Categorie

Clive Cussler

Traduttore: L. Perria
Editore: Longanesi
Collana: La Gaja scienza
Edizione: 3
Anno edizione: 2002
Pagine: 533 p. , Rilegato

27 ° nella classifica Bestseller di IBS Libri - Narrativa straniera - Avventura

  • EAN: 9788830419698

Dopo la parentesi segnata da Il serpente dei Maya, l'inarrestabile Dirk Pitt torna ad essere protagonista dell'ultimo best seller di Clive Cussler. In questa nuova avventura, l'ingegnere navale della NUMA (agenzia specializzata nel recupero di relitti di navi e aerei scomparsi in circostanze inspiegabili) è alle prese con un mistero che affonda le sue radici nel lontano Medioevo, quando l'America non aveva ancora questo nome. Tutto ha inizio con la colossale operazione di salvataggio dei superstiti dell'Emerald Dolphin. Come è possibile che un incendio distrugga una nave da crociera superteconologica proprio durante il suo viaggio di inaugurazione? E soprattutto perché i sofisticati sistemi di allarme dell'imbarcazione non hanno funzionato? Questi interrogativi destano dubbi e sospetti nella mente di Dirk Pitt, giunto immediatamente sul posto della tragedia al comando della nave oceanografica coinvolta nei soccorsi. Il direttore dei progetti speciali della NUMA ha vissuto troppe avventure sui mari per non intuire che il disastro nasconde un'origine oscura e insospettabile. Si impegna dunque in una pericolosa ricerca della verità, che lo porterà a varcare le soglie del tempo e dello spazio, mettendo a repentaglio la sua stessa vita. Sarà infatti costretto ad affrontare una spaventosa serie di avversari, umani e meccanici, antichi e moderni; dovrà esplorare un territorio ai confini tra leggenda e realtà e riportare alla luce episodi ormai dimenticati risalenti alla fine dell'Ottocento e addirittura all'epoca dei navigatori vichinghi. Ben presto le indagini di Pitt conducono a una multinazionale dal nome non proprio rassicurante, Cerberus Corporation, capeggiata dall'equivoco Curtis Merlin Zale. Inoltre sembra che nella faccenda abbia giocato un ruolo centrale il Dottor Egan, un famoso scienziato perito nel disastro, a cui si deve l'invenzione dei rivoluzionari motori della nave affondata. è questo solo l'inizio di una lunga serie di scoperte e rivelazioni che, in un crescendo di suspense e improvvise rivelazioni, conducono a un emozionante finale, degno dei migliori romanzi dello scrittore americano.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    EMILIANO VALENTINI

    08/04/2014 14.04.23

    Ottimo romanzo, non vi è un attimo di tregua. Un Clive Cussler in gran forma.

  • User Icon

    Benny

    06/02/2009 01.54.41

    il primo libro letto di Cussler. Semplicemente bellissimo.

  • User Icon

    Roberta

    30/01/2006 14.11.11

    COME SEMPRE... GRANDE CLIVE! e grande il suo stile che in questo libro ha davvero sorpreso: la grande avventura nel sottomarino dove sembrava dovesse morire il mito di dirk mi ha tenuta incollata fino alla fine! Saluti a tutti gli amanti di cussler!

  • User Icon

    emma

    29/04/2005 11.21.05

    ho letto questo libro in 4 giorni e l' ho trovato magnifico!!!!!!gorse perchè dirk pitt è l' uomo dei miei sogni!!!

  • User Icon

    ele

    18/02/2005 13.58.09

    Dirk e Al sn l'accopiata più affiatata che si possa desiderare; è un libro a dir poco eccitante e cm tutti quelli di Cussler t lascia col fiato sospeso fino all'ultimo...qualcuno di voi sà l'ordine esatto delle pubblicazioni di tutti i libri di Cussler dv compare ovviamente Dirk?grazie....

  • User Icon

    Simona

    10/02/2005 10.41.06

    E' noiossissimo, inverosimile ... ma 'sto Pitt è perfetto??? La scrittura è eccessiva e troppo descrittiva ...ma non vi annoiate?

  • User Icon

    tsuby 84'

    27/12/2004 15.44.45

    Mi sto davvero appassionando alle avventure di Dirk e Al, anche se ho preferito Odissea. Il teletrasporto è effettivamente troppo, ma il finale con l'apparizione dei figli mi soddisfa(in fondo Dirk passa ogni momento libero che ha in questa storia a pensare a Summer, quindi la cosa non è proprio buttata lì...). Besos!

  • User Icon

    Daniela

    23/11/2004 14.56.05

    Storia avvincente, come tutte quelle scritte da Cussler, ma c'è un punto che mi lascia perplessa: mi sono riletta anche "Vortice" per cercare di capire quando Dirk e Summer avessero "consumato", ma non ne ho trovato traccia... Questo è l'unico appunto che posso muovere: i figli. Per il resto magnifico, il salvataggio della Emerald Dolphin e del sommergibile mi hanno tenuta incollata al libro pensando "No, stavolta non ne esce vivo!"

  • User Icon

    marco

    17/09/2004 11.59.18

    BELLO! non il migliore ma bello compreso il finale ed il teletrasporto. questo è il cussler che adoro, a chi nn comprende le spacconate di Dirk posso solo dire: non credo abbiate davvero letto tutti i suoi libri... sono tutti così, ed il bello è proprio questo è il genere che lo richiede se nn lo capite datevi ad armnony... potreste trovare il VOSTRO genere ;-)....P.s. QUANTO DOBBIAMO ASPETTARE X CONOSCERE MEGLIO I FIGLI DI DIRK???!

  • User Icon

    loris

    13/09/2004 18.21.34

    Stupendo!!! Finalmente una boccata d'ossigeno dopo il deludente "il serpente dei maya", e il rientro alla base degli straordinari Dirk Pitt e Al Giordino. Ho letto tutti i libri di Clive e questo è l'ennesimo capolavoro in stile Cussleriano. Non capisco le critiche ingiustificate a questo libro.Se non riuscite ad accettare l'idea del teletrasporto "aprite la vostra mente" almeno per la durata del libro. Le critiche al finale poi, sono ancora più ingiustificate.È stupendo!

  • User Icon

    cussler's fan

    14/07/2004 12.38.07

    mi spiace contraddire molti lettori, ma è da 30 anni che leggo le avventure di Pitt e Giordino e non mi sono mai annoiato. Walhalla non denota una marcata differenza rispetto agli altri volumi di Cussler, lo schema rimane inalterato (fatto antecedente che implica il coinvolgimento del protagonista nel presente), d'altra parte un afficionados quale il sottoscritto non può che rimanere estasiato dall'ennesima chicca del fondatore della National Underwater and Marine Agency (scusate se lo scrivo per esteso ma fa sempre un certo effetto). Oro Blu ed Il Serpente dei Maya non mi hanno preso particolarmente, invece i romanzi di Dirk Pitt, Al Giordino, Loren Smith, Jim Sandecker, Hiram Yaeger, Rudi Gunn e via discorrendo, per quanto mi riguarda colpiscono sempre nel segno. Walhalla compreso.

  • User Icon

    Luca75

    14/04/2004 20.29.53

    Non pensavo che il vecchio Clive si sarebbe abbandonato ad un racconto così scialbo...e invece!Il finale dei 2 figli non ci azzecca niente col resto della storia,sembra buttato li per caso.La trama comunque ricalca altri libri di Cussler e forse è arrivato il momento di cambiare qualcosa.Sul TELETRASPORTO non voglio neanche fare commenti.

  • User Icon

    gozer

    23/02/2004 18.51.58

    Capisco qualche commento negativo per chi legge Cussler per la prima volta ma il suo stile, i suoi romanzi sono questi. E' come andare a vedere un film di 007 e lamentarsi perchè fa cose impossibili, se pensiamo che ci sono adulti che trovano bello Happy Potter............

  • User Icon

    Barbara

    23/02/2004 16.25.21

    Finalmente è tornato Dirk Pitt! L'idea non è male, peccato sia un po' slegato in alcune parti e tirato per i capelli in altre. Non mi è invece piaciuto il finale: perchè dobbiamo per forza beccarci cloni del mitico protagonista? Cussler mi ha molto deluso con questa storia dei due figli segreti...

  • User Icon

    Padure Sergio

    30/12/2003 15.45.23

    Questo libro è mediocre e poco appassionante ma come tutti i libri di Cussler ha una buona grammatica e una buona trama e un incredibile colpo di scena finale.

  • User Icon

    ettore

    20/12/2003 21.48.10

    nella media dei precedenti... cussler va a colpo sicuro, ma anche pitt invecchia... a tratti noioso... buono e imperdibile per chi ama il genere... voto: 7

  • User Icon

    Caregnato Davide

    17/12/2003 15.31.07

    Il libro non é male, ma un finale talmente scialbo e privo di inventiva lo degrada al voto piú basso. Delusione tremenda per chi come me ama i finali ben fatti.

  • User Icon

    Marco bernardi

    05/12/2003 10.23.24

    libro stupendo come tutti quelli scritti da cussler non capisco certi commenti negativi lo stile di cussler e questo deve piacere perchè e così

  • User Icon

    squaletto82

    06/11/2003 14.32.23

    Che delusione!! Ho come l'impressione che il buon vecchio clive stia perdendo contatto con la realtà. L'unica parte del romanzo veramente avvincente è la battaglia dei vichinghi, ma per il resto...Per non parlare del personaggio di Dirk Pitt, ma cos'è un supereroe? Un Alieno? O forse le sue capacità sono solo un pretesto per sendere lineare un'avventura che avrebbe visto morto chiunque entro i primi 5 minuti? Non fraintendetemi sono sempre stato un grandissimo fan di questo autore ma stavolta ha proprio scritto un FLOP. P.S. Ma cosa c'entra con il resto della storia la grande rivelazione fatta alla fine???

  • User Icon

    Massimo

    17/10/2003 14.20.33

    ridicolo! quella del teletrasporto e' davvero una stupidaggine. Belle le pagine sull'emerald dolphin

Vedi tutte le 87 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione