Recensioni Al di là del baratro

  • User Icon
    08/02/2016 11:29:57

    Pochi sono coloro che portano alla luce casi di corruzione all'interno del proprio ambito lavorativo. La paura della perdita del posto di lavoro e la conseguente condizione di disoccupazione spaventano a tal punto da rendere l'uomo schiavo di un sistema che lo ricatta psicologicamente annullando qualsiasi possibilità di reazione. Eugenio Finzi, il protagonista del romanzo, non accetta queste "regole" del gioco. Forte, deciso,coerente e leale si oppone a qualsiasi forma di abuso e dopo aver scoperto irregolarità e corruzione all'interno della sua azienda, con grande coraggio, denuncia il reato. "Da un possibile fallimento ad una rinascita", un percorso lento e impervio dove lo spettro della disoccupazione sempre presente esorta Eugenio a continuare a lottare per I valori in cui crede e per restituire "dignità e speranza".Un romanzo che illumina e incoraggia. Infiamma l'animo umano, facendo riaffiorare quella forza interiore, sopita ormai da tempo, indirizzandola verso la ricerca del bene assoluto. Di grande rilevanza il finale, in virtù del quale tutto acquista un senso preciso. Finale che appaga ed emoziona.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    25/01/2016 22:29:06

    Un romanzo incentrato principalmente sul lavoro e sulla politica aziendale. La narrazione della storia s'intreccia con tematiche quanto mai attuali: etica e corruzione in ambito lavorativo. Pur di lavorare bisogna piegarsi, rinunciare ai propri valori e principi morali? Bisogna tener la bocca chiusa, farsi i fatti propri pur di mantenere il posto di lavoro? Bisogna lasciarsi "comprare", comprare il proprio silenzio, in cambio della possibilità di portare a casa la pagnotta? Mi risponderete di no. Bene, è così che la pensa anche il protagonista di questa storia che non si darà per vinto, lottando e difendendo ciò in cui crede. Una storia di lavoro, di riscatto e rivalsa dopo il periodo nero della disoccupazione, di tenacia e onestà. Ed è questo che traspare dal romanzo sul suo autore: una persona profondamente onesta, che non ha paura di far sentire la sua voce per difendere quello in cui crede fermamente. Un romanzo scritto egregiamente con un'ottima (e invidiabile) proprietà di linguaggio. Complimenti a Giuseppe che è un autore di talento e una gran bella persona.

    Leggi di più Riduci