Categorie

Umberto Veronesi, Mario Pappagallo

Editore: Giunti Editore
Anno edizione: 2012
Pagine: 288 p. , ill. , Brossura

10 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Medicina - Medicina generale - Salute pubblica e medicina preventiva - Salute personale e pubblica

  • EAN: 9788809766877

Ci sono personalità esemplari, nel campo della scienza, della fede o della politica, i cui passi tracciano sentieri che verranno percorsi dalle moltitudini. Uno di questi uomini è Umberto Veronesi: non solo un oncologo di fama internazionale che ha dedicato tutta la sua vita alla ricerca sul cancro, ma anche un uomo che non si è mai tirato indietro di fronte ai grandi interrogativi della bioetica. Dall'alto della sua esperienza, quando viene pubblicato questo manuale ha 86 anni, Veronesi rappresenta anche il ritratto della salute. Lavora per dodici ore al giorno, fa attività fisica, si dedica alla lettura e ama andare al cinema e a teatro. Il segreto della sua energia risiede, a suo dire, nelle sue abitudini alimentari: è vegetariano.
In questo agile manuale, scritto a sei mani insieme al noto giornalista scientifico, Mario Pappagallo, e alla cuoca Carla Marchetti, non solo ci spiega le ragioni della sua scelta, ma ci mostra anche il percorso mentale e fisico che conduce alla decisione di diventare vegetariani. In primo luogo, spiega il professore, la sua scelta è legata ad un motivo etico: non si può dichiarare di amare gli animali, di soffrire a causa delle torture cui sono sottoposti, e continuare a mangiare la loro carne ogni giorno. Il secondo motivo per compiere questa scelta è legato alla protezione dell’ambiente e all’equilibrio della natura. È ferma convinzione di Veronesi che l’eccessivo consumo di carne potrebbe portare all’immissione nell’atmosfera di una quantità insostenibile di gas serra: una valida ragione per abbandonare il modello alimentare “Occidentale” in favore di un modello più consono all’armonia dell’ecosistema.
Infine, naturalmente, è la protezione della salute la terza ragione decisiva per passare al vegetarianesimo, in particolare la prevenzione dell’insorgere dei tumori. Una tesi sostenuta dall’oncologo in base ai più recenti studi sul genoma umano, che viene avvalorata e supportata dall’intervento di Mario Pappagallo, a cui è demandata la sezione del libro dedicata al rapporto tra alimentazione e salute. Grazie a numerosi esempi e alla descrizione dei risultati delle ricerche più all’avanguardia nel campo della prevenzione dei tumori, il giornalista spiega quali sono i fattori di rischio e soprattutto illustra tutti i piccoli accorgimenti da usare a tavola per aggirare il pericolo, come la scelta di alimenti colorati, la dieta antiobesità e quella antinvecchiamento.
Un ampio apparato teorico, quindi, che trova la sua logica conclusione nel ricettario vegetariano curato da Carla Marchetti, che chiude il volume. Più di 200 ricette semplici e gustose per chi è già vegetariano e per chi, al termine della lettura, abbia voglia di sperimentare un nuovo modo di approcciarsi con la natura e con il proprio corpo.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    lucio

    15/03/2012 11.20.04

    Questo volume scritto a sei mani è prevalentemente un libro di ricette. Comincia con una parte del prof. Veronesi (18 pagine) sulle ragioni della scelta vegetariana. Segue una parte di informazioni sanitarie sui benefici del vegetarianismo e sui danni del consumo di carne, di Mario Pappagallo (52 pagine). Poi viene un glossario dei termini tecnici (8 pagine). Infine il ricettario di Carla Marchetti (circa 220 ricette, 190 pagine). Gli autori chiariscono bene che le ricette non sono vegetariane pure, ma pensate per chi vuole avvicinarsi gradualmente alla dieta vegetariana. A parte le ricette, sulle quali lascio il giudizio al gusto personale di ciascuno, il pregio del volume non mi sembra l'originalità, perché la motivazioni e i concetti descritti sono facilmente reperibili su Internet gratuitamente, ma il fatto di presentare un pacchetto completo di teoria (le motivazioni e le informazioni) e pratica (le ricette), facilmente fruibile per il linguaggio sempre chiaro e sintetico, e di costituire una forma di donazione. Manca una bibliografia di approfondimento.

Scrivi una recensione