La voce del violino

Andrea Camilleri

Collana: La memoria
Edizione: 13
Anno edizione: 1997
In commercio dal: 12 dicembre 1997
Pagine: 222 p.
  • EAN: 9788838914058
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

"Il commissario invece era di Catania, di nome faceva Salvo Montalbano, e quando voleva capire una cosa, la capiva. " Quarta inchiesta per Salvo Montalbano, 'il Maigret siciliano' di stanza a Vigàta, "il centro più inventato della Sicilia più tipica". Questa volta Montalbano deve trovare il colpevole dell'omicidio di una bella signora vigatese, assassinata nella sua villa. Ma i problemi di vita privata non sono meno spinosi per il commissario: c'è la questione del figlio adottivo e quella dell'eterna fidanzata Livia, che punta decisa al matrimonio...

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 5,40

€ 10,00

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Mick

    24/10/2018 21:12:03

    È il primo romanzo di Camilleri che leggo e l'ho trovato molto bello. Premettendo che i gialli non fanno per me (alla fine, quando c'è la ricostruzione della vicenda, mi sfugge sempre qualcosa e non riesco a capire i nessi tra i ragionamenti), l'ho trovato molto scorrevole, anche nelle parti davvero siciliane, con atmosfere realistiche e dialoghi veri. La storia incuriosisce e spinge ad andare avanti. Peccato per non essere riuscito a capire tutti i perché della vicenda, ma come detto non è una novità per me.

  • User Icon

    Ste

    22/09/2018 15:06:03

    Libro con storia avvincente delle indagini del commissario Montalbano, da leggere come tutti gli altri libri di Camilleri.

  • User Icon

    Noemi

    16/09/2014 18:10:40

    Questo è il primo romanzo di Camilleri che leggo e sono rimasta sbalordita dall'enorme bravura del Maestro Camilleri. La soluzione è abbastanza scontata, ma la maestria dell'autore riesce a mantenerla celata fino alla fine.

  • User Icon

    Fabio74

    14/01/2014 18:29:53

    Anche in questa quarta indagine del commissario Montalbano tutto come al solito e cioe' trama bellissima che mi ha preso fin dalla prima pagina e poi...si arriva in fondo e mi accorgo che me lo sono mangiato nel giro di pochi giorni.Con Camilleri e il commissario la lettura serale e' uno dei momenti piu' attesi della giornata.Grazie.Ciao a tutti e al prossimo

  • User Icon

    gmb

    08/01/2009 13:30:37

    Bella avventura di Montalbano. Si legge che è un piacere. Consigliato.

  • User Icon

    Roderick

    13/11/2008 10:02:59

    Con LA VOCE DEL VIOLINO siamo arrivati alla quarta lettura sul commissario Montalbano. Il romanzo presenta un intreccio giallistico molto complesso e ben strutturato (migliore, secondo me, anche de IL LADRO DI MERENDINE, che comunque consiglio). Ma il bello di questi romanzi non è tanto l'intreccio giallo, bensì la descrizione che Camilleri fa della Sicilia con i suoi paesaggi e i suoi sapori. Bellissima anche la caratterizzazione di molti personaggi, sempre molto realistica. Un plauso inoltre per aver creato il personaggio di Catarella che anche in questo romanzo da il meglio (peggio?) di sè.

  • User Icon

    Marco

    28/10/2007 16:00:21

    Sto leggendo le avventure del commissario Montalbano in ordine cronologico, e, seppure io abbia trovato molto carini anche i primi tre volumi, questo quarto libro è, fino ad ora, di gran lunga il più bello della serie. Camilleri è riuscito con questa avventura a scrivere un romanzo delizioso, dalla trama molto avvincente, e con un approfondimento psicologico non trascurabile. Leggerò al più presto il libro successivo, ovvero "La gita a Tindari"!

  • User Icon

    senna

    26/10/2007 10:53:41

    Mi sono un po rovinato la lettura avendo visto prima la puntata della serie tv.........ma resta un'altra bella vventura del commissario

  • User Icon

    Loredana

    01/09/2007 17:51:36

    Do subito il massimo dei voti alla voce del violino per fermarmi un attimo a pensare che solo fino a un mese fa conoscevo l'imitazione di Fiorello e Luca Montalbano Zingaretti ma non avevo mai letto un libro di Camilleri, il che per fare un esempio è come mangiarsi un buon piatto di pasta senza aver mai visto un campo di grano sotto il sole...! E allora ringrazio Fiorello e Zingaretti che mi hanno condotto a Camilleri oppure Camilleri che li ha ispirati ispirandomi? Nel dubbio ringrazio tutti e 3!!!

  • User Icon

    pasquale

    12/04/2007 09:04:28

    CHE ALTRO AGGIUNGERE DI CAMILLERI. E' SEMPRE UN PIACERE LEGGERE LE AVVENTURE DI SALVO MONTALBANO ANCHE SE SI SONO GIA' VISTE COME IN QUESTO CASO RIPORTATE SULLO SCHERMO. MA IL PIACERE, LO RIPETO, E' SEMPRE ENORME.VOTO 5 CONVINTO.

  • User Icon

    Vicky Vale

    23/12/2005 08:57:12

    Grande Camilleri ancora una volta!

  • User Icon

    MaunaKea

    30/08/2005 21:08:53

    La Quarta avventura del commissario Montalbano, forse la piu' compiuta a livello giallistico, come intreccio. Il consiglio pero' e' quello di non leggere questi gialli in ordine sparso, altrimenti i personaggi principali non sono delineati a tutto tondo e ci sono riferimenti poco comprensibili. Prima edizione 1997. La lettura prolunga o la rilettura di Camilleri-Montalbano mi profduce due efftti principali: il primo, e' che comincio ad inserire parole siciliane qua e la' mentre parlo o cerco l'equivalente in italiano per qualche secondo, perche' sulle prime mi viene la parola siciliana, a me che siciliana non sono. Secondo, debbo assolutamente preparare pesce per cena perche' mi si smorca un appetito ittico... ecco l'ho rifatto :-)

  • User Icon

    Agnese

    11/07/2005 11:12:08

    LEGGO ORMAI DA MOLTI ANNI CAMILLERI E ADORO FARMI TRASPORTARE E CULLARE DALLE EMOZIONI CHE MI TRASMETTE OGNI SUO SINGOLO LIBRO. LA FIGURA DI SALVO POI, E' SEMPREVERDE E INTRAMONTABILE. CRESCE CON TUTTI NOI, INVECCHIA COME NOI, SOFFRE ED AMA COME NOI. E' UN VERO PERSONAGGIO. "LA VOCE DEL VIOLINO" SECONDO IL MIO PARERE, RIMANE IL CAPOLAVORO IN ASSOLUTO DELLE AVVENTURE DEL COMMISSARIO MONTALBANO, ANCHE DELLE ULTIME. COMUNQUE, SPERO NON SMETTA MAI DI SCRIVERE, IL GRANDE CAMILLERI.

  • User Icon

    gecogeco

    26/01/2005 16:04:53

    spettacolare (come sempre)

  • User Icon

    mirella

    18/01/2005 21:54:36

    Tra i libri di Camilleri, secondo me, è il più bello nella stesura, elegante e delicato nelle descrizioni.I personaggi ne escono ben definiti nelle loro debolezze semplicemente umane.

  • User Icon

    Andy

    20/07/2004 15:12:06

    Bello come me! ciao jacopo! Lo consiglio a tutti buona lettura!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  • User Icon

    JAcopo Andermarcher

    20/07/2004 15:06:21

    Troppo Bello!

  • User Icon

    Diego

    28/01/2004 20:28:21

    Semplicemente divino

  • User Icon

    Tunella

    25/07/2003 12:33:27

    Bello Bello Bello!Ancora una volta grazie Camilleri!Si legge d'un fiato e vorresti che non finisse cosi in fretta...da gustare in tutte le sue sfaccettature: la realta' siciliana, i caratteristici posti, le strade di campagna che solo alcuni sono a conoscerle, il mitico catarella, il mistero che affiora in tutte le pagine. Insomma ancora complimenti conpaesano!

  • User Icon

    Marl

    27/11/2002 01:43:44

    Certo che quando Camilleri ci si mette.........

Vedi tutte le 25 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione


scheda di Bertini, M., L'Indice 1998, n. 6

Tutti i romanzi di Andrea Camilleri hanno con la realtà siciliana un rapporto peculiare e vivissimo: non si limitano a rappresentarla, mettendone a fuoco con nettezza piaghe antiche o recenti, ma la rappresentano in un linguaggio che le appartiene, estrosamente impastato di vocaboli dialettali, di neologismi espressivi, di calchi esilaranti del parlato quotidiano. Giunto alla sua quarta avventura nell'immaginaria (ma estremamente credibile) cittadina di Vigàta, il commissario Montalbano si trova davanti a un caso piuttosto classico: l'assassinio di una bella signora elegante e irrequieta, intorno alla quale ruotavano un gelido e anziano marito medico, un trepido ammiratore non ricambiato, un amante antiquario e una confidente di grande fascino, Anna, professoressa di fisica. Mentre si addentra nei misteri che costellavano la vita della donna uccisa, Montalbano non riesce a restare insensibile al fascino di Anna, che rischia di mettere in crisi il solido rapporto che lo lega a Livia. Non è l'unica complicazione: tra iniziative avventate dei suoi colleghi poliziotti e manovre sotterranee di personaggi loschi che cercano di sfruttare gli errori delle forze dell'ordine, la situazione si fa ingarbugliatissima. Un misterioso musicista chiarirà alla fine tutti gli enigmi e i loro sordidi retroscena.