La voce della Luna di Federico Fellini - DVD
La voce della Luna di Federico Fellini - DVD - 2
Salvato in 37 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
La voce della Luna
11,40 € 19,00 €
;
DVD
Dettagli Mostra info
La voce della Luna Venditore: laFeltrinelli Milano Duomo – Outlet + 3,90 € Spese di spedizione Solo 1 prodotto disponibile
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
laFeltrinelli Milano Duomo – Outlet
11,40 € + 3,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
laFeltrinelli Roma Colonna – Outlet
11,40 € + 3,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
12,90 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
ibs
16,99 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
laFeltrinelli Milano Duomo – Outlet
11,40 € + 3,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
laFeltrinelli Roma Colonna – Outlet
11,40 € + 3,90 € Spedizione
Disponibilità immediata Disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
12,90 € + 5,49 € Spedizione
Disponibile in 5 gg lavorativi Disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
ibs
16,99 €
Disponibile in 7 settimane Non disponibile
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
Chiudi

Tutti i formati ed edizioni

Chiudi
La voce della Luna di Federico Fellini - DVD
La voce della Luna di Federico Fellini - DVD - 2
Chiudi
Chiudi

Promo attive (0)

Descrizione

Nelle campagne si aggirano due strani personaggi: uno scemo del villaggio che cerca nei pozzi i messaggi della luna, l'altro un giudice in pensione che si sente perseguitato; riescono a catturare la Luna.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

1989
DVD
8017229435942
Chiudi

Premi

    1990 - David di Donatello - Miglior attore - Villaggio Paolo

Informazioni aggiuntive

Cecchi Gori Home Video, 2001
Terminal Video
120 min
Italiano (Dolby Digital 2.0 - stereo);Italiano (Mono)
Italiano
1,85:1 Wide Screen
PAL Area2
trailers; biografie; filmografie

Valutazioni e recensioni

3,82/5
Recensioni: 4/5
(11)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(3)
3
(1)
2
(0)
1
(2)
Dario Pasquali
Recensioni: 5/5

Ciò che rende grande il film è la possibilità offerta allo spettatore di guardare la realtà dal punto di vista di un "folle". Ci si trova a braccetto con personaggi piuttosto bizzarri, della cui compagnia faremmo volentieri a meno nella vita di tutti i giorni, ma che il film ce li fa scoprire nei loro aspetti più nobili e genuini. Alla fine viene davvero da chiedersi se i pazzi siano quei personaggi all' apparenza strampalati o quelli "normali". Cosa è più folle tra il comportamento imprevedibile, stravagante, sognante di alcuni personaggi e la accecante superficialità, insensibilità e banalità di quelli cosiddetti "normali"? Credo che in fondo il regista abbia voluto farci riflettere su questo.

Leggi di più Leggi di meno
ENZO BARBATO
Recensioni: 3/5

Nella sua ultima fatica, il grande Federico Fellini si accanisce, a mio avviso con tutti i buoni motivi e la mia assoluta condivisione, sullo scempio vergognoso che si è ormai impossessato della nostra generazione suddiviso in tre parole: pubblicità, trash, kitsch. Fellini condanna il tutto con il suo inimitabile stile, anche se in tono minore rispetto ai suoi eccellenti precedenti. Benigni e Villaggio, coppia tanto insolita quanto azzeccata riesce a dare particolare fasto alla pellicola purtroppo destinata a diventare un prodotto non proprio eccezionale, data la magistrale esperienza del regista. Non mancano le sequenze memorabili, veggasi l'escavatrice nella campagna notturna, la meravigliosa scena del valzer ballato da Villaggio nel bel mezzo di una bolgia di plastificati e sussultanti esseri ingelatinati di colori fosforescenti, neon e pajettes volgari. Il poetico valzer che squarcia con geniale violenza il rumore assordante e ignobile della disco music è assolutamente toccante. Forse qualche interprete non risultava all'altezza delle esigenze felliniane, come Angelo Orlando, Susy Blady o Vito. Nulla a togliere al loro talento, attenzione, ma Fellini avrebbe forse potuto scegliere qualcuno con più esperienza. Coinvolgente il monologo finale di Roberto Benigni sullo sfondo di una luna che riflette a terra l'ombra di un vecchio pozzo. L'appello di Federico Fellini vuole essere una riflessione su ciò che avevamo e ciò che potremmo avere se stessimo un pò più in silenzio, un pò più attenti. Peccato che il ritmo del film sia intermittente ma tutto sommato è una buona pellicola.

Leggi di più Leggi di meno
Ippo86 (alias Ryo)
Recensioni: 5/5

Un film da cui trarre tutti gli insegnamenti che ci può dare sul senso della vita... Ottimi attori come Benigni e Villaggio; impeccabile Fellini che esprime tutto ciò che è per l'uomo la domanda del "cosa c'è più in là". Regista che riesce a tirare fuori da dentro lo spettatore quello che non si riuscirebbe da soli, è un pò come se ti entrasse dentro e poi ritorna fuori raccontandoti che cosa ha trovato dentro di te.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,82/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(5)
4
(3)
3
(1)
2
(0)
1
(2)

Conosci l'autore

Federico Fellini

1920, Rimini

Federico Fellini cresce in una famiglia piccolo-borghese, la madre casalinga e il padre rappresentante di commercio di generi alimentari. Si iscrive al liceo classico di Rimini. Guadagna i primi soldi come caricaturista realizzando ritratti di attori celebri per il cinema Fulgor di Rimini. La sua attività di disegnatore e caricaturista continua anche negli anni successivi e gli frutta collaborazioni con giornali e riviste, tra cui la Domenica del Corriere e il settimanale fiorentino 420. Nel gennaio 1939 si trasferisce a Roma. Dice di volersi iscrivere alla facoltà di Giurisprudenza ma è solo una scusa perché in realtà è interessato al mondo dell'avanspettacolo e della radio. Conosce Aldo Fabrizi, Erminio Macario e Marcello Marchesi e comincia a scrivere...

Roberto Benigni

1952, Misericordia, Arezzo

Attore, sceneggiatore, regista, produttore italiano. Antesignano della scuola di comici toscani, si forma nelle cantine romane e si mette presto in luce per i suoi interventi provocatori in televisione, prima a Televacca e poi, in qualità di falso e ignorante critico cinematografico, a L'Altra domenica di (e con) R. Arbore. Contemporaneamente debutta al cinema con Berlinguer ti voglio bene (1977), film d'esordio di G. Bertolucci, in cui interpreta Sandro Cioni, giovane disadattato di fronte alla crisi delle ideologie. Appare quindi in vari film, fra i quali La luna (1979) di B. Bertolucci e Chiedo asilo (1979) di M. Ferreri, in cui dà vita a un poetico e intenso maestro di scuola elementare, suo primo ruolo non dichiaratamente comico. Ritorna alla sua peculiare comicità in Il pap'occhio (1980)...

Paolo Villaggio

1932, Genova

Celebre esponente della comicità italiana sin dagli anni Sessanta, è famoso soprattutto per i personaggi che ha portato sia in televisione che sul grande schermo: il professor Kranz, il timido Giandomenico Fracchia, e soprattutto il ragionier Ugo Fantozzi. La sua attività di scrittore comincia dagli anni Settanta, ed inizia proprio con un libro su Fantozzi (grande successo internazionale) al quale seguiranno altri titoli centrati sulle disavventure del ragioniere, oltre ad una produzione comprendente altri libri a carattere satirico. Tra i molti scritti di cui è autore, ricordiamo Storia della libertà di pensiero (2008, Feltrinelli), Storie di donne straordinarie (2009, Mondadori), Mi dichi. Prontuario comico della lingua...

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore