Vita 3.0. Essere umani nell'era dell'intelligenza artificiale - Virginio B. Sala,Max Tegmark - ebook

Vita 3.0. Essere umani nell'era dell'intelligenza artificiale

Max Tegmark

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Virginio B. Sala
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 6,62 MB
Pagine della versione a stampa: 452 p.
  • EAN: 9788832850512
Salvato in 9 liste dei desideri

€ 19,99

Punti Premium: 20

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

In che modo l’intelligenza artificiale influirà su criminalità, giustizia, occupazione, società e sul senso stesso di essere umani? Come possiamo far crescere la nostra prosperità grazie all’automazione senza che le persone perdano reddito o uno scopo? Quali consigli dobbiamo dare ai bambini di oggi per la loro futura carriera lavorativa? Dobbiamo temere una corsa agli armamenti con armi letali autonome? Le macchine alla fine ci supereranno sostituendo gli umani nel mercato del lavoro? L’intelligenza artificiale aiuterà la vita a fiorire come mai prima d’ora o ci darà un potere più grande di quello che siamo in grado di gestire? Questo libro offre gli strumenti per partecipare alla riflessione sul tipo di futuro che vogliamo e che noi, come specie, potremmo creare. Non teme di affrontare l’intero spettro dei punti di vista o i temi più controversi: dalla superintelligenza al significato dell’esistenza, alla coscienza e ai limiti ultimi che la fisica impone alla vita nel cosmo.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 1
5
0
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Giovanni Straffelini

    02/07/2018 13:02:33

    Sicuramente Max Tegmark è un ottimo divulgatore e suoi libri si leggono con interesse. Tra l’altro sul tema di “Vita 3.0” ha investito un impegno speciale, visto che ha organizzato convegni e raccolto il parere di diversi esperti di intelligenza artificiale. Il risultato del lavoro è interessante ma non eccellente. Primo perché l’autore attinge a piene mani a scritti e film di fantascienza per cui le riflessioni, soprattutto nei capitoli centrali, hanno ben poco di scientifico. Poi perché l’autore relega ai capitoli finali, e con esiti a dir poco dubbi, il tema centrale del discorso, vale a dire il tema della “coscienza”. Come si fa a sapere se le macchine hanno coscienza (e se potranno mai averla, e se pertanto dobbiamo assegnare loro particolari diritti come vorrebbe Tegmark, invece di trattarle come ‘schiavi’) se non sappiamo quali meccanismi portano alla coscienza negli esseri umani? Tegmark è un fisico sicuramente, questa è la mia impressione, riduzionista, ma quando parla della coscienza non prende atto che il problema è un enigma irrisolvibile, ricorre al falso argomento dell’emergenza. La coscienza sarebbe allora un qualcosa che emerge come per magia dal complesso sistema neurale posizionato del nostro cervello. E a esemplificare la cosa ripropone il trito, e ahimè sbagliato, esempio dell’acqua bagnata… L’essere bagnato sarebbe un fenomeno emergente che coinvolge molte molecole d’acqua. Peccato che non sia così. La bagnabilità riguarda la capacità di una sostanza, come l’acqua, di aderire su una superficie (come la nostra mano). L’adesione avviene perché l’acqua è formata da tante molecole polari che si comportano come minuscole calamite che si attaccano alle superfici. La bagnabilità è interpretabile comunque sulla base della proprietà elettromagnetiche di ogni singola molecola. Pertanto, come la mettiamo con la coscienza e le sue relazioni con l’intelligenza artificiale?

  • Max Tegmark Cover

    Svedese di nascita e americano d’adozione, è uno dei più noti e discussi fisici teorici viventi. Cosmologo di chiara fama, è professore presso il Massachusetts Institute of Technology.Autore o coautore di oltre duecento articoli specialistici, Tegmark ha ottenuto il Ph.D. presso l’Università della California a Berkeley. Da qui si è trasferito al Max-Planck-Institut für Physik di Monaco di Baviera, per poi tornare negli Stati Uniti, prima all’Institute for Advanced Study di Princeton e in seguito all’Università della Pennsylvania. Dal 2004 insegna stabilmente al MIT di Boston. Può vantare numerosi riconoscimenti, tra i quali la «scoperta dell’anno 2003» secondo la prestigiosa rivista «Science»,... Approfondisci
Note legali