I vitelloni

Con la tua recensione raccogli punti Premium

12° nella classifica Bestseller di IBS Film Film - Commedia - Commedia all'italiana

Salvato in 68 liste dei desideri

€ 12,99

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
DVD

Altri venditori

Mostra tutti (5 offerte da 10,48 €)

Cinque uomini tentano di ingannare la noia trascorrendo le serate al cinema, al caffè intorno ad un biliardo, progettando scherzi goliardici, cogliendo tutte le occasioni per far festa. Solo uno di loro, il più generoso e maturo del gruppo, riesce a decifrare le proprie ansie, e ad avvertire l'insipienza di quella condizione di adolescenza prolungata; e una mattina senza dir niente pianta tutto e tutti e va a cercare fortuna nella capitale.
4,78
di 5
Totale 9
5
8
4
0
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    manu

    13/05/2020 20:56:27

    E' un capolavoro assoluto della cinematografia mondiale, un dei migliori film di Fellini. Un ritratto della società italiana di provincia degli anni '50 magistrale. I personaggi sono dipinti come solo Fellini sapeva fare.

  • User Icon

    santo

    31/03/2020 16:13:34

    bellissimo film,consiglio di vederlo!

  • User Icon

    Guido

    18/02/2020 14:11:02

    C’è già tutto il cinema caratteristico di Fellini ne I Vitelloni, un film dal tratto neorealista ma anche comico, grottesco e nostalgico. Illusioni e disillusioni, speranze e difficili realtà alle quali non si vuole guardare. E c’è soprattutto, in fondo, un’amara consapevolezza della vita che passa e dei treni che si sta perdendo. Lo stesso treno che solo Moraldo, alla fine, avrà il coraggio di prendere.

  • User Icon

    Gostvraiter

    08/05/2019 13:21:38

    Tra autobiografia e invenzione, Federico Fellini (che ha scritto il film insieme a Ennio Flaiano e Tullio Pinelli) firma un capolavoro raccontando la vita di provincia di un gruppetto di giovanotti sfaccendati e immaturi che “sprecano l’esistenza” tra scherzi, sogni, frustrazioni, avventure sentimentali, notti spensierate. «I vitelloni» è un ritratto malinconico, affettuoso ma caustico, e soprattutto spontaneo, di una gioventù borghese e oziosa che non sa che strada prendere, con personaggi magistralmente tratteggiati e atmosfere indimenticabili (come nelle passeggiate notturne nelle vie deserte o in spiaggia durante l’inverno). Fra gli interpreti figura anche Riccardo Fellini, fratello minore del regista.

  • User Icon

    Andrea

    21/09/2018 11:59:11

    Un grande film di un grande regista. Sarà indubbiamente da questo film che verrà preso lo spunto per il film Amici miei che verrà realizzato nel 175 da Mario Monicelli. Quindi il film "i vitelloni" merita un riconoscimento particolare nella storia del cinema italiano, in particolare nella commedia del nostro cinema.

  • User Icon

    ILSanto

    15/08/2017 16:11:15

    Capolavoro assoluto

  • User Icon

    Michele Bettini

    11/04/2017 15:36:43

    Un film qualunque, poco meglio di un fotoromanzo. Se non fosse stato prodotto nessuno se ne sarebbe accorto.

  • User Icon

    Ernesto

    06/03/2017 20:52:35

    Il precedessore di "Amici miei". Memorabile la scena dove Alberto a bordo di un'auto scoperta irride dei operai sul bordo della strada facendo il gesto dell'ombrello dicendogli: "Lavoratori... Prrrrrrr...(pernacchia)". Peccato che poco più avanti l'auto ha causa di un guasto si blocca, costringendo Alberto e amici ad una precipitosa fuga. A piedi naturalmente, inseguiti dagli operai imbestialiti. Come detto sopra memorabile.

  • User Icon

    Davide

    10/11/2013 18:44:39

    Il Fellini da riscoprire : lontano dall'apice visionario de "La dolce vita" e "8 1/2" , bensì immerso in una dimensione nostalgica genuina e sincera, già connotata talora da funzionali sprazzi barocchi ( la festa di carnevale, il tentativo di seduzione sulla spiaggia di notte). Narrativamente impeccabile, attori bravissimi ( tra i quali un Sordi effeminato che già spicca su tutti) , si avvale anche della colonna sonora di un già meraviglioso Nino Rota. Con un delizioso omaggio al "Monello" di Chaplin.

Vedi tutte le 9 recensioni cliente

1954 - Nastro d'Argento - Miglior attore non protagonista - Sordi Alberto

  • Film in bianco e nero
  • Produzione: Mustang Entertainment, 2013
  • Distribuzione: Mustang
  • Durata: 99 min
  • Lingua audio: Italiano (Dolby Digital 1.0 - mono)
  • Lingua sottotitoli: Italiano per non udenti
  • Formato Schermo: 1,33:1
  • Area2
  • Contenuti: presentazione: presentazione di Maurizio Porro; documentario: Documentario: Cinema Forever - Pagine d'epoca; foto
  • Federico Fellini Cover

    Federico Fellini cresce in una famiglia piccolo-borghese, la madre casalinga e il padre rappresentante di commercio di generi alimentari. Si iscrive al liceo classico di Rimini. Guadagna i primi soldi come caricaturista realizzando ritratti di attori celebri per il cinema Fulgor di Rimini. La sua attività di disegnatore e caricaturista continua anche negli anni successivi e gli frutta collaborazioni con giornali e riviste, tra cui la Domenica del Corriere e il settimanale fiorentino 420. Nel gennaio 1939 si trasferisce a Roma. Dice di volersi iscrivere alla facoltà di Giurisprudenza ma è solo una scusa perché in realtà è interessato al mondo dell'avanspettacolo e della radio. Conosce Aldo Fabrizi, Erminio Macario e Marcello Marchesi e comincia a scrivere... Approfondisci
  • Franco Interlenghi Cover

    Attore italiano. Esordisce da adolescente con una piccola parte in Sciuscià (1946) di V. De Sica. Dopo una lunga serie di ruoli secondari (su tutti quello di Claudio in I vinti, 1953, di M. Antonioni) è tra i protagonisti di I vitelloni (1953) di F. Fellini. La sua recitazione pacata e il suo candore quasi infantile si prestano spesso alla costruzione di personaggi ingenui, pronti a lasciarsi trascinare verso il male prima di recuperare la propria integrità morale. Recita spesso con M. Bolognini (tra gli altri è in Giovani mariti, 1958), M. Monicelli (Padri e figli, 1957) e R. Rossellini (Viva l’Italia!, 1960). Dirada progressivamente le sue apparizioni cinematografiche e lavora molto in teatro (Morte di un commesso viaggiatore, 1951, per la regia di L. Visconti). Tra i suoi film più recenti... Approfondisci
  • Alberto Sordi Cover

    "Attore e regista italiano. Comincia a recitare a metà degli anni ’30 dividendosi fra l’avanspettacolo, il teatro di rivista e piccole comparse al cinema (dà la voce a Ollio/O. Hardy). Il primo film da coprotagonista è I tre aquilotti (1942) di M. Mattòli, anche se negli anni ’40 i maggiori successi gli vengono dal teatro leggero e dalla radio, medium nel quale S. sperimenta e costruisce una galleria di personaggi che porterà infinite volte e con grande successo al cinema, ritraendo un uomo banalmente medio la cui apparente cattiveria nasconde una malcelata ingenuità, un cialtrone sostanzialmente vigliacco, uno sbruffone succube delle circostanze, un individuo in bilico fra la tragedia e la farsa. F. Fellini si accorge del suo immenso talento e lo chiama a interpretare il meschino divo dei... Approfondisci
  • Franco Fabrizi Cover

    "Attore italiano. Formatosi nel teatro (lavora anche per L. Visconti) e soprattutto nella rivista dell’immediato dopoguerra, si afferma in I vitelloni (1953) di F. Fellini, in cui (pur doppiato da N. Manfredi) delinea il personaggio del bel seduttore sfaccendato e fanfarone, dai tratti candidi e insicuri, al quale resterà legato per sempre. La romana (1954) di L. Zampa e Il bidone (1955) ancora di Fellini ne rivelano le interessanti doti drammatiche. In seguito le sue interpretazioni si dividono tra commedie un po’ esili, dallo scarso rilievo psicologico, come Mariti in città (1957) di L. Comencini o Costa azzurra (1959) di V. Sala, e opere più impegnative, come i film di P. Germi Signore e signori (1965) e Le castagne sono buone (1970). Gli anni ’70 e ’80 lo vedono alle prese ora con film... Approfondisci
Questo prodotto lo trovi anche in:
Note legali