1982. Il mio mitico mondiale

Paolo Rossi,Federica Cappelletti

Editore: Feltrinelli
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
In commercio dal: 07/05/2014
Pagine: 252 p., Brossura
  • EAN: 9788807884269
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,22

€ 8,50

Risparmi € 1,28 (15%)

Venduto e spedito da IBS

7 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:

€ 4,59

€ 8,50

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    claudio moro

    06/08/2014 16:58:22

    Consigliato agli appassionati di calcio che hanno vissuto il mondiale del 1982 e che ricordano bene l'impatto, non solo sportivo ma anche sociale, che ha avuto quella vittoria che con gli anni, viste le recenti delusioni, sta acquistando sempre più valore.

  • User Icon

    ant

    24/10/2012 19:16:49

    Io sono del 1966 nel 1982 avevo 16 anni, bene io ricordo anche le persone che erano con me a vedere le partite di quel Mondiale, dove le ho viste, la dislocazione dei posti. Questo per far capire quanto sono impressi nella mia mente certi momenti. Il libro, scritto a 4 mani da Pablito e dalla sua giovane moglie, ripercorre prima gli inizi della carriera del famoso calciatore, con gli esordi nella sua Prato,con le digressioni a riguardo dei suoi genitori , del fratello etc. Si passa poi al crescendo professionale di Rossi, l'esplosione nelle fila del Lanerossi Vicenza, il titolo di capocannoniere, i mitici Mondiali 1978, il passaggio al Perugia e..il baratro. Molto struggenti e ben descritti gli anni in cui Rossi fu squalificato a causa dello scandalo scommesse,gli allenamenti sommessi con la Juve che intanto lo aveva acquistato, i propositi di rivincita e...l'inattesa fiducia del "Vecio" Bearzot che, sfidando giornalisti,addetti ai lavori, etc volle Pablito trai i selezionati del Mondiale 82. Ecco appena le pagine del libro s'inoltrano nella descrizione di quei momenti relativi al Mondiale di Spagna, tenetevi forte perché, per chi c'era in quegli anni, si tratta di una progressione di emozioni incredibili. Le amichevoli pre Mondiali, il ritiro, le critiche,il silenzio stampa, le 4 partite disputate senza segnare, fino al primo dei tre gol segnati al Brasile...una liberazione, un'apoteosi che poi porterà a quello che tutti sappiamo. Il testo prosegue poi con l'enunciazione delle altre due mitiche partite con Polonia e Germania ed il trionfo finale. Quella che ho trovato molto bella è la parte conclusiva del libro , con la raccolta di tanti flashback soprattutto di gente comune, che ricorda quei mitici momenti. Grande Pablito e w i ragazzi dell'82

Scrivi una recensione