Analisi terminabile e interminabile - Sigmund Freud,Renata Colorni - ebook

Analisi terminabile e interminabile

Sigmund Freud

Con la tua recensione raccogli punti Premium
Curatore: Renata Colorni
Formato: EPUB
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 870,82 KB
Pagine della versione a stampa: 95 p.
  • EAN: 9788833972183
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

€ 3,99

Punti Premium: 4

Venduto e spedito da IBS

EBOOK
Aggiungi al carrello
Fai un regalo

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Che cos'è l'analisi e come si costruisce un rapporto medico-paziente? A queste domande, da sempre al centro della riflessione metodologia sulla psicoanalisi, Sigmund Freud risponde in modo definitivo nei due saggi qui raccolti, "Analisi terminabile e interminabile" e "Costruzioni nell'analisi", entrambi risalenti al 1937. L'analisi è un'opera di liberazione, liberazione dai sintomi nevrotici, inibizioni e anomalie del carattere, e il banco di prova di quest'operazione è il delicato rapporto che coinvolge analista e paziente in un lavoro di scavo, ricostruzione e ricomposizione del passato.
5
di 5
Totale 1
5
1
4
0
3
0
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Dr. Giuseppe Paolo Mazzarello

    16/03/2008 19:52:22

    Uno degli ultimi libri di Freud, uno dei più difficili da leggere. Non per la sintassi o la chiarezza dei contenuti, straordinariamente semplici. Il lascito del maestro tocca sul vivo la condizione dello psicanalista e del suo allievo. Si può concludere che questa alleanza costituisca un baluardo di integrità e salute? Chi, meglio del suo fondatore, può esprimersi al riguardo. Il maestro si trova, ordinariamente, a dovere lasciare l'allievo per una ragione o per l'altra. La cosa migliore sarebbe che l'istruzione fosse completata. In realtà vediamo come vi siano limiti insiti all'interminabilità del lavoro da svolgere. O, meglio, si debbano accettare le condizioni di una terminabilità condizionata. Se letta con adeguato lavoro alle spalle, l'opera lascia una soddisfazione profonda. Non fa per nulla male leggerla in ogni caso. Più semplice emotivamente la lettura del saggio congiunto "Costruzioni nell'analisi". Se qualcuno parla di costruzioni, vuol dire che è consapevole dell'esistenza di qualcosa. E questa, in qualunque condizione si trovi, è per forza anche terminata. Consola che qualcuno l'abbia pure costruita.

  • Sigmund Freud Cover

    La sua famiglia si trasferì a Vienna nel 1860 a causa di difficoltà economiche e Sigmund visse in quella città fino al 1938 quando l'annessione dell'Austria alla Germania nazista e la sua condizione di ebreo lo costrinsero ad emigrare a Londra. Frequentò per otto anni l'Istituto Superiore "Sperl Gimnasyum", sino alla maturità. Si iscrisse a medicina, facoltà che frequentò con forte senso critico fino alla laurea conseguita nel 1881. Dopo la laurea andò a Londra, ma ritornato iniziò a lavorare in un laboratorio di zoologia di Vienna dove prese contatto con il darwinismo. Passò quindi a lavorare in laboratorio all'Istituto di Fisiologia dove condusse importanti ricerche in ambito neuro-istologico. Dopo sei anni... Approfondisci
| Vedi di più >
Note legali