Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Vuoi star zitta, per favore? - Raymond Carver - copertina

Vuoi star zitta, per favore?

Raymond Carver

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Traduttore: Riccardo Duranti
Editore: Einaudi
Anno edizione: 2012
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 maggio 2012
Pagine: 234 p., Brossura
  • EAN: 9788806207892
Salvato in 8 liste dei desideri

€ 11,00

Venduto e spedito da Libreria Max 88

spinner

Disponibilità immediata

Solo una copia disponibile

+ 3,90 € Spese di spedizione

Quantità:
LIBRO
Nuovo - attualmente non disponibile
Attualmente non disponibile
Leggi qui l'informativa sulla privacy
Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Dopo anni di duro apprendistato, nel 1976 Carver arriva alla pubblicazione, e viene subito riconosciuto come un grande maestro della forma breve. Drammi quotidiani, inferni domestici, angoli dimenticati di un'America alla deriva: le storie di Carver sprigionano un senso di tensione e di minaccia e raccontano la precarietà economica e degli affetti con una forza lacerante. "Un senso pesante di spavento aleggia in queste storie: gente che se la sta passando male; uomini che bevono troppo; mariti che fanno a botte con le mogli e mogli che lasciano i mariti. C'è morte, rovina, abbandono, gente sgradevole che si presenta alla porta di casa con ogni sorta di notizie sgradevoli. La vita è una cosa seria, in questi racconti. E qui non c'è altro che vita" (R. Ford). La raccolta comprende storie come "Grasso, Vicini, Creditori" e "Nessuno diceva niente", oltre al racconto che da il titolo al libro e che fu messo in scena da Altman in "Short Cuts".
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 3
5
1
4
0
3
1
2
0
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    diablo

    20/07/2011 15:05:07

    carver spiazza sempre..in questo volume si alternano pezzi di genilaità narrativa a pause devastanti..comunque sempre da leggere..a prestito

  • User Icon

    fp

    15/07/2010 12:44:07

    Carver lo leggo e lo rileggo ogni volta che qualcuno lo tira fuori dai cassetti (Garzanti, Minimum fax, ora Einaudi). Sempre essenziale e spaesante, difficile da tradurre in maniera "sensata". Da sottilineare comunque il grande lavoro di recupero dell'Einaudi. A frk suggerirei di leggere il volume "Principianti" per avere un'idea di tutta la problematica relativa i ritocchi ai racconti fatti all'epoca della loro prima pubblicazione. A volte basta modificare poco per stravolgere completamente il messaggio del racconto, tanto è essenziale la scrittura di Carver.

  • User Icon

    frk

    25/05/2010 01:23:07

    La lettura di questa raccolta di racconti di Carver mi ha lasciato allibito. Per dirla in maniera cruda i racconti del libro sono "senza capo ne coda". Una delle maggiori difficoltà che si trova ad affrontare chi si cimenta nell'arte della narrazione è quella derivante dallo sviluppo compiuto della trama. Carver risolve il problema "asportandolo". I racconti sono una esposizione (senz'altro nobilitata da mirabili doti descrittive) di situazioni ed aneddoti e terminano quando lo scrittore decide di smettere di descriverli. Se davvero la tendenza è quella di sdoganare la narrativa moderna dalla importanza della trama, allora chiunque disponga di una buona proprietà di linguaggio può mettersi a scrivere "racconti".

  • Raymond Carver Cover

    Scrittore americano.Figlio di un operaio di segheria e di una cameriera, è nato a Clatskanie, nell'Oregon, il 25 maggio 1938 ed è morto nel 1988. È considerato uno dei maggiori scrittori americani di short stories del Novecento. Einaudi ha iniziato a ripubblicare le sue opere narrative nel 2009 con Principianti (ripubblicato in una nuova edizione nel 2010), la versione originale di Di cosa parliamo quando parliamo d'amore. Sempre nel 2009 ha pubblicato Vuoi star zitta, per favore? (ripubblicato negli ET Scrittori nel 2012), nel 2010 Se hai bisogno, chiama e Da dove sto chiamando e nel 2011 Cattedrale. Presso Einaudi Stile libero era uscito, nel 1997, Il mestiere di scrivere (ripubblicato in una nuova edizione nel 2008). Nel 2013 è uscito Carver Country... Approfondisci
Note legali
Chiudi