Categorie

Kathy Reichs

Traduttore: R. Prencipe, M. Brindisi
Editore: Rizzoli
Collana: Rizzoli best
Anno edizione: 2015
Pagine: 334 p. , Rilegato
  • EAN: 9788817082839


Odio l’attesa. È allora che le immagini prendono il sopravvento sul cervello. Non sono sicura se siano ricordi o allucinazioni. Vedo lui. Sempre in nero, il volto paonazzo e imperlato di sudore. Evito i suoi occhi.

Quando ripensa alla registrazione che ha ascoltato nel suo studio, a Temperance Brennan vengono i brividi su tutto il corpo. La registrazione è amatoriale e tremendamente realistica: si sente la voce di una ragazza, terrorizzata a morte, e di due uomini che stanno inequivocabilmente per farle del male. A farle ascoltare il nastro è una donna di mezza età, Hazel “Lucky” Strike, che si è presentata nel suo ufficio con una storia veramente assurda, una storia con cui Tempe non vuole avere nulla a che vedere.
La storia riguarda Cora Teague, una donna giovanissima scomparsa nel 2011 dalla remota cittadina di Avery. Secondo l’eccentrica signora, la voce che si sente sul nastro è proprio quella della ragazza, le sue ossa, invece, sono custodite da qualche parte nel laboratorio della dottoressa Brennan, l’anatomopatologa più famosa d’America. Come fa a saperlo? Semplice: Hazel Strike è un “cybersegugio”, ovvero uno di quei detective dilettanti che battono palmo a palmo il web alla caccia di casi irrisolti e persone scomparse.
I cybersegugi - Temperance Brennan lo scopre solo adesso - sono una comunità attivissima su siti e forum specializzati, un gruppo organizzato e irriducibile che ha anche contribuito a risolvere casi che la polizia non ha mai preso in esame, come quello di Cora Teague, appunto, la cui scomparsa non è mai stata denunciata. La storia che Tempe ascolta è sconcertante, quelle voci l’hanno turbata profondamente. Anche se la signora Strike potrebbe essere soltanto una maniaca invasata, Tempe decide di approfondire il caso e di appurare sul campo se la storia possa avere qualche fondamento.
In questo modo, quasi per caso, la dottoressa si ritrova nella contea di Avery, nel Nord Carolina, affiancata dall’affascinante vice ispettore Ramsey, dove una nutrita comunità di cattolici oltranzisti della Chiesa della Santità del Signore Gesù convive con la Brown Mountain, la montagna sacra dei cherokee, e dove una giovanissima coppia di ex seguaci della setta sparisce improvvisamente, l’uno a breve distanza dall’altra, senza che nessuna delle due famiglie se ne preoccupi più di tanto.
Appartengono a questi due ragazzi i piccoli frammenti di ossa che la dottoressa ha trovato sparsi sulla scarpata di fronte alla montagna sacra? Di chi sono le voci sul registratore? Chi si diverte a terrorizzare Temperance Brennan?
La trama del thriller procede lenta e avvolgente, con lo stesso metodo con cui la polizia scientifica si muove sulla scena del crimine. Per prima cosa si deve immaginare di essere su una scacchiera, quindi si sceglierà un punto di partenza per poi spostarsi lentamente lungo i vari quadranti, raccogliendo e archiviando ogni indizio. Anche la scrittura di Kathy Raichs procede in questo modo: non è fiction, è scienza. La sua protagonista raccoglie piccolissimi, preziosi indizi e li mette via. Sta al lettore trovare il tassello mancante, collegare tutti i punti e arrivare alla soluzione del caso. Ogni volta è come se ciascuno di noi fosse coinvolto in prima persona, il pericolo imminente, la paura palpabile.
Quando leggiamo, tra i dati del libro, che la proprietà letteraria dell’opera è riservata by Temperance Brennan, LP , per un attimo esitiamo… allora esiste davvero?

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Adriana Rosas

    25/04/2016 07.30.47

    Ben congegnato e ben scritto, come sempre, pieno di colpi di scena; ma alcuni passaggi/schemi sono un po' ripetitivi. Comunque, una lettura piacevole.

  • User Icon

    elisa

    22/09/2015 18.31.47

    Molto meglio i primi libri di K. Reichs, imperdibili. Gli ultimi sono forse un po' ripetitivi in molte parti, tuttavia non me perdo uno.

  • User Icon

    Maria Vittoria

    21/09/2015 13.45.30

    Non mancano sicuramente i colpi di scena e devo dire che il finale mi ha abbastanza impressionato. Da leggere.

  • User Icon

    Pupottina

    12/08/2015 12.13.35

    Come suo solito, la Reichs parte da un'idea di storia che puntualmente viene stravolta da un colpo di scena e poi da un altro ancora, a catena. Non ci si può annoiare leggendola.

  • User Icon

    Erika

    02/07/2015 11.33.09

    Non è tra i miei preferiti..però non male! In questo ci sono dei passaggi già vissuti che hanno perso un po' di freschezza.

Vedi tutte le 5 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione