Traduttore: F. Diano
Editore: BEAT
Collana: BEAT
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 347 p., Brossura
  • EAN: 9788865590294
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 7,65

€ 9,00

Risparmi € 1,35 (15%)

Venduto e spedito da IBS

8 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Georgia

    29/01/2017 20:41:19

    Un romanzo imprevedibile. Si apre con la situazione attuale per poi utilizzare il flashback narrativo. La prima parte è dedicata alla presentazione dei personaggi del villaggio di Eyam. Conosciamo subito la storia di Anna Frith, una giovane ragazza madre, ma anche vedova. Conosciamo la sua storia personale, la sua infanzia e conosciamo anche il suo ospite: George Viccars, un sarto di Londra che sarà il portatore della peste nel piccolo villaggio. Il rettore Michael Montpellion, che è una sorta di sindaco del villaggio, prende una decisione importante : mettere il villaggio in quarantena e proibire l'importazione o l'esportazione DIRETTA di merci e degli abitanti di Eyam. Da questo momento in poi inizia la parte di mezzo, dedicata al modo in cui il rettore, la moglie Elinor e la domestica Anna Frith (che è appunto la voce narrante) devono prendersi cura degli abitanti. Si susseguono quindi moltissime vicende, la storia di tante famiglie affette dalla peste, i lutti che devono sopportare, le ribellioni degli abitanti, accuse di stregoneria. L'unico punto che voglio criticare di questo libro: la fine. Un finale che stona con la trama principale; prende una piega da 50 sfumature, ma sconvolge di più ciò che accade subito dopo: una trama molto velocizzata, (magari qualche spunto per un nuovo libro che la scrittrice ha deciso fosse meglio inserire proprio in questo romanzo). Consiglio questa lettura comunque, peccato per il finale non degno per Anna Frith. E' da 5 stelle, ma per il finale gliene tolgo una.

  • User Icon

    sara

    10/08/2016 15:15:05

    Un libro che mi resterà nel cuore! Davvero indimenticabile per l'intensità con cui è stato scritto, per la drammaticità del periodo storico,i personaggi così ben definiti e il meraviglioso finale che ti lascia trasognante. Consiglio vivamente di leggerlo anche perchè non ci metterete molto; quando si inizia è difficile smettere.

  • User Icon

    Francesca

    07/02/2014 22:13:59

    Romanzo che si ispira alla storia vera di Eyam, paese del Derbyshire, ricordato come Villaggio della peste. L'epidemia viene vissuta dalla protagonista, Anna, con dignitoso coraggio e tenacia. Desolazione, morte, superstizione, disperazione si contrappongono alla speranza della rinascita e all'amore. Lettura nel complesso scorrevole e piacevole nonostante il tema non di certo leggero.

Vedi tutte le 45 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione