Vite degli uomini illustri - Achille Campanile - ebook

Vite degli uomini illustri

Achille Campanile

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Rizzoli libri
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 287,07 KB
Pagine della versione a stampa: 172 p.
  • EAN: 9788858649404
EBOOK € 4,99
Salvato in 3 liste dei desideri

€ 4,99

Punti Premium: 5

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Da Alessandro Magno a Giacomo Casanova, dall'uovo di Dante all'asino di Buridano, dalla moglie di Socrate a Cristoforo Colombo, dall'invenzione di Gutenberg alla cuoca di Molière, i grandi personaggi della storia alla prova dell'esame di Campanile, visti di scorcio, colti in un piglio particolare, inconsueto e quasi sempre sconosciuto in ritratti comici, a volte ridicoli.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,13
di 5
Totale 8
5
5
4
1
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Miciogatto1

    22/04/2019 07:00:41

    Ottimo servizio, bel libro vecchio ritrovato

  • User Icon

    Cristiano Cant

    12/08/2015 08:39:10

    Casanova non poteva avere tante donne; venti e passa volumi di memorie e altri lavori, persino l'Iliade studiata rigo per rigo e tradotta in versi; tutta una farsa quella di vantare conquiste e conquiste, una copertura a velare lo scorno per una logora vita di scrittura. Il tronfio inavvicinabile Richelieu che minaccia di impiccare il primo di cui vedrà tre righe scritte (perché solo le sue contano). Da qui lo smarrimento non lieve di un uomo che un giorno andò a trovarlo e che, partendo, si sentì dire dal cardinale:"Appena arrivi mandami un rigo". Campanile è un genio, e al genio si perdona tutto; la salvifica maschera a storpiare un sorriso falso, le irriverenze a sdrucire una frase colta, il lento sbriciolarsi nelle piccolezze più infami di vite al sommo del successo (Colombo nasconde l'uovo nel cassetto perché vuole farsi uno zabaione solo per sé. Gli altri dell'equipaggio troveranno un giorno lo strano oggetto, e resteranno allibiti: era l'uovo di Colombo). Scherzi raffinatissimi e scoperte elementari, come a ribaltare in un'esagerata, gonfiata rilettura storica, la seriosità e la grandezza di uomini eccelsi. Immenso in tal senso la vita di Galileo, tutta giocata su un verbo che storce una parola: "Galileo: ho scoperto che il mondo si muove. - Granduca: e come avete fatto? - Galileo: col pendolo. - Granduca: colpendolo, come, con che cosa? - Galileo: col pendolo, soltanto col pendolo". Imperdibile, come la vita e l'opera tutta di questo meraviglioso scrittore.

  • User Icon

    Simone

    09/11/2007 11:50:50

    Il libro più divertente che abbia mai letto.

  • User Icon

    Marco Lancieri

    06/09/2006 01:58:12

    Mi dispiace ripetermi... ma leggo un giudizio basso (addirittura 1/5) e così mi vedo costretto a fare una precisazione. A parte il fatto che ovviamente Campanile non necessita della mia difesa (basterebbe leggere qualche commento sul buon Achille di un personaggio a caso, come Umberto Eco), ma vi consiglio di non prendere troppo sul serio gente che lo giudica "molto mediocre". E' paradossale che certa gente parli in modo sprezzante di uno dei protagonisti della nostra letteratura del '900 (accostandolo a studenti di liceo) e infili uno strafalcione del genere (MOLTO mediocre cosa significa? Mediocrissimo?) nel proprio commento... mah... Io vi consiglio di leggere un paio di pagine di questo libro: capirete al volo che genio, poco mediocre, sia Campanile. Ciao a tutti!

  • User Icon

    Andrea

    08/09/2005 13:42:05

    Sarò schietto, rasentando la brutalità: questo è un libro molto mediocre. Scritto con grande furberia e compiacimento. Il meccanismo narrativo è il medesimo in ogni capitolo del libro: una fiacca intuizione comica viene protratta per l'intera durata del capitolo, senza aggiungere alcunchè. Ciò che si potrebbere risolvere con buon gusto in una riga, viene qui maldestramente dilatato per pagine, producendo un effetto devastante nell'umore del lettore, il quale, se non altro, vedrà con limpida facilità quanta poca abilità serva per divenire autori esaltati dalla critica. Un umorismo banale e atono, innocuo e depressivo, costruito su battute tutt'altro che geniali, facilmente riscontrabili in ogni classe di qualsiasi liceo classico di ogni città. C'è un'età per tutte le cose, e qui abbiamo abbondantemente passato la linea del buon gusto.

  • User Icon

    very17

    16/02/2005 12:16:14

    quello che mi è piaciuto di + è il tasso barbassso!

  • User Icon

    Marco Lancieri

    24/04/2003 11:41:21

    Semplicemente geniale. Ogni libro di Campanile vale la pena di essere letto, ma questo è davvero speciale: il più grande umorista italiano del '900 prende in giro i grandi della storia, i lettori e, forse, anche se stesso in una serie di racconti di raffinata comicità. Ripeto: un genio.

  • User Icon

    Maurizio Froldi

    09/01/2002 22:59:10

    Sarei molto curioso di sentire il parere di un ventenne su questo libro. Forse resterebbe sconcertato. Lo penso, perché anche chi conosce Campanile (e lo ama) ha, qua e là, qualche perplessità, peraltro presto compensata dai lampi di genio umoristico. Straordinaria, in questo libro, la pagina con gli esempi di lettere che vengono scritte non per i destinatari reali, ma per la lettura degli eventuali posteri.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente

Da Alessandro Magno a Giacomo Casanova, dalla moglie di Socrate a Cristoforo Colombo, i grandi personaggi della storia alla prova dell'esame Campanile.

  • Achille Campanile Cover

    Achille Campanile nasce a Roma il 28 Settembre 1899. Nonostante alcune biografie, anche significative ed importanti, gli assegnino come anno di nascita il 1900, la data del 1899 è certa come provano diversi documenti ufficiali. E non è escluso che fosse sua la civetteria di togliersi o aggiungersi un anno. Cominciò a scrivere giovanissimo. Gli inizi col giornalismo alla «Tribuna» e all'«Idea Nazionale» e poi al «Travaso», in pieno fascismo. Ma anche il teatro con le prime Tragedie in due battute, in cui prevale il gusto per i giochi di parole ed un clima surreale. Lodi appassionate e critiche feroci accompagnarono le prime rappresentazioni di L'amore fa fare questo e altro nel 1930. Infine i romanzi come mezzo di raccontare superiore... Approfondisci
Note legali