Categorie

Kathy Reichs

Traduttore: R. Prencipe, M. Brindisi
Editore: Rizzoli
Collana: Vintage
Anno edizione: 2016
Formato: Tascabile
Pagine: 334 p. , Brossura
  • EAN: 9788817084086

91° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Thriller e suspence - Thriller

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    zombie49

    05/02/2017 07.57.58

    A Charlotte, North Carolina, una stravagante signora, Hazel “Lucky” Strike, si presenta nell’ufficio dell’antropologa legale Tempe Brennan. Appartiene alla pattuglia dei cyber segugi, investigatori dilettanti che cercano sul web tracce di persone scomparse. Ritiene che dei resti non identificati archiviati nell’istituto di medicina legale appartengano a una ragazza, Cora Teague, che secondo la famiglia si è invece allontanata volontariamente. La donna ha una chiavetta con la registrazione di grida di aiuto, e conduce la dottoressa Brennan a un belvedere remoto in un bosco, dove sono trovati altri resti umani. Non è possibile interrogare Lucky, però: anche lei è stata uccisa. L’inchiesta conduce Tempe e il vicesceriffo Ramsey a indagare presso la comunità integralista cattolica della famiglia di Cora, tra reticenze e superstizioni. La vicenda è più medica che gialla, e sono queste le mie storie preferite, perché Kathy Reichs è insuperabile nella descrizione realistica dei dettagli scientifici, nel panorama abbastanza scontato della letteratura poliziesca. Interessanti i due temi di sfondo al romanzo: la ricerca di persone scomparse attraverso i media e il web, con l’aiuto di cittadini comuni, una realtà che si è affermata nei paesi occidentali negli ultimi anni, e l’integralismo e l’intolleranza religiosi, che attraverso crociate apocalittiche di predicatori ossessionati manipolano persone ignoranti e suggestionabili fino a condurle all’omicidio nel nome di un dio. Esiste un fanatismo cristiano, specie negli Stati Uniti rurali: è un insieme di razzismo, superstizione, fobia x i diversi. Interessante lo studio sulle malattie mentali. In questo romanzo Kathy Reichs sviluppa i temi innovativi già accennati in “Le ossa non mentono”: il rapporto della dottoressa con la madre e la relazione con Ryan, finalmente più matura. L’ego di Tempe è però smisurato, e il lavoro, la sua ragione di vita. E’ originale anche il finale d’azione a sorpresa.

  • User Icon

    Adriana Rosas

    25/04/2016 07.30.47

    Ben congegnato e ben scritto, come sempre, pieno di colpi di scena; ma alcuni passaggi/schemi sono un po' ripetitivi. Comunque, una lettura piacevole.

  • User Icon

    elisa

    22/09/2015 18.31.47

    Molto meglio i primi libri di K. Reichs, imperdibili. Gli ultimi sono forse un po' ripetitivi in molte parti, tuttavia non me perdo uno.

  • User Icon

    Maria Vittoria

    21/09/2015 13.45.30

    Non mancano sicuramente i colpi di scena e devo dire che il finale mi ha abbastanza impressionato. Da leggere.

  • User Icon

    Pupottina

    12/08/2015 12.13.35

    Come suo solito, la Reichs parte da un'idea di storia che puntualmente viene stravolta da un colpo di scena e poi da un altro ancora, a catena. Non ci si può annoiare leggendola.

  • User Icon

    Erika

    02/07/2015 11.33.09

    Non è tra i miei preferiti..però non male! In questo ci sono dei passaggi già vissuti che hanno perso un po' di freschezza.

Vedi tutte le 6 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione