Un altro mondo è possibile. La rivoluzione degli infinitamente piccoli - Abbé Pierre - copertina

Un altro mondo è possibile. La rivoluzione degli infinitamente piccoli

Abbé Pierre

0 recensioni
Con la tua recensione raccogli punti Premium
Editore: Terra Santa
Anno edizione: 2020
In commercio dal: 16 aprile 2020
Pagine: 240 p.
  • EAN: 9788862407397

€ 15,20

In uscita da: 16 aprile 2020

Inserisci la tua email ti avviseremo quando sarà disponibile
spinner

Grazie, riceverai una mail appena il prodotto sarà disponibile

Non è stato possibile elaborare la tua richiesta, riprova.

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

I testi dell'Abbé Pierre più controversi, profetici, scomodi e censurati mai apparsi prima d'ora. "Icona del coraggio", "curato dei poveri", favorevole al sacerdozio delle donne, al riconoscimento delle coppie omosessuali e non contrario ai preti sposati, per più di mezzo secolo fu l'uomo simbolo del cattolicesimo progressista: una figura controversa, controcorrente, popolarissima. La voce del "prete della spazzatura" risuona in pagine di straordinaria attualità. Un testamento spirituale post mortem rimasto a lungo nascosto e ora finalmente disponibile. «Sono rimasto sconcertato di fronte a queste pagine. L'Abbé Pierre era assolutamente consapevole del destino dell'umanità ben prima della globalizzazione che sarebbe esplosa dopo il 1989. Aveva una coscienza planetaria, indispensabile oggi per resistere ai pericoli incombenti. Che la lettura di queste riflessioni sia un tonico per i lettori come è stato per me!» (Dalla prefazione di Edgar Morin)
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

  • Abbé Pierre Cover

    Henri-Antoine Groués, detto Abbé Pierre, nasce nel 1912 a Lione, quinto di otto figli, da una famiglia benestante. A 15 anni, durante una gita ad Assisi, decide di farsi frate cappuccino. A 19 anni entra nel convento di Lione, dopo aver distribuito ai poveri la sua parte di eredità. Nel 1942 comincia un'azione di salvataggio delle vittime della tirannia nazista: falsifica passaporti, diventa guida alpina e trasporta attraverso le Alpi e i Pirenei i fuggiaschi in pericolo. Ricercato lui stesso dalla Gestapo rientra a Parigi e organizza un laboratorio per la fabbricazione di documenti falsi.Viene arrestato, ma riesce a scappare ad Algeri nascosto in un sacco postale. Dopo la guerra, fonda il Movimento Universale per una Confederazione Mondiale. Nel 1949 accoglie a casa sua... Approfondisci
Note legali