Categorie
Traduttore: S. Bertola
Editore: Einaudi
Collana: Supercoralli
Anno edizione: 2000
  • EAN: 9788806151768
Disponibile anche in altri formati:

€ 14,05

€ 16,53

Risparmi € 2,48 (15%)

Venduto e spedito da IBS

Nuovo - attualmente non disponibile

€ 8,92

€ 16,53

Usato di Libraccio.it venduto da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Garanzia Libraccio
Quantità:

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    valentina

    12/07/2011 14.42.45

    libro piaciuto molto molto molto!!! passato la notte nel finirlo di leggere, morivo dalla curiositá di arrivare alla fine ;-) scritto bene e una storia molto appassionante. @elias, la storia é ambientata ai giorni attuali (anni 90), e l'epilogo nel futuro. Se leggi bene il leggio che gli hanno regalato per la laurea dice "anno 1994" e Praga é da poco uscita dal regime comunista. Forse non l'hai letto bene, ma capita coi libri che non ci prendono. Ci tenevo solo a chiarirti l'arcano del cellulare.

  • User Icon

    michela

    10/07/2008 06.34.11

    Questo libro mi ha colpito profondamente...non solo è scritto meravigliosamente, ma tocca corde sensibili in ognuno di noi. L'ho regalato a molte persone e tutte concordano nel dire che è una storia che non si dimentica. Da leggere!

  • User Icon

    elians

    03/07/2007 15.19.59

    Ma si capisce come mai Camilla abbia un "cellulare"??? se dovrebbero essere gli anni 50 o 60 al massimo?? l'atmosfera è decisamente vittoriana e quando dice che il cellulare squilla si rompe l'incantesimo e non ci si capisce più niente!

  • User Icon

    lhl

    19/06/2007 12.54.25

    il particolare che più mi ha colpito, è la capacità dello scrittore di approfondire l'animo e le emozioni dei personaggi, di tutti i personaggi. Parlando di ognuno di essi, ti sembra di essere tu nella sua psiche; descrivendo la sua situazione, ti sembra di viverla tu. Post romantico, è un romanzo che, sia pure ambientato in un contesto contemporaneo, sembra si sviluppi fuori dal tempo, sicuramente lontano dalla tecnologia e dagli influssi malefici dei ritmi di oggi.

  • User Icon

    Ceia

    26/08/2004 22.06.41

    Richard Mason ha scritto un gran bel libro. Profondo, duro, spietato, doloroso, estremamente plausibile, un vero quadro sulla debolezza umana, sulla leggerezza della gioventù, sui sensi di colpa, sulla vendetta, sul perdono. Il tutto è permeato da un'atmosfera "vittoriana", tra abiti costosi, serate di gala e castelli... Quattro parole sul suo modo di scrivere prima di dire la mia sul contenuto. Mason sa raccontare. Sa esprimere su carta il bello e il brutto delle sensazioni d’amore, sa farti appassionare. Ho notato nel suo scrivere un continuo cambiamento di tempo, dal passato al presente… chi l’ha letto ricorderà, ebbene… anche se subito mi è sembrato un po’ "strano" poi mi ha convinto. Un’altra cosa da dire è che Mason non ha timore di annoiare il lettore, si dilunga su una descrizione, va avanti e poi torna indietro, butta qua e là qualche frase che ci dice che il bello (anzi il brutto) deve ancora venire. E questo rende tutta la situazione credibile, il vecchietto che osserva quel ragazzo sulla riva del fiume, che si perde in mille “se”, in tanti “forse”, un vecchietto che ognitanto perde il filo, ma che alla fine riuscirà ad arrivare sino in fondo, a raccontare tutto, ad analizzare spietatamente ogni anfratto della sua vita. E' un libro toccante (mi ha commosso, mi ha fatta arrabbiare), e come dicevo è plausibile, il cammino per diventare adulti può essere drammatico, specialmente se sei un debole, un remissivo, se non cerchi di ragionare con la tua testa, se non capisci che gli sbagli vanno ammessi, che si deve chiedere scusa, che si deve scontare la pena per quello che hai fatto. (Espiazione, no?). Un libro che fa davvero pensare. Accidenti se fa pensare... “Abbiamo scordato che la distruzione esige una ricostruzione, che i cuori delle persone sono fragili, che toccarli con qualsiasi cosa non sia un amore corrisposto è male.”

  • User Icon

    luigi

    06/04/2004 15.21.22

    E' un libro ingannevole. Buona la prima parte, un disastro il seguito. Mi ricorda certi libri di De Carlo, stessa atmosfera volgare e arrogante che si trascina pagina dopo pagina. non dice niente, non conduce da nessuna parte, non possiede un vero stile narrativo. inutile gridare al capolavoro: certamente mason scrive benino, ma per diventare uno scrittore ha molta strada da fare. Perchè insistiamo a voler leggere mediocre letteratura straniera postadolescenziale, quando in italia da remmert a culicchia agli autori della Sironi abbiamo esempi di narratori infinitamente migliori? bisognerebbe imparare tutti quanti a muoversi con più accortezza tra gli scaffali delle librerie.

  • User Icon

    Eddie Vedder

    05/02/2004 11.40.44

    Ottimo romanzo sia dal punto di vista stilistico che contenutistico. Unico neo, un epilogo facilmente intuibile un centinaio di pagine prima della conclusione... ecco perchè secondo me non merita un 5 pieno.Ad ogni modo, non lasciatevelo scappare!!! Francy PS: d'accordo sull'affinità con Mc Grath

  • User Icon

    cdt2002

    10/06/2002 15.15.58

    Opera prima assai pretenziosa, che trova nel coro delle critiche quasi unanimemente favorevoli un'avvallo a mio parere ingiustificato. Buono, anzi a tratti decisamente brillante ed ingegnoso l'uso della scrittura ma del tutto insufficiente l'opera di tessitura della trama che si srotola banalmente e in modo piatto e prevedibile verso mancati colpi di scena. Infantile ed inverosimile, oltreché irritante in quanto ipocrita, l'intento di denuncia delle "colpe" della società aristocratica inglese, nella quale anzi l'autore sguazza con malcelata soddisfazione ( se non con una punta di invidia essendo Mason un frequentatore e non un membro per nascita della criticata aristocrazia inglese). Autore senz'altro dotato, dunque, ma con tanta strada ancora da percorrere per potersi fregiare della qualifica di scrittore. Ottima invece, quella sì, la traduzione.

  • User Icon

    Riccardo

    19/02/2002 09.10.38

    Un libro di rara saggezza narrativa per un così giovane autore. Bello, appassionante, intrigante. Per chi vuole fare i conti anche con i propri ricordi e il proprio passato, il libro giusto.

  • User Icon

    sara

    16/05/2001 11.39.10

    Stupendo, intrigante sin dalla prima pagina . Uno di quei libri avvincenti che non vorresti mai che finissero . PIacerà molto a chi ha amato i romanzi e le atmosfere di Patrick McGrath Spero nella pubblicazione del prossimo romanzo entro breve

  • User Icon

    Giovanni

    03/05/2001 11.46.38

    Arrivato per caso nella mia vita, non lascierà più il mio cuore.

  • User Icon

    Carlo

    17/02/2001 21.17.23

    Molto bello. Ti prende dall'inizio alla fine; purtroppo qualche incertezza narrativa, qualche sbavatura, ma globalmente non ti lascia.

  • User Icon

    Alberto

    01/11/2000 00.15.24

    Un libro davvero speciale..iniziato a leggere per caso l'ho finito in una giornata. Lo consiglio anche a chi come me dopo poche pagine abbandona il libro in un cassetto..vi assicuro che non succedera con questo

  • User Icon

    blurain

    29/06/2000 15.38.42

    bellissimo, assolutamente affascinante...... impossibile smettere di leggere, mi ha lasciata senza fiato. complimenti all'autore, e pensare che è solo al suo primo libro..........

  • User Icon

    Fabiana

    22/06/2000 21.43.33

    Ritrovarmi coinvolta in una passione celebrale cosi forte,mi ha fatto davvero sognare. Attenzione!! Mai fidarsi di nessuno.E mai pensare di conoscere pienamente qualcuno. Tanto-meno la propria compagna/o.

Vedi tutte le 15 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione