Appunti per uno studio del cuore umano

Penelope Lively

Traduttore: C. Piazzetta
Editore: TEA
Collana: Teadue
Anno edizione: 2013
Formato: Tascabile
Pagine: 244 p., Brossura
  • EAN: 9788850225415
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione
Stella Brentwood, antropologa ormai in pensione, dopo una vita trascorsa in giro per il mondo a studiare culture diverse, decide di stabilirsi nell'abbagliante campagna del Somerset occidentale. Una scelta solo in apparenza casuale: Richard, il vedovo di Nadine, la sua migliore amica dei tempi dell'università, vive nella zona e l'aiuta a trovare casa e ad ambientarsi, ma in realtà - Stella se ne rende conto ben presto - la decisione è uno snodo fatale e in un certo senso obbligato della sua esistenza. Comprare casa, prendere un cane, fare conoscenza con i vicini: in breve, mettere finalmente radici può sembrare rassicurante, ma destabilizza più di quanto Stella possa pensare. L'inserimento in un sistema di relazioni implica una definizione di sé che la donna non sa o forse non vuole trovare, e perfino i vincoli di sentimenti che legano gli esseri umani finiscono per rivelarsi troppo stretti: Nadine, che aleggia continuamente tra lei e Richard; il ricordo degli uomini che ha amato ma a cui non ha voluto legarsi; Judith, l'esuberante amica e compagna di tanti viaggi; gli ombrosi adolescenti che vivono in fondo al viottolo e la guardano con aperta ostilità... Il magnifico paesaggio del Somerset, la terra rossa al tramonto, le sue file di colline ondulate saranno il sontuoso palcoscenico su cui si muovono figure in fondo tutte in ugual misura estranee, e Stella dovrà misurarsi con quel labirinto complesso che a volte è la vita.

€ 5,00

€ 10,00

Risparmi € 5,00 (50%)

Venduto e spedito da IBS

5 punti Premium

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 7,00 €)

 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    marianna

    13/06/2010 15:30:50

    Della Lively avevo letto, di gran lunga migliore, "un'ondata di caldo". grande delusione ora, per un libro che ho terminato per dovere, visti i soldi sborsati e per un minimo di interesse per la trama secondaria relativa ai vicini di casa, che non viene comunque sviluppata come ci si aspetterebbe. il personaggio principale è come piatto, la narrazione ripetitiva e noiosa, senza spunti ne' introspettivi ne' descrittivi su cui ti venga voglia di soffermarti un attimo. appena finito subito sistemato in uno scaffale scomodo da raggiungere. pazienza.

  • User Icon

    brionytallis

    29/06/2009 17:47:35

    In effetti il romanzo ha manutenuto un po' troppo la forma degli "appunti" menzionati nel titolo. Ho letto solo un altro libro dell'autrice e mi era piaciuto senza'altro di più. Questo da' l'idea di un piatto di avanzi vari riscaldato al microonde.... se hai fame tutto va bene ma per i buongustai non c'è storia. Peccato non aver sviluppato maggiormente la storia relativa alla famiglia di vicini che secondo me è la parte meglio riuscita.

  • User Icon

    mari

    23/06/2009 16:52:55

    Un romanzo insignificante fino allo stupore. Trama scontata, personaggi senza spessore, finale prevedibile. Per fortuna l'ho preso in biblioteca, perché se avessi speso 16 euro per questo libro... bah! Penelope Lively imita spudoratamente William Trevor, ma è come una lucertolina accanto a Godzilla... Guanda ci prova, ma i lettori non sono scemi e sanno distinguere.

Scrivi una recensione