A ciascuno il suo

Leonardo Sciascia

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Adelphi
Collana: Gli Adelphi
Edizione: 9
Anno edizione: 2000
Formato: Tascabile
In commercio dal: 26 gennaio 2000
Pagine: 152 p.
  • EAN: 9788845915147

17° nella classifica Bestseller di IBS Libri Narrativa italiana - Classica (prima del 1945)

Salvato in 159 liste dei desideri

€ 8,50

€ 10,00
(-15%)

Punti Premium: 9

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

A ciascuno il suo

Leonardo Sciascia

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


A ciascuno il suo

Leonardo Sciascia

€ 10,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

A ciascuno il suo

Leonardo Sciascia

€ 10,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (11 offerte da 4,50 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Il romanzo dell'oscura, crudele Sicilia. Il dramma di un investigatore lucido che, quanto più indagava, tanto più "nell'equivoco, nell'ambiguità, moralmente e sensualmente si sentiva coinvolto".
4,17
di 5
Totale 53
5
26
4
18
3
5
2
2
1
2
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Elena

    21/08/2019 20:27:49

    Un giallo semplice ed intrigante scritto magistralmente con ironia ed incisività.Dopo tanti anni resta il libro di Sciascia che amo di più e rileggo periodicamente.

  • User Icon

    Lapo

    02/07/2019 16:00:19

    Leonardo Sciascia è un profondo conoscitore della Sicilia, del valore di gesti, parole e silenzi, dell’intangibilità del potere, della commistione fra mafia e politica. Assieme a Tomasi di Lampedusa condivide un giudizio amaro e pessimista sulla sua terra, ma a differenza dell’autore del Gattopardo Sciascia condisce la propria sfiducia con una sottile vena di ironia beffarda che affiora in diverse pagine e nella chiusa fulminante del romanzo. Sotto il sole spietato che arroventa una Sicilia di metà XX secolo vengono uccisi tre uomini, uno di lupara bianca e gli altri due di lupara a pallettoni; tre personaggi con diversi ruoli nel paese e nella narrazione e quindi, come recita il sottotitolo dell’Osservatore Romano ripreso nel testo, UNICUIQUE, a ciascuno il suo.

  • User Icon

    Lorenzo

    11/06/2019 21:29:02

    Molto molto bello, trama intrigante, stile eccelso

  • User Icon

    maria

    24/04/2019 19:17:17

    Primo libro di Sciascia letto. Assolutamente consigliato. Grande capacità di raccontare la mentalità siciliana attraverso i suoi personaggi, non solo negli aspetti negativi che sono tematica della storia (corruzione, omertà) ma anche nelle attitudini intrinseche del siciliano medio che sono anche dei suoi personaggi, del loro modo di pensare e spontaneamente agire. Molto colto Sciascia e si evince da innumerevoli citazioni sparse in queste poche pagine. Un libro molto piacevole e godibile.

  • User Icon

    Luigi

    16/03/2019 12:32:48

    Spinto dal grande nome dell'autore mi ero fatto grandi aspettative. Ebbene si, sono una voce fuori dal coro. Parere quindi mio personale: non mi e' piaciuto per nulla, assolutamente noioso e a tratti banale, pur considerando il periodo in cui e' stato scritto. Non lo consiglio, ci sono giovani scrittori anonimi che ti lasciano attonito dalla profondità e dal coinvolgimento dei loro scritti.

  • User Icon

    Aldo

    11/03/2019 20:03:11

    Sciascia ha scritto un giallo che non lo è. O meglio: che lo è fin dove può esserlo un giallo ambientato in un paese della Sicilia rurale. Dove tutti sanno, ma nessuno dice.

  • User Icon

    Alessandro

    08/03/2019 11:50:09

    Inutile dire che la disputa tra chi considera questo romanzo il capolavoro di Sciascia e chi, invece, Il giorno della civetta, non potrà mai trovare soluzione. Un duplice omicidio si staglia tra tradimenti, politica e malaffare. Forse più in questo romanzo che ne Il giorno della civetta, Sciascia è capace di individuare e descrivere i tentacoli della piovra mafiosa moderna, quella sviluppatasi dopo la seconda guerra mondiale, quella che a Roma, nelle aule parlamentari, nasconde arcani indicibili. Un romanzo da leggere assolutamente, geniale nel suo dire e non dire, nel saper rimanere in equilibrio armonico tra il fatto nudo e crudo e le mille ragioni dell’anima capaci di spiegare un atroce delitto.

  • User Icon

    C.

    27/10/2018 09:50:07

    Per quanto mi riguarda, Sciascia è il migliore Scrittore italiano del 900. Se avete amato il Giorno della civetta, a ciascuno il suo supererà ogni vostra aspettativa. Un giallo di classe, la Sicilia è tra le pagine...

  • User Icon

    Luca Aquadro

    10/08/2017 01:43:00

    Leonardo Sciascia aveva numerosi difetti. In primo luogo sapeva scrivere bene: una qualità molto rara, specialmente tra gli scrittori. In secondo luogo sapeva scrivere in modo talmente sobrio da risultare avvincente, causando dipendenza e la conseguente perdita di ore di sonno nei lettori. In terzo luogo non era un italiano, ma un Italiano, dunque apparteneva a una specie rara. Riflessivo, onesto, coraggioso. Questi difetti sono evidenti in "A ciascuno il suo", il romanzo del 1966 nel quale la storia di un duplice omicidio diventa la metafora di una Sicilia e di un'Italia nelle quali la verità è evidente, ma gli occhi dei più non sono disposti a vederla. Da ultimo era ironico. Non come qualcuno in questo momento, ma nel senso etimologico del termine, se è vero che "ironia" deriva da un vocabolo greco che significa "finzione, dissimulazione". Ovvero narrare una cosa per parlare di un'altra. "La sua era stata una curiosità umana, intellettuale, che non poteva né doveva confondersi con quella di coloro che la società, lo Stato, salariavano per raggiungere e consegnare alla vendetta della legge le persone che la trasgrediscono o infrangono. E giuocavano in questo suo amor proprio i secoli d'infamia che un popolo oppresso, un popolo sempre vinto, aveva fatto pesare sulla legge e su coloro che ne erano strumenti". (p. 116) Dimenticavo un altro difetto di Sciascia: sapeva essere attuale... "Alle otto e un quarto sua eccellenza Mosca gli domandò " E la scuola, professore: come va la scuola?". "Male" rispose Laurana. "E perché dovrebbe andar bene?" disse il barone. "Se tutto va a sfascio, deve andare a sfascio anche la scuola" "Giusto" disse sua eccellenza Lumia." (p. 134) Cari ministri che oltre ai fondi per l'istruzione ora volete sforbiciare anche gli anni dei Licei, che ne dite? Leonardo Sciascia, tra le altre cose maestro di scuola, 1921-1989.

  • User Icon

    And the Oscar goes to ….

    06/12/2016 19:52:07

    Una lezione l'ho imparata. Non ascoltare audiolibri in macchina nel traffico dell'ora di punta. Il libro mi comunque parso buono.

  • User Icon

    Luca

    27/10/2016 20:41:01

    Il lessico, lo stile di Sciascia rappresenta al meglio ciò che significa essere scrittore di altissimo livello. Qualcosa cui ogni autore dovrebbe aspirare e, purtroppo, moltissimi, anche fra i più blasonati, non si avvicinano nemmeno.

  • User Icon

    Raffaele

    25/02/2016 22:17:58

    Le atmosfere siciliane di Sciascia sono uniche e i personaggi sempre ben delineati, buon romanzo; consiglio anche l'ottimo film di Petri con il grande Volonté.

  • User Icon

    paolo

    02/05/2015 09:49:35

    Ancora una volta ottima rapresentazione della mentalita' siciliana riassunta nell'ultima riga del romanzo x bocca di uno dei personaggi.Buono anche l'intreccio e lo sviluppo della trama.

  • User Icon

    maurizio

    25/08/2014 22:05:30

    Letto anni dopo "Il giorno della Civetta". Entrambi consigliatissimi. Personalmente ho gradito di più il primo. Alla fine di entrambi i romanzi si avverte un'amarezza infinita.

  • User Icon

    Bruno

    05/04/2014 17:37:00

    credo che le ultime battute di questo libro in particolare il dialogo tra il notaro Pecorilla e don Luigi valgano il massimo dei voti... troppo bella poi la frase: E così finì col bruciarsi le ali, Rosello, nella fiamma del sospetto di Laurana. E faceva quasi pena.

  • User Icon

    Massimo Scalabrino

    03/04/2014 13:07:05

    "Laurana era un cretino". in questa frase (l'excipit del romanzo) è racchiuso tutto il significato del libro. In Sicilia, ancor oggi, chi non si adegua alla mentalità corrente (disonestà, furberia, inganno, compromesso, finzione) chi è più colto, più intelligente, chi vede le cose da un altro punto di vista e cioè nel loro vero aspetto, senza volersi adeguare alla menzogna con cui è coperta ogni cosa (che è una menzogna verso se stessi prima che verso gli altri), viene considerato, se va bene, un pazzo, se va male, un cretino. Grandissimo Sciascia, maestro di tutti i Laurana d'Italia!

  • User Icon

    Elio

    11/12/2013 11:06:16

    "Era un cretino". Non lo dimenticherò mai. Sciascia è stato uno dei più grandi scrittori ed intellettuali italiani del '900, dotato di una grazia nella scrittura più unica che rara: usando il meccanismo del giallo poi racconta tutt'altro. Ciò che Camilleri oggi prova a fare con risultati ahinoi imparagonabili al genio siciliano di Sciascia. "A ciascuno il suo" è poi uno spaccato sempre attuale della Sicilia/Italia, della provincia, dell'omertà e dell'umiliazione del potere. Da leggere assolutamente insieme a tutto quello che questo sopraffino autore ha scritto. Chi cerca un indagine avvincente piena di colpi di scena si tenga alla larga: la fantasia c'è ma il reale soffoca.

  • User Icon

    angelo

    05/08/2013 14:29:49

    Ingredienti: una lettera anonima a scatenare la curiosità di un paesino, due omicidi a sconvolgerne la quiete, tanti cittadini osservatori, curiosi, riservati e pettegoli per cercare di far luce, il silenzio di tutti a ristabilire l'ordine, la calma e l'oscurità. Consigliato: a chi vuol assaggiare un giallo siciliano condito con politica, amore e denaro, a chi vuol osservare "menti raffinatissime" uccidere ed essere uccise.

  • User Icon

    demipottertribute

    27/04/2013 14:30:59

    non capisco i commenti positivi.. io ho trovato questo romanzo privo di sapore: è vero che il genere giallo non appartiene a quel gruppo di romanzi che scrivono messaggi nel tuo cuore, ma ci si potrebbe aspettare almeno una trama avvincente. qui non compare nemmeno quella. uno su cinque è un voto, a mio parere, pienamente meritato.

  • User Icon

    Angelo

    02/06/2010 11:52:33

    Ottimo libro. Scorrevole, veloce ed avvincente. La descrizione dell'italianità, che ne viene fatta, è ancora attuale nonstante gli anni trascorsi dalla sua pubblicazione.

Vedi tutte le 53 recensioni cliente
  • Leonardo Sciascia Cover

    Scrittore e uomo politico italiano. Esordisce sotto il segno di una prosa poetica (Favole della dittatura, 1950; La Sicilia, il suo cuore, 1952) che lascia però presto il passo ad una vena che si rivelerà per lui più feconda. A dire dello stesso Sciascia, la sua cifra più autentica affonda infatti le radici in «una materia saggistica che assume i modi del racconto». Questa direzione è subito evidente fin da Le parrocchie di Regalpetra (1956) e Gli zii di Sicilia (1958), che mostrano come gli spunti di cronaca isolana si sappiano fare pretesto e cornice per indagare sul costume sociale e le sue degenerazioni.Esempi ancor più compiuti in tal senso saranno Il giorno della civetta (1961) e A ciascuno il suo (1966), che affrontano il tema... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali