Recensioni L' armata dei sonnambuli

  • User Icon
    11/07/2020 18:56:28

    Pestiferi questi del collettivo Wu Ming che con le loro rielaborazioni partigiane o faziose, in ogni caso accurate, perculano il lettore: a questo giro ci è toccato leggere, tra l'altro, della nobilitazione degli antenati colleghi di Giucas Casella. Finale pirotecnico. Bello. Da leggere.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/04/2020 21:53:21

    Chi non lo legge è un muschiatino !

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    18/04/2020 10:54:05

    Un libro molto bello e ben scritto che affronta un tema non semplice. Non ci deludono mai

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/02/2020 14:32:20

    Il primo romanzo letto di Wu Ming, una scoperta indimenticabile. Intreccio molto coinvolgente, impostazione inusuale, accuratezza e precisione nella ricostruzione storica. Insomma, consigliatissimo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/09/2019 08:40:13

    Un nuovo Wu Ming. Con Q e Altai ho sentito la concitazione dell’azione, il non riuscire a staccarsi dal libro, il volerlo divorare a tutti i costi. Qui la lettura è stata diversa, più lenta. Il libro segue una ricostruzione romanzata che parte dal momento in cui viene ghigliottinato Luigi Capeto e segue il corso degli eventi successivi, con Danton, Marat, Robespierre e il periodo del terrore. Ad esso si intrecciano vicende di personaggi realmente documentati come esistenti: Scaramouche e le sue lotte, Marie Noziere e tutte le donne della Francia, D’Amblanc e il mesmerismo. Avevo già letto qualcosa a proposito in un racconto di Poe, La verità sul caso di Mr.Valdemar, ma non avevo ben chiaro quanto grande fosse il fenomeno. Al di là della veridicità di questa armata, l’idea è vincente e calarsi nell’atmosfera parigina di intrighi e sotterfugi sempre un ottimo affare!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/03/2019 18:03:43

    Dopo Q, questo libro è parecchio interessante. La trama fatica a decollare e le prime 300 pagine sono difficili da masticare. Ma tutta l'ambientazione e la narrazione storica è di livello. Consigliato.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    13/01/2019 12:39:45

    Narrazione storica a più livelli con personaggi storicamente fondati. Ambientato negli anni della Rivoluzione francese, il plot secondo la mia modesta opinione è avvincente e i personaggi ben costruiti. Scaramouche poi il mio favorito. Da leggere

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    29/10/2018 16:50:54

    Molto bello, ma è un libro che non a tutti può piacere, essendo abbastanza lento e descrittivo. La grande particolarità di questo testo, però, è proprio la grandissima capacità degli autori di raccontare un quadro storico/sociale molto complesso come quello della Francia post-rivoluzionaria. La scrittura è ricca, particolare e coinvolgente. A me ha colpito tanto quest'ultimo fattore, rispetto alla trama stessa.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/10/2018 18:44:41

    Peccato. Da Manituana in poi sono diventati illeggibili

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    11/10/2018 11:34:01

    Chi conosce questo collettivo di autori e i suoi romanzi storici, non ha bisogno di recensioni. Chi non conosce la scrittura, la preparazione e lo stile di Wu Ming, farebbe bene a cominciare ad affacciarsi a questo mondo. Ennesimo capolavoro storico, pregno di qualità, di rievocazioni e di storie non alla portata di tutti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    22/09/2018 14:16:39

    Il secondo romanzo del cosiddetto “Trittico Atlantico”. Questa volta il collettivo letterario bolognese ci conduce in Francia al tempo della Repubblica giacobina, un’epoca assai controversa nel dibattito storiografico contemporaneo. La rievocazione storica, frutto di un certosino lavoro di documentazione, è realistica e per nulla idealizzata, benché gli autori non facciano quasi mai mistero delle loro personali simpatie per alcuni degli attori politici di allora. La trama è corale, al punto da frammentarsi nella prima parte: ci sono una donna pasionaria che nasconde un triste passato, un medico seguace di Mesmer incaricato dal governo di indagare su strani avvenimenti, un enigmatico sano rifugiatosi in manicomio ed un attore italiano amante della giustizia, di Goldoni e delle grazie femminili. Tutti questi fili si intrecceranno fra loro in un finale rocambolesco che strizza l’occhio alla cultura pop tutta, dai classici feuilleton a “Guerre Stellari”. Il mesmerismo scorre potente in questo libro: ottocento pagine che ipnotizzano!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    21/09/2018 12:41:22

    L'Armata dei Sonnambuli è un romanzo storico scritto a più mani, mani che mischiano meravigliosamente gli stili narrativi più disparati. L'intreccio di storie, personaggi e "punti di vista", se vogliamo, è il frutto di un lavoro da certosino, gli scrittori del collettivo Wu Ming danno lezioni di tecnica narrativa, e ne risulta un romanzo mai banale, curato fino ai minimi dettagli. La bellezza di questo libro sta nel fondere linguaggi, dialetti, storie in parte reali e in parte inventate, tanto che diventa difficile tracciare un netto confine tra la fantasia e la realtà della Parigi rivoluzionaria, negli anni del Terrore bianco. Quello che vi resterà, una volta terminata la lettura, è il ricordo indelebile dei personaggi di questa enorme opera teatrale, da Scaramouche a Marie Nozière, dal dottor D'Amblanc all'enigmatico Laplace, e tutte le loro sfumature. È impossibile trovare un unico protagonista alla storia, così come è impossibile trovare un'unica chiave di lettura alla storia, e ai tanti spunti di riflessione che possiamo ricavarne. Il ritmo della narrazione è veloce, il lettore non si annoierà sicuramente. E' molto divertente come gli autori abbiano ricamato una vicenda semi-fantasiosa partendo da frammenti reali di storia: riferimenti più o meno velati dentro i discorsi dei personaggi storici della Rivoluzione, nomi in atti processuali, documenti amministrativi del periodo del Terrore. Partendo da queste briciole, lasciate da un immaginario Pollicino, ricostruiscono una vicenda allo stesso tempo verosimile e ai limiti dell'immaginazione. Consigliatissimo!

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    17/09/2018 18:47:56

    Libro stupendo. Ho letto la copia in biblioteca e poi l'ho comprato solo per poterlo prestare in giro! La storicità si fonde ad una struttura romanzesca molot solida, spettacolare l'alternarsi dei punti di vista dei protagonisti.

    Leggi di più Riduci
  • User Icon
    19/03/2018 14:51:55

    imperdibile

    Leggi di più Riduci