Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

Gli arcieri e altre leggende di guerra-Il terrore - F. Bussotti,Arthur Machen - ebook

Gli arcieri e altre leggende di guerra-Il terrore

Arthur Machen

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: F. Bussotti
Editore: Miraviglia
Formato: EPUB con DRM
Testo in italiano
Cloud: Scopri di più
Compatibilità: Tutti i dispositivi (eccetto Kindle) Scopri di più
Dimensioni: 1,19 MB
Pagine della versione a stampa: 208 p.
  • EAN: 9788889993514
Salvato in 10 liste dei desideri

€ 2,99

Venduto e spedito da IBS

spinner

Scaricabile subito

EBOOK

Compatibile con tutti i dispositivi, eccetto Kindle

Cloud: Sì Scopri di più

Aggiungi al carrello
spinner
Fai un regalo
spinner

non è possibile acquistare ebook su dispositivi Apple. Puoi comunque aggiungerli alla wishlist

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

La Prima Guerra Mondiale era da poco iniziata. I soldati inglesi combattevano su suolo belga e in patria i lettore richiedevano letteratura eroica. Un libro avvincente per intensità emotiva, convincente per trama narrativa e tuttavia misterioso per quanto affida ad un marcato immaginario collettivo che supera lo spazio e il tempo. Cosa resta, infatti, a un soldato inchiodato al fango di una lurida trincea e assalito da torme di nemici feroci, se non l’apparizione mirabile di schiere lucenti di Angeli Arcieri, che combattono con lui e per lui fino alla vittoria? È una realtà, non un’allucinazione. Di fronte alla morte si fondono sempre il Cielo e la terra, il sublime e la brutalità. Anzi, la morte, riposo del soldato, sta in questo crogiuolo di luce e di sangue. E il risveglio è un incanto di pace, un Paradiso. Così da sempre. Lo testimoniano i protagonisti: quelli del remoto passato omerico, quelli di ieri e di oggi. Al sopraggiungere della morte, la vita se ne va e in quell’attimo si affollano le esperienze del lungo vissuto e scorrono come in un film. Il tempo si ferma, un secolo si comprime in un attimo, nel balenio d’un raggio riflesso da un ostensorio. Siamo alla “luce abbagliante” che richiama epiche gesta, siamo al mito che si confronta con l’orrore della guerra. Intanto la minuziosa descrizione dei luoghi e i precisi cenni sul comportamento degli uomini danno vita ad un fantastico, misterioso, religioso paesaggio dell’anima.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,71
di 5
Totale 4
5
0
4
3
3
1
2
0
1
0
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    jimmy

    12/05/2020 16:12:48

    molto bello e particolare. Molti spunti.

  • User Icon

    Sandro Gramm. '74

    08/04/2019 05:53:57

    Oltre allo stupendo romanzo "Il terrore", sono presenti in questa antologia i racconti di guerra, di certo non famosi come i suoi racconti horror, ma altrettanto affascinanti, mistici e colmi di sense of wonder, ed in particolare segnalo la storia "L'ostensorio" di straordinaria potenza evocativa.

  • User Icon

    jonathan

    07/07/2016 15:51:38

    Una bella raccolta. Il racconto 'Gli Arcieri' è forse più di ogni altra opera alla base della leggenda di Machen. Breve, non straordinario ma folgorante, narra degli Angeli che a Mons aiutarono le truppe britanniche contro i Tedeschi durante la prima guerra mondiale, mitizzando la realtà e tramandando la leggenda. Nei racconti e nei romanzi brevi, o novelle, Machen è a suo perfetto agio, come nel meraviglioso 'Il Grande Dio Pan': il fantastico e il terrifico non hanno bisogno di troppe parole per raggiungere, come un soffio gelido, le nostre anime.

  • User Icon

    silvia

    23/01/2009 00:16:47

    Non si crede alle cose che non si vedono e non si vedono le cose che non si vogliono vedere. Questo è Machen! Il suo " Terrore" e le sue leggende traggono spunto dall'arcano celato nel quotidiano, dalla crepa della razionalità posta in scacco dall'imprevedibile. Memorabili le sue descrizioni della campagna gallese, tanto amata da consentirgli di raggiungere vette di quieto lirismo.

Vedi tutte le 4 recensioni cliente

Con una prefazione di Noè I. Rocchi e con un'introduzione dell'autore "Gli Arcieri e altre leggende di guerra" e "Il terrore", inediti in Italia, possono essere considerati uno degli esempi più alti della letteratura fantastica dell'Ottocento. Nel 1914 l'Evening News gli commissiona un racconto. La Prima Guerra Mondiale era da poco iniziata: i fronti cambiavano ogni giorno, i soldati inglesi combattevano su suolo belga e in patria i lettori richiedevano un po' di letteratura eroica. Machen scrive per l'occasione "The Bowmen", in cui immagina che una legione di Angeli-Arcieri guidati da San Giorgio venga in soccorso dell'esercito britannico nella battaglia di Mons. Il racconto riscuote un immediato e straordinario successo, tanto da diventare un vero e proprio mito. Si racconta che Arthur Conan Doyle avesse ricevuto da leggere da un amico, una sera, alcuni racconti di Machen. Doyle quella notte non riuscì a dormire. «Il vostro amico Machen è proprio un genio» affermò poi, «ma prima di portarmelo a letto di nuovo ci penserò due volte».

  • Arthur Machen Cover

    (Caerleon-on-Usk, Monmouthshire, 1863 - Beaconsfield, Buckinghamshire, 1947) scrittore inglese. Giornalista, saggista, traduttore (Memorie di Casanova, 1894), scrisse alcuni romanzi di un certo successo, come Il gran dio Pan (The great god Pan, 1894); ma è noto soprattutto per i racconti del soprannaturale, dove spesso utilizzò elementi tratti dalle leggende e dal folclore del natio Galles per creare sfondi suggestivi alle misteriose vicende che l’hanno reso famoso tra i cultori della letteratura fantastica. Tra le opere ricordiamo: i racconti I tre impostori (The three impostors, 1895), La polvere bianca (The white powder, 1897), La casa degli spiriti (The house of souls, 1906); e il romanzo breve Il terrore (The terror, 1917). Approfondisci
Note legali
Chiudi