Categorie

Sigmund Freud

Curatore: R. Colorni
Anno edizione: 1977
Pagine: 95 p.
  • EAN: 9788833902227

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Dr. Giuseppe Paolo Mazzarello

    16/03/2008 19.52.22

    Uno degli ultimi libri di Freud, uno dei più difficili da leggere. Non per la sintassi o la chiarezza dei contenuti, straordinariamente semplici. Il lascito del maestro tocca sul vivo la condizione dello psicanalista e del suo allievo. Si può concludere che questa alleanza costituisca un baluardo di integrità e salute? Chi, meglio del suo fondatore, può esprimersi al riguardo. Il maestro si trova, ordinariamente, a dovere lasciare l'allievo per una ragione o per l'altra. La cosa migliore sarebbe che l'istruzione fosse completata. In realtà vediamo come vi siano limiti insiti all'interminabilità del lavoro da svolgere. O, meglio, si debbano accettare le condizioni di una terminabilità condizionata. Se letta con adeguato lavoro alle spalle, l'opera lascia una soddisfazione profonda. Non fa per nulla male leggerla in ogni caso. Più semplice emotivamente la lettura del saggio congiunto "Costruzioni nell'analisi". Se qualcuno parla di costruzioni, vuol dire che è consapevole dell'esistenza di qualcosa. E questa, in qualunque condizione si trovi, è per forza anche terminata. Consola che qualcuno l'abbia pure costruita.

Scrivi una recensione