Apocalisse Z. I giorni oscuri

Manel Loureiro

Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 luglio 2013
Pagine: 340 p., Brossura
  • EAN: 9788850231959
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 5,40
Descrizione
Sono rimasti in quattro: Viktor Pritchenko, l'indomito pilota d'elicotteri ucraino; suor Cecilia, la tenace e abile infermiera; Lucia, la bellissima e impulsiva adolescente; e lui, il giovane avvocato che ha raccontato l'Apocalisse Z su Internet. Almeno fino a quando c'è stata Internet. Adesso, mentre sorvolano la Spagna e l'Africa settentrionale, hanno la prova che la civiltà, come la conoscevano, è davvero finita. Ovunque. L'unica speranza sono le Canarie che, in base alle poche notizie disponibili, sono state risparmiate dall'epidemia che ha trasformato gli uomini in zombie. Ma, quando arrivano a Tenerife, i quattro sopravvissuti scoprono che il cosiddetto "Punto Sicuro" è in realtà un inferno: l'isola è sovraffollata; mancano cibo, acqua e soprattutto medicinali, indispensabili per l'ultimo ospedale ancora operativo. Ecco perché ai due uomini viene immediatamente ordinato di partecipare a una missione rischiosissima: recuperare le scorte di farmaci dell'Hospital La Paz di Madrid, uno dei primi Punti Sicuri a cadere sotto la pressione inarrestabile degli zombie. Il gruppo è quindi costretto a dividersi e, mentre Viktor e l'avvocato si avventurano in una capitale spettrale e irriconoscibile, Lucia e suor Cecilia rimangono sull'isola, dove scopriranno che esistono creature ancora più pericolose dei morti: i vivi...

€ 8,50

€ 10,00

Risparmi € 1,50 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    la strega

    16/03/2014 15:58:16

    questo secondo capitolo mi è piaciuto di più solo perché c'è più azione. l'ho letto in due giorni e ormai i protagonisti sono diventati degli amici come mi accade spesso leggendo una serie di vari volumi.

  • User Icon

    Daniele

    13/11/2013 17:09:35

    Secondo romanzo di una trilogia. È chiaramente un libro di "passaggio", il transito verso l'epilogo (per ragioni editoriali ) americano che incuriosisce. Senza infamia e senza lode. A tratti avvincente, ma mai veramente convincente. Non delude ma, siamo sinceri, nemmeno incanta com'era stato capace il primo episodio. L'autore sembra aver perso quella verve narrativa che aveva caratterizzato il libro precedente, abbandonando (come, a dire il vero, era doveroso fare) la tecnica del racconto - diario. Inoltre sembra essere un po' prigioniero dei propri personaggi, troppo caratterizzati e dunque poco malleabili; ragion per cui talvolta si ha l'impressione che siano avulsi dal contesto nel quale sono inseriti. Alcuni avvenimenti sono poco coerenti con lo scenario immaginato e descritto dall'autore. Tuttavia, nel complesso, resta una lettura più che godibile, di pura evasione e di divertimento anche per chi, come il sottoscritto, non è un appassionato del genere. Lo consiglierei, ma non a chi ha pretese letterarie particolari.

  • User Icon

    Zeno

    28/02/2013 19:08:57

    Secondo capitolo della saga, leggermente inferiore al primo. La narrazione guadagna dinamicità passando dalla forma diario alla prima persona. Il romanzo ha un ottimo ritmo, in certi punti molto adrenalinico. Si perde un po' l'effetto novità del primo capitolo, essendo il tema trattato molto inflazionato. E' comunque un romanzo piacevole, da leggere tutto d'un fiato. Il finale aperto mi ha un po' deluso...aspettando il terzo capitolo...

  • User Icon

    oreste

    20/10/2012 14:31:13

    certo il primo episodio è quasi inarrivabile... ma siccome a parer mio il primo è un capolavoro da oltre 5/5 anche questo episodio merita 5/5

  • User Icon

    Alessandro

    01/09/2012 02:27:29

    Come detto da altri, il primo libro e' leggermente superiore a questo, anche a me piaceva di piu' la narrazione tipo diario che non c'e' per niente in questo, forse perche' essendo arrivato nel posto che ospita l'ultimo scampolo di sopravvissuti non aveva piu' senso tenere un diario che raccontava ai postumi o ad altri sopravvissuti quello che e' successo nel mondo perche' i pochi rimasti gia' conoscevano l'orrore la fuori...o forse l'autore ha cambiato semplicemente stile. Nel primo libro il tutto era incentrato sui non-morti e su poche relazioni fra vivi inquanto di questi ultimi nel suo viaggio ne ha incontrati ben pochi..questo si concentra di piu' sui vivi che nonostante siano stati portati sull'orlo dell'estinzione hanno imparato ben poco e continuano a truffarsi e uccidersi fra loro invece di collaborare per far rinascere un mondo migliore , chi aveva potere e ricchezza prima continua a far valere il suo potere con la forza spacciando la tirannia per democrazia come del resto succedeva gia' e succede tutt'ora...in fondo i mostri non sono solo i non-morti... Comunque anche questo libro mi e' piaciuto molto e aspetto il terzo con ansia.

  • User Icon

    mirco

    01/12/2011 11:49:56

    si bhe non c'è paragone al primo libro. Ha mantenuto le descrizioni dettagliate anche se sui non-morti ne ha parlato poco in questo libro. Non mi è piaciuto tanto il finale :( pensavo qualcosa in di più. Comunque in generale un buon libro, me lo sono letto tutto di un fiato come il primo :). Speriamo nel terzo capitolo che arrivi il prima possibile :)

  • User Icon

    pint74

    13/09/2011 06:42:50

    Rispetto al primo capitolo abbiamo un calo piuttosto evidente nella narrazione... In questo caso,l'autore ,abbandona in parte l'approccio a modo diario per passare alla narrazione classica e fa',a mio parere,perdere parte del fascino al libro. Inoltre vi sono alcune forzature,nella storia,che rendono meno credibile e piu' film d'azione questo libro. Passaggio d'obbligo,comunque,per chi ha letto il primo capitolo,ma da valutare,per chi non ha trovato nulla di speciale gia'nel primo libro. E'comunque un buon romanzo.

  • User Icon

    salvatore

    05/09/2011 15:43:55

    D'accordissimo con il commento di Simone poco sotto...aggiungo che secondo me è anche più bello del primo! Attendo il terzo capitolo

  • User Icon

    Simone

    31/08/2011 11:13:00

    Giunto alla seconda puntata della saga horror più intrigante degli ultimi tempi, ho capito cosa mi colpisce particolarmente della scrittura di Loureiro: l'abilità, quasi maniacale, nel descrivere i luoghi, per lo più solitari, abbandonati, sporchi, prima la Galizia, ora le Canarie e Madrid. Grazie a questa capacità il lettore è trascinato nell'azione e vive anche sensorialmente momenti, paure e disavventure. Inoltre, rispetto al primo episodio, qui i non-morti, per forza di cose, fanno da sfondo. La loro presenza è oramai assodata e all'autore interessa più sviluppare le dinamiche che si creano tra i personaggi "vivi", mostrando quanto il comportamento degli uomini sia molto più mostruoso rispetto a quello degli zombie. Forse niente di nuovo all'orizzonte, ma cavolo, ben raccontato, ricco di tensione e "divertente".

  • User Icon

    Pasquale

    28/07/2011 11:45:36

    Da questo sequel in tutta onesta mi aspettavo di più, visto le premesse del primo libro, la storia parte bene, ma il finale è una delusione enorme: frettoloso,sconfusionato.

  • User Icon

    ciccio pasticcio

    26/07/2011 10:55:53

    Seguito davvero "controverso" sulla avventure del giovane avvocato, ma nella norma tutto sommato come dove di adrenalina, non (e mi rincresce dirlo) all'altezza del primo eppisodio molto stemperato e alle volte discontinuo nell'attesa delle situazioni più "horror" dei nostri vecchi e nuovi personaggi. cmq nel complesso è stato divertente tant'è che sono riuscito a leggerlo in poco più di un giorno, e non mi capitava da parecchio. aspettiamo che esca la terza ed ultima? parte per tirare le somme, senza da parte della casa editrice NORD dover aspettare anni........

  • User Icon

    mark

    05/07/2011 17:48:56

    inizio quasi entusismante ma con lo scorrere delle pagine diventa insipido trito e ritrito nel proseguo. la seconda parte non da il "kick" di adrenalina che ci si aspetta da un libro con il titolo simile. io adoro le stoie si zombie ma quest mi sembra veramente finita in maniera frettolosa. mi sono posto la stessa domanda : avremo un seguito? voto basso.

  • User Icon

    Massimo

    21/04/2011 21:02:25

    La prima puntata mi aveva entusiasmato. Niente di nuovo, anzi saccheggiava a piene mani da quanto già pubblicato sull'argomento. Ma lo faceva in maniere briosa ed elegante e alla fine si sorvolava sulle non poche incongruenze della storia. Aspettavamo con ansia questa seconda parte e siamo rimasti delusi. Alla fine ne esce una storia banale, lenta e confusa, tutta incentrata su una sconclusionata missione (sembra chissà cosa, ma alla fine serve per recuperare qualche pacco di medicinali) alternata con le problematiche dei sopravvissuti, ma che vengono ridotte a banali violenze "domestiche" e allo scontro tra lealisti monarchici e repubblicani. Dulcis in fundo il finale misterioso che lascia il lettore a domandarsi: avremo un ulteriore sequel ? Viste le premesse, speriamo di no. Peccato perchè l'autore e Max Brooks avevano rivitalizzato la "letteratura" sul genere. Almeno possiamo ancora consolarci con il secondo ...

  • User Icon

    Luca

    16/04/2011 11:29:55

    Ho trovato primo Apocalisse Z leggermente superiore dal punto di vista della narrazione e della suspence. Anche questo secondo romanzo però risulta piacevole e scorrevole: io l'ho letto d'un fiato. Sarà perché adoro le storie di zombie... Se devo fare un appunto, direi che ho trovato la seconda metà del libro un po' troppo frettolosa, sia nella descrizione della successione degli eventi, che nella conclusione. Che comunque ti lascia con la curiosità di sapere come Loureiro chiuderà la saga.

Vedi tutte le 14 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione