The Wonder of You. Elvis Presley with the Royal Philharmonic Orchestra

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Supporto: Vinile LP
Numero supporti: 2
Etichetta: RCA/Legacy
Data di pubblicazione: 2 dicembre 2016
  • EAN: 0889853622610

€ 26,50

Punti Premium: 27

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
VINILE
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Vinyl Edition 2 LP Gatefold Sleeve.
Questo straordinario nuovo album segue il grande fenomeno globale dello scorso anno, If I Can Dream: Elvis Presley With The Royal Philharmonic Orchestra, che ha raggiunto la vetta delle classifiche di tutto il mondo vendendo oltre 1,5 milioni di copie.
The Wonder Of You si concentra sulla voce inconfondibile dell’iconico artista con un nuovo e affascinante arrangiamento orchestrale. Registrato agli Abbey Road Studios di Londra, con i gettonatissimi produttori Don Reedman e Nick Patrick, l’album presenta le interpretazioni inedite più spettacolari di Elvis, valorizzate da un nuovo e affascinante arrangiamento della Royal Philharmonic Orchestra. L’album propone una selezione degli stili musicali che Elvis amava, da rock e gospel al country alle ballate, con i classici prediletti di Presley insieme a diverse sorprese. Tra i brani di maggior spicco, una nuova e sensuale versione di “A Big Hunk O’ Love”, la stupenda “Amazing Grace”, l’autentica emozione di “Kentucky Rain”, una fantastica re-interpretazione del classico “Always On My Mind”, e il brioso spasso di “I’ve Got A Thing About You Baby”.
Già uscito nella versione CD a Settembre 2016, esce ora la versione deluxe dell’album con un CD con due brani aggiuntivi, doppio LP vinili da 150 gr con copertina apribile, un poster da incorniciare e un opuscolo di 12 pagine, il tutto racchiuso in un elegante cofanetto 30cm x 30cm. Disponibile anche nella versione 2 LP.
Questo autunno vedrà la luce anche l’esperienza di concerto live, esclusiva a livello mondiale, con la voce più riconoscibile di tutti i tempi, la voce di Elvis Presley, sostenuta dalla leggendaria Royal Philharmonic Concert Orchestra, con sei date nel circuito di arene del Regno Unito durante il mese di novembre. I fan avranno la possibilità di “vivere” l’uomo che ha cambiato il corso della musica popolare – il più grande artista solista per numero di vendite nella storia (con l’incredibile cifra di un miliardo di dischi venduti in tutto il mondo), sullo schermo, accompagnato dalla Royal Philharmonic Concert Orchestra, che si esibirà dal vivo in interpretazioni di grandi successi come If I Can Dream e The Wonder Of You.
Disco 1
1
A Big Hunk O' Love
2
I've Got A Thing About You Baby
3
Suspicious Minds
4
Don't
5
I Just Can't Help Believin'
6
Just Pretend
7
Love Letters
8
Amazing Grace
Disco 2
1
Starting Today
2
Kentucky Rain
3
Memories
4
Let It Be Me
5
Always on my Mind
6
The Wonder of You
7
(Bonus Track) Just Pretend (Duet with Helene Fischer)
  • Elvis Presley Cover

    Cantante e attore statunitense. Affermato cantante rock (soprannominato «The King»), simbolo della prima generazione di giovani ribelli e anticonformisti, approda al cinema sull'onda dell'enorme successo popolare e del fanatismo che circonda la sua figura. Occhi azzurri, fascino introverso, è il protagonista di numerose pellicole, tutte costruite sui suoi successi discografici: dal romantico Fratelli rivali (1956) di R. Webb al drammatico Il delinquente del Rock'n Roll (1957) di R. Thorpe, forse la sua migliore interpretazione, dall'ottimistico La via del male (1958) di M. Curtiz al melodrammatico Stella di fuoco (1961) di D. Siegel. Dopo un periodo di crisi, alla metà degli anni '60 ritorna alla ribalta musicale, ma scompare prematuramente, ormai dedito ad alcol e droghe. Nel 1979 J. Carpenter... Approfondisci
  • Royal Philharmonic Orchestra Cover

    Orchestra londinese costituita nel 1946 da Thomas Beecham e inizialmente annessa alla Royal Philharmonic Society. Già negli anni '50 acquistò una solida fama con la partecipazione ai festival di Edimburgo e Glyndebourne e con una copiosa produzione discografica. Alla scomparsa di Beecham (1961), la direzione musicale passò a R. Kempe, che consolidò il prestigio internazionale del complesso, trasformatosi intanto in organismo gestito direttamente dai suoi componenti. A Kempe succedettero come direttori stabili A. Dorati (1975-78), Walter Weller (1989-85), A. Previn (1985-91); dal 1987 il direttore artistico è V. Askenazij. Approfondisci
Note legali