Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Oscar Mondadori -20%
Salvato in 146 liste dei desideri
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
L' animale femmina
16,62 € 17,50 €
LIBRO
Venditore: IBS
+170 punti Effe
-5% 17,50 € 16,62 €
disp. immediata disp. immediata
Chiudi
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,62 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
17,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
OCCHIO AL FILM
16,99 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 4 gg lavorativi disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
OCCASIONI SICURE
16,63 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
16,63 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
17,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
17,50 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
LIBRERIA KIRIA
8,75 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libreria Koine
9,00 € + 4,70 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libraccio
9,45 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
ibs
16,62 €
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Multiservices
17,50 € + 2,50 € Spedizione
disponibile in 8 gg lavorativi disponibile in 8 gg lavorativi
Info
Nuovo
OCCHIO AL FILM
16,99 € + 4,90 € Spedizione
disponibile in 4 gg lavorativi disponibile in 4 gg lavorativi
Info
Nuovo
OCCASIONI SICURE
16,63 € + 5,49 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Nuovo
Libreria Nani
16,63 € + 5,95 € Spedizione
disponibile in 3 gg lavorativi disponibile in 3 gg lavorativi
Info
Nuovo
Bookbay Book Store
17,50 € + 5,90 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Libreria Bortoloso
17,50 € + 6,30 € Spedizione
disponibile in 5 gg lavorativi disponibile in 5 gg lavorativi
Info
Nuovo
Altri venditori
Prezzo e spese di spedizione
LIBRERIA KIRIA
8,75 € + 4,90 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - In buone condizioni
Libreria Koine
9,00 € + 4,70 € Spedizione
disponibilità immediata disponibilità immediata
Info
Usato Usato - Ottima condizione
Libraccio
9,45 € Spedizione gratuita
Usato
Aggiungi al carrello
Chiudi
L' animale femmina - Emanuela Canepa - copertina
Chiudi

Descrizione


Vincitrice del Premio Fondazione Megamark 2018

Vincitrice del Premio Calvino 2017

Emanuela Canepa mette a nudo non solo le contraddizioni delle donne, ma anche la fragilità degli uomini. E scrive un'educazione sentimentale in cui le dinamiche di potere si ribaltano, rivelando quanto siamo inermi, tutti, di fronte a chi amiamo.


«Per molto tempo non ho avuto il coraggio di farlo. Poi mi sono detta che dovevo tentare, e alla fine ci sono riuscita. Perché sapevo che là dentro sarei morta. E io invece volevo vivere»

Rosita è scappata dal suo malinconico paese, e dal controllo asfittico della madre, per andare a studiare a Padova. Sono passati sette anni e non ha concluso molto. Il lavoro al supermercato che le serve per mantenersi l'ha penalizzata con gli esami e l'unico uomo che frequenta, al ritmo di un incontro al mese, è sposato. Ma lei è abituata a non pretendere nulla. La vigilia di Natale conosce per caso un anziano avvocato, Ludovico Lepore. Austero, elegante, enigmatico, Lepore non nasconde una certa ruvidezza, eppure si interessa a lei. La assume come segretaria part time perché possa avere piú soldi e tempo per l'università. In ufficio, però, comincia a tormentarla con discorsi misogini, esercitando su di lei una manipolazione sottile. Rosita la subisce per necessità, o almeno crede. Non sa quanto quel rapporto la stia trasformando. Non sa che è proprio dentro una gabbia che, paradossalmente, si impara a essere liberi.
Leggi di più Leggi di meno

Dettagli

2018
30 aprile 2018
260 p., Brossura
9788806237349

Valutazioni e recensioni

3,92/5
Recensioni: 4/5
(24)
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(8)
3
(4)
2
(2)
1
(1)
Charme
Recensioni: 4/5
Ottima narrazione

Non sono un amante della prima persona, tuttavia l'autrice riesce a non farmela pesare e a farmi immedesimare nel personaggio. La storia è semplice ma pregna di vita, il che la rende godibile.

Leggi di più Leggi di meno
Veronica
Recensioni: 4/5

Intenso, particolare e di una forza straordinaria!

Leggi di più Leggi di meno
Vargas
Recensioni: 3/5

#libroletto Narra l'incontro fra Rosita studentessa universitaria di Medicina fuori corso con Ludovico Lepore, Avvocato anziano, con chi instaurerà un rapporto di lavoro insano. La Canepa delinea due storie molto umane, una moderna quella della ragazza del sud che scappa al norte per studiare e svincolarsi da una madre vedova assillante e asfissiante. Rosita che tenta tutto per provvedere al proprio sostentamento con lavoretti saltuari... l'altra storia del sapore attuale ma con una narrazione del gusto antico, dell'amore omosessuale fra due cari amici diventato l'ossessione del anziano avvocato. Nel raccontare emergono diversi profili umani e sentimenti come l'inadeguatezza e la bassa autostima da parte di Rosita e la misoginia e autoritarismo manipolatore da parte di Ludovico. Personaggi forti e ben delineati. Fresco, ironico, fluido, coinvolgente, intelligente ma non pesante, non banale.

Leggi di più Leggi di meno
Chiudi

Recensioni

3,92/5
Recensioni: 4/5
Scrivi una recensione Scrivi una recensione
5
(9)
4
(8)
3
(4)
2
(2)
1
(1)

Voce della critica

Medievalista, ma anche laureata in Psicologia, bibliotecaria, ma soprattutto scrittrice di razza. Ha esordito non giovanissima Emanuela Canepa, ma la lunga attesa e il tempo in cui ha lavorato al suo romanzo di debutto, hanno consegnato un’opera matura, di finissima psicologia, di congegnata struttura, che autori ben più consumati non trovano nemmeno in stadi avanzati della carriera. L’ineluttabile percorso di vittima che la vita sembra aver assegnato all’antieroina di Canepa, Rosita Mulé, scorre inesorabile: fa i conti prima con la madre, poi con l’addio alla propria terra, con un percorso di studi che prosegue a rilento, con un lavoro insoddisfacente e malpagato, uno scorrere di giorni senza picchi. L’esistenza, però, svela Rosita, che narra in prima persona, per quel che è: non un essere passivo, ma che sa anche digrignare i denti e dar vita a una rivoluzione personale. Ecco cosa c’è in uno dei romanzi più sorprendenti dell’ultima stagione letteraria, approdato all’officina romana di Einaudi, Stile Libero, affidato alle cura di Rosella Postorino, nelle vesti di editor, e arrivato in libreria come L’animale femmina (260 pagine, 17,50 euro).

Ne L’animale femmina Canepa è riuscita a intrecciare con equilibrio, senza rinunciare al”una o all’altra, l’interiorità psicologica di un personaggio, Rosita, e un’architettura in cui inserirlo, dal passato al presente. Rosita non intende immergersi nell’archetipo di ragazza di provincia del sud a cui, per lei, aspira la madre. Cerca la vita altrove. Finisce studentessa universitaria fuori corso e cassiera a Padova (la città dove Canepa, romana, vive), a fare i conti probabilmente con un amore sbagliato. Poi l’incontro – galeotta la restituzione di un portafoglio – con un misantropo e misogino, come l’avvocato divorzista Lepore, che ha circa una settantina d’anni, la espone a un legame di dipendenza (accetta di diventarne la segretaria, per evidenti difficoltà economiche, lascia il supermercato, pensa di poter riprendere a dare qualche esame all’università) e a un ruolo subalterno, tanto da subirne quotidianamente le frustrazioni e da essere colpita nei punti deboli, spesso in modo subdolo. Sembrerebbe un confronto a senso unico, col personaggio perfido (di cui l’autrice fa bene a raccontare anche il passato in terza persona, con un flash-back che svela la sua disillusione e la sua generale avversione per le donne) che straripa, il duello però finisce per avere un andamento sorprendente, di fatto Rosita evolve e inizia a parare i colpi, la dialettica psicologica è tutto fuorché scontata ed è dispiegata in modo magistrale (fino all’episodio di una statuetta votiva etrusca, antico pegno d’amore, da recuperare…).

Da manipolazione, assedio e vessazioni mentali nasce una ribellione silenziosa, una rivalsa capace di sovvertire i ruoli e far vacillare il carnefice. L’avvocato provoca, pensando di aver di fronte un essere prevedibile. Si sbaglia. È in questo snodo che sta l’abilità di Canepa, che tiene alta la tensione, cuce assieme particolari e sfumature, costruisce una storia che può sembrare una collezione di fallimenti, per la sua Rosita, ma che finisce per essere un susseguirsi di potenziali piccole rivoluzioni, e basta afferrarne una davvero, per cambiare tutto. Il coraggio per lasciare la provincia campana non resta isolato. la sconfitta che sembra insita nell’anima di Rosita può evaporare e forse è il suo “nemico” a regalargli questa grande opportunità. L’animale femmina tocca vette, è un romanzo difficile da dimenticare.

Recensione di Micol Treves

Leggi di più Leggi di meno

Con la sua narrazione semplice, senza artifici, ma allo stesso tempo ricca e fresca, Emanuela Canepa colpisce al cuore il lettore fin dalle prime pagine; e riesce a farlo grazie anche alla figura della protagonista, Rosita Mulè, una giovane donna che, temendo di rimanere incastrata in un ruolo che non le appartiene, decide di andare il più lontano possibile dalla madre e da quel suo paesino del sud Italia che per lei rappresenta una prigione. Ma i sogni devono far sempre i conti con la realtà, così dopo pochi anni la ragazza si ritrova ad essere una studentessa di medicina a tempo perso e cassiera precaria a tempo pieno, almeno fino al fortuito incontro con l’indecifrabile avvocato Ludovico Lepore.

Rosita, complessa, fragile, ma soprattutto umana, così come tutti i personaggi che animano la storia, dà vita ad un romanzo che si potrebbe definire come un’indagine psicologica della mente umana e dell’animo femminile, e non solo.

Attraverso quell’insidioso gioco che si istaurerà tra la ragazza e Lepore e a quella sottile manipolazione che l’avvocato attuerà nei confronti della giovane donna, l’autrice cercherà di andare in fondo all’animo di quell’uomo cinico e rude, facendoci scoprire un volto diverso.

Il principale merito di Emanuela Canepa è quello di saper descrivere la quotidianità femminile senza inutili abbellimenti, facendo risaltare le fragilità e le contraddizioni di una Rosita ancora alla scoperta di se stessa, che inizierà un lento e inconsapevole cambiamento, fino a toccare il fondo.

Un romanzo che sa coinvolgere ed è in grado di regalare molti spunti di riflessione.

Recensione di Annalaura Barreca

Leggi di più Leggi di meno

Conosci l'autore

Emanuela Canepa

1967, Roma

Emanuela Canepa (Roma, 1967) vive a Padova, dove lavora come bibliotecaria. L'animale femmina (Einaudi 2018) è il suo romanzo d'esordio, con il quale ha vinto il Premio Calvino 2017. Tra le sue altre pubblicazioni: Insegnami la tempesta (Einaudi, 2020).

Chiudi
Aggiunto

L'articolo è stato aggiunto al carrello

Cerca Cerca
Cerca
Chiudi

Aggiungi l'articolo in

Chiudi
Aggiunto

L’articolo è stato aggiunto alla lista dei desideri

Chiudi

Crea nuova lista

Chiudi

Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Chiudi

Verrai avvisato via email sulle novità di Nome Autore