con discreto successo la via del giornalismo soprattutto in campo televisivo, esordisce sul grande schermo con un piccolo ruolo di sfondo accanto alla madre nella commedia «filosofica» Nina (1976) di Vincente Minnelli. Dieci anni dopo arriva l’occasione di dimostrare le sue doti interpretative, pur non eccezionali, con i visionari e postmoderni Velluto blu (1986) e Cuore selvaggio (1990) del trasgressivo D. Lynch, all’epoca suo marito: sono ruoli difficili, esasperati, in cui si evidenzia una morbosità sadomasochistica che crea un evidente contrasto con la bellezza quasi eterea dell’attrice. Nella commedia...

Dennis Hopper

1936, Dodge City, Kansas

Propr. D. Lee H., attore e regista statunitense. A fianco di J. Dean in Gioventù bruciata (1955) di N. Ray e in Il gigante (1956) di G. Stevens, si impone come attore con l'acido e spettacolare Il serpente di fuoco (1967) di R. Corman e come regista-attore con Easy Rider (1969), uno dei manifesti della controcultura americana. La storia dei due motociclisti hippy on the road che vengono fermati a fucilate viene assunta infatti come l'incarnazione delle paure della classe media americana. Nel 1971 dirige Fuga da Hollywood, film bizzarro, inconsueto e di nessun successo economico, tanto da alienargli per dieci anni la possibilità di girare. Il suo stile registico è spesso duro, aggressivo fino alla sgradevolezza. È il caso di Out of the Blue (1980), cronaca della sopravvivenza di una ragazza...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore