Collana: La memoria
Edizione: 2
Anno edizione: 1997
In commercio dal: 30 aprile 1998
Pagine: 208 p.
  • EAN: 9788838913976
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Annarita

    27/11/2012 00:06:21

    Marisa Fenoglio, emigrata in Germania al seguito del marito, racconta la sua condizione di "moglie di". Poco dopo la guerra, appena all'inizio della ripresa economica, Marisa, donna italiana degli anni '50, sceglie di ignorare la propria dimensione individuale per seguire il marito chiamato a dirigere un'industria nascente in un anonimo paese della Germania ovest. In maniera semplice e diretta ci riporta le lacerazioni del suo stato d'animo di emigrante, la sofferenza e lo straniamento provato. E' un excursus onesto: dall'invidia per l'emancipazione femminile delle donne tedesche, alle sue insicurezze di giovane mamma lontana dai luoghi e dalla cultura delle sue origini. Incapace di sentirsi compresa tanto in Germania quanto in Italia, passerà da una forma di chiusura netta in cui l'unico contatto sarà quello con una donna italiana che condivide la sua stessa esperienza, a piccoli passi verso l'accettazione e l'integrazione mossi per lo più per amore materno, fino alla comprensione dell'importanza di vivere appieno la sua dimensione umana. E sarà assecondando la sua antica passione per il canto, ritrovato e ancor più goduto grazie alla musicalità della lingua tedesca per la quale, nonostante tutto, scoprirà di avere una spiccata attitudine, che Marisa saprà finalmente dare una risposta alla sua ricerca di appartenenza. Onesto e sentito.

  • User Icon

    Barbara

    02/10/2012 21:51:51

    Ho letto questo libro la prima volta dieci anni fa e l'ho riletto ieri tutto di un fiato. Dopo dieci anni e più di Germania ti accorgi di quanto é vero quello che é descritto... un libro che entra nelle pieghe dell'anima dell'emigrante e che ne approfondisce e descrive i risvolti più profondi. Bellissimo.

Scrivi una recensione

Nessun emigrato conosce alla partenza la portata del suo passo. Il suo sarà un cammino solitario, incontrerà difficoltà che nessuno gli ha predetto e a ogni ritorno constaterà quanto poco sappiano coloro che restano di ciò che capita a coloro che sono partiti.