Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Il viaggio dell'elefante - José Saramago - copertina

Il viaggio dell'elefante

José Saramago

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Rita Desti
Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 15 ottobre 2015
Pagine: 201 p., Brossura
  • EAN: 9788807887109
Salvato in 102 liste dei desideri

€ 9,02

€ 9,50
(-5%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Il viaggio dell'elefante

José Saramago

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Il viaggio dell'elefante

José Saramago

€ 9,50

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Il viaggio dell'elefante

José Saramago

€ 9,50

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (13 offerte da 8,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un elefante di nome Salomone attraversa a piedi mezza Europa, da Lisbona alla Spagna e poi da Genova fino a Vienna, come regalo di nozze di Joao III, re del Portogallo, all'arciduca austriaco Massimiliano II. L'episodio storico del XVI secolo fornisce lo straordinario innesco narrativo per José Saramago per creare una grande avventura in cui sono percorse le strade del continente al seguito di Salomone: eserciti bislacchi, prepotenti figure di sangue blu, sacerdoti che a seconda delle circostanze esorcizzano l'elefante oppure ne supplicano il miracolo, in un'età che passerà alla storia come quella della Controriforma, ma anche cavalli, buoi e contadini. Su tutti si staglia la figura di Subhro, il conducente oltre che amico dell'elefante, che con il suo straordinario acume riesce a cavarsela sempre per il meglio, deridendo ogni volta le inutili arroganze del potente di turno. Favola raffinatissima ma anche grande metafora della vita: qui Saramago ha buon gioco nell'esercitare il suo migliore umorismo e la sua ironia graffiante verso la burocrazia e la corruzione intrinseca di tutti gli uomini.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,67
di 5
Totale 15
5
6
4
2
3
4
2
3
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Ania

    12/05/2020 12:51:53

    Racconto sagace e irriverente, non è intenso come "Cecità", ma offre comunque diversi spunti di riflessione.

  • User Icon

    dana63

    05/05/2020 21:32:36

    "Che cos'è un atto poetico,domandò il re, Non si sa mio signore,lo scopriamo solo quando è avvenuto". Ironico,arguto,irriverente, polemico, Saramago si conferma grande conoscitore dell'animo umano,nel "suo intimo profondo,laddove si dibattono le contraddizioni". Gioca con le parole,con la punteggiatura, con le miserie degli uomini (in fondo "siamo i difetti che abbiamo, non le qualità") con la storia,con la religione. Ci racconta il viaggio da Lisbona a Vienna, attraverso il Portogallo,la Spagna,l'Italia, le Alpi dell'elefante Salomone regalo del re João del Portogallo all'arciduca d'Austria. E lo racconta come solo lui sa fare, entrando ed uscendo dalla storia con digressioni, commenti,riflessioni. Si tratta di un"viaggio[...] che la storia ha lasciato registrato come fatto incontroverso e documentato, avallato dagli storici e confermato dal romanziere,cui si dovranno perdonare certe libertà in nome,non solo del suo diritto a inventare,ma anche della necessità di colmare i vuoti perché non andasse troppo perduta la sacra coerenza del racconto." Non mancano pagine di poesia:"un pallido chiarore cominciò a disegnare a oriente la curva della porta da cui sarebbe dovuto entrare il sole,mentre all'opposto la luna si abbandonava dolcemente fra le braccia di un'altra notte". Non ai suoi livelli più alti,ma comunque è sempre il Saramago che amo.

  • User Icon

    Simone

    02/12/2019 10:20:15

    Lo avevo già letto in passato, ma ne ho acquistata un'altra copia per fare un regalo di compleanno, e devo dire molto gradito. (Detto da una persona che ama viaggiare e ha girato il mondo, ma ha letto forse solo qualche libro in tutta la sua vita) Un capolavoro degno del nome del grande Saramago, bellissima storia e molto bello, sia il significato intrinseco che il finale, in cui la lacrimuccia è scesa. Lo consiglio!

  • User Icon

    Nacho Perez

    25/11/2019 19:23:07

    Il viaggio del elefante è secondo me il libro più leggero del grande maestro letterario, ma non per questo motivo da sottovalutare. La lettura scorre veloce e quasi fiabesca, pur narrando una storia reale. Il Re portoghese decide di fare un regalo al Re dell'Austria per abbonirselo, e quale miglior regalo se non quell'elefante che a Belem non ha spazio e sta invecchiando nella noncuranza dei regali portoghesi che lo posseggono e non sanno che farci. Ma l'elefante non può muoversi senza il suo fedele cornac e il cornac non ha senso di vivere senza l'elefante, sono parte l'uno dell'altro, allora anche lui verrà regalato ai regali d'Austria che gli cambieranno anche nome, poiché Friz suona meglio. Se pur uno dei libri più leggeri di Saramago, non vuol dire che non sia ugualmente spettacolare. Assolutamente da leggere!

  • User Icon

    lucy in the sky

    19/09/2019 14:27:49

    In questo romanzo, ambientato nell'Europa della Controriforma, si ritrovano tutti gli ingredienti più tipici di Saramago: il viaggio, motivato da cause quantomeno originali (in questo caso la consegna, da parte dei sovrani portoghesi agli arciduchi d'Austria, di un elefante indiano come dono di nozze); l'ironia verso religioni e superstizioni, sempre motivata da lucida razionalità; la critica verso i pregiudizi infondati. Come al solito la punteggiatura è quella peculiare di Saramago e riesce a creare un ritmo del tutto particolare, con dialoghi e riflessioni da acchiappare al volo. Saramago è sempre piacevole da leggere, anche se questo romanzo storico sui generis, garbato e sorridente, è meno cattivo nei confronti del potere di altre opere dell'autore portoghese.

  • User Icon

    Fabio

    12/09/2009 20:12:37

    E’ un libro affascinante, in cui l’autore mescola in modo originale ed intrigante il contenuto, lo stile e la forma. E’ una storia semplice, quasi fanciullesca, i cui protagonisti, l’elefante Salomone ed il subhro a lui addetto, sono di volta in volta affiancati da grandi personaggi (come il comandante lusitano o l’arciduca d’Austria) e piccole comparse la cui interazione viene canzonata bonariamente dall’autore per riflettere in modo a volte ironico ed a volte sarcastico sui piccoli vizi e le banali credenze di prototipi di uomini umili e nobili del XVI secolo, ma anche sulle sempiterne paure dell’uomo nei confronti della natura e degli altri uomini. La modalità scelta per scriverlo è a sua volta particolare; la regola è che non ci sono regole: niente maiuscole per nomi personali, di città o altro, se non a seguire i punti, dialoghi confusi nel testo con la sola accortezza della maiuscola iniziale (qui sì...) e di una virgola a separare botta e risposta, testo a capo solo a segnalare in modo teatrale la chiusura della scena ed infine nessun punto di domanda o esclamativo. Per non parlare degli incisi: in una frase ne ho contati almeno 6 e seguirli tutti non è stata impresa da tutti... Non un libro facile da leggere, ma sicuramente interessante, anche se credo che meglio sarebbe leggerlo in lingua originale vista l’importanza di stile e forma.

  • User Icon

    buricio

    21/07/2009 18:51:17

    Va beh che passare dalla lettura di "Cecità" a quella di qualsiasi altro libro è opera ardua, vista la grandiosità del primo...ma questo ultimo lavoro di Saramago mi ha lasciato proprio pochino...coinvolgimento zero (magari non ci si aspetta per forza quello), solo qualche isolato lampo di genio.

  • User Icon

    Rossana Marsano

    09/07/2009 18:05:37

    Che il Maestro Saramago non sia un semplice cantastorie, è fatto notorio. Una scorsa di tutta la sua copiosa produzione lo attesta più pensatore raffinato, filosofo atipico, che narratore tout court. L’ultimo gioiellino (Il viaggio dell’elefante) conferma questa qualità altissima della pagina saramaghiana, di costruire sul tessuto di un fatto – che alla fine si dà come semplice ubi consistam, come materia grezza per edificare “altro” – tutto un impianto di pensiero dove il profilo sociologico si lega a quello semiologico, quello semiologico a quello storico, quello storico a quello più sottilmente letterario, in una complessità ingegneristica che pure non appesantisce mai la penna, ché in ultima analisi è poi il sorriso sornione e canagliesco dell’umorismo ad agglutinare dentro un messaggio divertito di divertito nichilismo. Così non si creda che il Maestro si sia limitato a rendere grazioso e godibile l’evento minore di un cadeau atipico che la Storia pure annovera nei suoi archivi. Il viaggio dell’elefante Salomone-Solimano - offerto in dono da dom João all’Arciduca Massimiliano d’Austria - si trasforma, sotto la potenza immaginifica dell’inchiostro saramaghiano, in un teatro dove sono scolpiti, sotto la luce tagliente del riflettore, gli ingranaggi tutti della macchina politica e sociale del Mondo Occidentale. L’incidente diplomatico tra cavalleria portoghese e cavalleria austriaca, alle porte di Figueiro de Castelo Rodrigo, o ancora il miracolo di Salomone-Solimano davanti la Basilica di Sant’Antonio, sono solo alcuni degli episodi esilaranti e parossistici attraverso cui, narrandoli, il Maestro indaga la vanità, la scellerata “cecità” dell’uomo. Pure il libro non perde di affettività. All’elefante ci si affeziona, convivendo il suo destino di cattività affidato alle intemperie dell’umano capriccio. E mai lo si vorrebbe abbandonare. Ma le pagine corrono leggere, veloci. Trasportando chi legge nella malia di un soffio.

  • User Icon

    CristianoR

    11/06/2009 22:40:09

    Ottimo esercizio di stile, ma poco coinvolgente.

  • User Icon

    paola

    24/05/2009 00:46:23

    Un libro ameno, che ci culla e ci sorride ad ogni riga; un viaggio rilasssante al ritmo narrativo che è solo di Saramago e di coloro che lo sanno ascoltare

  • User Icon

    NADIA3

    18/05/2009 11:37:07

    Impegnativa la scrittura ma impegnativa anche la lettura di questa favola di Saramago che porta l'elefante Salomone dalle mie parti.Ho avuto più difficoltà a leggere questo libro che altri suoi(cecità o la zattera di pietra)per l'uso un pò contorto che fa della punteggiatura tanto che, in certi casi,si perdeva quasi il filo del discorso.Comunque resta sempre un grande Autore e speriamo che ci regali tante altre opere di grande spessore come solo lui sa fare.

  • User Icon

    Tiziano

    11/05/2009 10:27:45

    Non l'ho trovato così entusiasmante, mi ha coinvolto poco nonostante conosca buona parte dei luoghi citati. E' il primo libro di Saramago che leggo, ammetto che la punteggiatura mi ha messo parecchio in difficoltà almeno nella prima parte del racconto.

  • User Icon

    Claudio

    09/05/2009 19:21:00

    Adoro Saramago, ma questo libro ho fatto davvero fatica a terminarlo.

  • User Icon

    Roberto

    26/04/2009 12:15:19

    Condivido pienamente quanto scritto nella recensione precedente per quanto riguarda la lettura di questo libro.La scrittura di Saramago e'l'elogio alla parola,e'l'ironia ai massimi livelli,e'l'antitesi alla banalita'e all'ipocrisia.Un elogio va anche a Rita Desti,sua traduttrice.

  • User Icon

    artura

    18/04/2009 20:32:49

    Io ho fatto il viaggio insieme all'elefante Salomone/Solimano, sono stata seduta con Subhro/Fritz sulla testa del pachiderma. Ho avuto freddo, ho avuto caldo, ho fatto amicizia con l'ufficiale, ho assistito al "miracolo" voluto dalla chiesa. Il leggero tocco di Saramago nel raccontare un viaggio così duro e faticoso mi ha lasciato completamente priva di identità, e malgrado sia tanto stanca, sarei già pronta per intraprederne un altro purche' sempre in compagnia dell'autore, mio scrittore preferito in assolutoooooooooooo.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente
  • José Saramago Cover

    Narratore, poeta e drammaturgo portoghese, ha vinto il Premio Nobel per la Letteratura nel 1998. Costretto a interrompere gli studi secondari fece varie esperienze di lavoro prima di approdare al giornalismo che ha esercitato con successo su vari quotidiani. Dopo il romanzo giovanile Terra e due libri di poesia caratterizzati da una forte sensibilità ritmico-lessicale, si è rivelato acquistando fama internazionale con un'originale produzione narrativa in cui rielaborazione storica e immaginazione mistica e allegorica, realtà e finzione si mescolano in un linguaggio tendenzialmente poetico e vicino ai modi della narrazione orale. Tra le sue opere più note pubblicate da Feltrinelli: Il vangelo secondo Gesù Cristo, Cecità, Tutti i nomi, L'uomo duplicato,... Approfondisci
Note legali