Wolf Hall - Hilary Mantel,Giuseppina Oneto - ebook

Wolf Hall

Hilary Mantel

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Giuseppina Oneto
Editore: Fazi
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 732,9 KB
  • EAN: 9788864114057
Salvato in 43 liste dei desideri

€ 9,99

Punti Premium: 10

Venduto e spedito da IBS

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vincitore Man Booker Prize 2009
Il miglior libro del XXI secolo secondo «The Guardian»

Thomas Cromwell era il figlio di un fabbro di Putney. Un uomo capace di redigere un contratto e addestrare un falco, di disegnare una mappa e sedare una rissa, di arredare una casa e corrompere una giuria. Architetto machiavellico del regno di Enrico viii e artefice dei destini della dinastia dei Tudor, il protagonista del pluripremiato romanzo di Hilary Mantel emerge qui in tutta la sua contraddittoria umanità. Cromwell venuto dal nulla, dedito ai mestieri più disparati – mercenario in Francia, banchiere a Firenze, commerciante di tessuti ad Anversa – in virtù delle sole doti intellettuali; Cromwell, di cui il re si servirà per ottenere il divorzio da Caterina d’Aragona e sposare Anna Bolena, dando così un nuovo corso alla storia della Chiesa inglese. Hilary Mantel ci dà un ritratto dell’Inghilterra dei Tudor nel quale il fascino di un’epoca lontana conosce uno splendore rinnovato che, pur senza tradire la cronaca degli eventi, nulla ha in comune con la polverosa distanza di una remota pagina di storia: perché in Wolf Hall riusciamo a sentire l’odore acre della lana impregnata dalla pioggia e della terra sotto i piedi, il rilievo delle ossa sotto la pelle, il solco lasciato dai carri nel fango, il fruscio dei topi nei materassi. La pregnanza della scrittura di un’autrice già celeberrima in patria, che dà ora voce e sostanza al suo capolavoro, dilaga in una decodifica ironica e precisa della corte inglese: fino a mostrarne l’ossatura segreta, a ribaltarne le prospettive e il canone. E a regalarci un affresco storico straordinario.

«Mantel scrive bene e non ha ritenuto opportuno dimenticarsene. Potrei dire che addirittura ha uno stile. È una scrittrice, ecco, non solo una narratrice. E infine, ha lavorato su un patrimonio di erudizione sterminato, ma non sta a ricordartelo in continuazione. Thank you, Madam».
Alessandro Baricco


«Hilary Mantel non scrive romanzi storici. Prende un periodo storico, lo attraversa per anni studiando ogni documento possibile, ne studia i personaggi e poi racconta la loro storia come se fosse un testimone del loro tempo, trasformandoli in persone vere. Meravigliosa scrittrice. trascinante, poetica, crudele, stordente».
Natalia Aspesi


«Jane Austen, Virginia Woolf, Hilary Mantel. Sappiamo chi sono le prime due, potrebbe essere il momento di conoscere meglio la terza donna più importante della letteratura inglese».
Enrico Franceschini, «la Repubblica»

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4
di 5
Totale 8
5
5
4
1
3
0
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    bisonte 57

    22/11/2020 20:28:05

    Ottima opera.La consiglio assolutamente.Con uno stile originale e sofisticato ci porta all'interno della Corte di EnricoVlll.

  • User Icon

    controcorrente

    11/04/2020 13:55:03

    Peccato non potermi associare alle tante recensioni positive. L’ho acquistato con molte aspettative perché amo i romanzi storici, e le dimensioni non mi spaventano. Eppure l’ho finito come se si trattasse di un compito: il piacere della lettura è scemato man mano. L’uso ossessivo del presente- che mi sembra una scorciatoia più che un espediente stilistico- mi ha infastidito. Per di più, là prolissità la fa da padrona, e, per me, moltissime delle pagine di questo libro tutto sono tranne che essenziali.

  • User Icon

    lila

    18/09/2015 14:39:45

    Un meraviglioso affresco dell'epoca di Cromwell , scritto magistralmente ed estremamente accurato dal punto di vista storico . Non propriamente una lettura facile ma godibilissima ed appagante .

  • User Icon

    mondodue

    05/03/2015 10:46:12

    capolavoro raro. thomas cromwell seguito da vicino, tutto al presente. gli anni cruciali e gli intrighi vero lo scisma anglicano. un house of cards dell'era moderna. da leggere, anche se ci si può mettere un anno!

  • User Icon

    Sonia

    18/10/2013 17:37:55

    Un libro godibilissimo, con un'ironia sottile, immagini fulminee che si stampano nella mente proprio come se stessimo guardando i pensieri di qualcun altro. Un consiglio: non leggetelo se vi aspettate un libretto poco impegnativo.

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    08/05/2013 06:59:29

    Bisogna conoscere molto bene la storia inglese del periodo Tudor per riuscire a leggere agevolmente questo libro, peraltro abbastanza prolisso ma di grande spessore. Bel romanzo vicino al saggio storico...purtroppo 700 pagine sono tante!

  • User Icon

    Franco

    16/06/2011 16:54:30

    E' vero sembra un saggio ma si legge come un romanzo, occorre solo fare piccolo sforzo di memoria per ricordare i numerosi personaggi, principali e secondari, del libro. Per il resto ho molto apprezzato la descrizione di grandi personaggi storici: Cromwell, Enrico VIII, Anna Bolena, alle prese con le loro vicende quotidiane fatte di grandi questioni ma anche di intrighi, ricatti, sentimenti di lealtà e tradimenti ma anche di debolezze e piccoli vezzi.

  • User Icon

    Barbara

    22/05/2011 21:59:55

    Non so dire se lo consiglierei, ha una scrittura pomposa, difficile e la narrazione è poco introspettiva. I personaggi sembrano pedine che alimentano la trama, fatta di intrighi, quasi un saggio storico. Sicuramente un libro con un suo valore intrinseco indiscutibile, ma che peso!!!

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
Note legali