-15%
L' armata dei sonnambuli - Wu Ming - copertina

L' armata dei sonnambuli

Wu Ming

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Einaudi
Collana: NumeriPrimi
Anno edizione: 2015
Formato: Tascabile
In commercio dal: 8 settembre 2015
Pagine: 796 p., Brossura
  • EAN: 9788866213673
Salvato in 143 liste dei desideri

€ 12,75

€ 15,00
(-15%)

Punti Premium: 13

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

L' armata dei sonnambuli

Wu Ming

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' armata dei sonnambuli

Wu Ming

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' armata dei sonnambuli

Wu Ming

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (2 offerte da 15,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

1794. Parigi ha solo notti senza luna. Marat, Robespierre e Saint-Just sono morti, ma c'è chi giura di averli visti all'ospedale di Bicêtre. Un uomo in maschera si aggira sui tetti: è l'Ammazzaincredibili, eroe dei quartieri popolari, difensore della plebe rivoluzionaria, ieri temuta e oggi umiliata, schiacciata da un nuovo potere. Dicono che sia un italiano. Orde di uomini bizzarri riempiono le strade, scritte enigmatiche compaiono sui muri e una forza invisibile condiziona i destini, in città e nei remoti boschi dell'Alvernia. Qualcuno la chiama "fluido", qualcun altro Volontà. Guarda, figliolo: un giorno tutta questa controrivoluzione sarà tua. Ma è meglio cominciare dall'inizio. Anzi: dal giorno in cui Luigi Capeto incontrò Madama Ghigliottina.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3,82
di 5
Totale 39
5
18
4
9
3
4
2
5
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Manu

    19/09/2019 08:40:13

    Un nuovo Wu Ming. Con Q e Altai ho sentito la concitazione dell’azione, il non riuscire a staccarsi dal libro, il volerlo divorare a tutti i costi. Qui la lettura è stata diversa, più lenta. Il libro segue una ricostruzione romanzata che parte dal momento in cui viene ghigliottinato Luigi Capeto e segue il corso degli eventi successivi, con Danton, Marat, Robespierre e il periodo del terrore. Ad esso si intrecciano vicende di personaggi realmente documentati come esistenti: Scaramouche e le sue lotte, Marie Noziere e tutte le donne della Francia, D’Amblanc e il mesmerismo. Avevo già letto qualcosa a proposito in un racconto di Poe, La verità sul caso di Mr.Valdemar, ma non avevo ben chiaro quanto grande fosse il fenomeno. Al di là della veridicità di questa armata, l’idea è vincente e calarsi nell’atmosfera parigina di intrighi e sotterfugi sempre un ottimo affare!

  • User Icon

    Caleb976

    18/06/2019 18:42:12

    Uno dei migliori del collettivo e come sempre una ricostruzione storica (con qualche digressione sul fantastico) impeccabile, personaggi stupendi, in poche parole un ottimo romanzo.

  • User Icon

    effe

    11/03/2019 18:03:43

    Dopo Q, questo libro è parecchio interessante. La trama fatica a decollare e le prime 300 pagine sono difficili da masticare. Ma tutta l'ambientazione e la narrazione storica è di livello. Consigliato.

  • User Icon

    pppunta

    13/01/2019 12:39:45

    Narrazione storica a più livelli con personaggi storicamente fondati. Ambientato negli anni della Rivoluzione francese, il plot secondo la mia modesta opinione è avvincente e i personaggi ben costruiti. Scaramouche poi il mio favorito. Da leggere

  • User Icon

    Silvia

    29/10/2018 16:50:54

    Molto bello, ma è un libro che non a tutti può piacere, essendo abbastanza lento e descrittivo. La grande particolarità di questo testo, però, è proprio la grandissima capacità degli autori di raccontare un quadro storico/sociale molto complesso come quello della Francia post-rivoluzionaria. La scrittura è ricca, particolare e coinvolgente. A me ha colpito tanto quest'ultimo fattore, rispetto alla trama stessa.

  • User Icon

    daniele

    17/10/2018 18:44:41

    Peccato. Da Manituana in poi sono diventati illeggibili

  • User Icon

    Mara

    11/10/2018 11:34:01

    Chi conosce questo collettivo di autori e i suoi romanzi storici, non ha bisogno di recensioni. Chi non conosce la scrittura, la preparazione e lo stile di Wu Ming, farebbe bene a cominciare ad affacciarsi a questo mondo. Ennesimo capolavoro storico, pregno di qualità, di rievocazioni e di storie non alla portata di tutti.

  • User Icon

    Fede

    22/09/2018 14:16:39

    Il secondo romanzo del cosiddetto “Trittico Atlantico”. Questa volta il collettivo letterario bolognese ci conduce in Francia al tempo della Repubblica giacobina, un’epoca assai controversa nel dibattito storiografico contemporaneo. La rievocazione storica, frutto di un certosino lavoro di documentazione, è realistica e per nulla idealizzata, benché gli autori non facciano quasi mai mistero delle loro personali simpatie per alcuni degli attori politici di allora. La trama è corale, al punto da frammentarsi nella prima parte: ci sono una donna pasionaria che nasconde un triste passato, un medico seguace di Mesmer incaricato dal governo di indagare su strani avvenimenti, un enigmatico sano rifugiatosi in manicomio ed un attore italiano amante della giustizia, di Goldoni e delle grazie femminili. Tutti questi fili si intrecceranno fra loro in un finale rocambolesco che strizza l’occhio alla cultura pop tutta, dai classici feuilleton a “Guerre Stellari”. Il mesmerismo scorre potente in questo libro: ottocento pagine che ipnotizzano!

  • User Icon

    lory

    21/09/2018 12:41:22

    L'Armata dei Sonnambuli è un romanzo storico scritto a più mani, mani che mischiano meravigliosamente gli stili narrativi più disparati. L'intreccio di storie, personaggi e "punti di vista", se vogliamo, è il frutto di un lavoro da certosino, gli scrittori del collettivo Wu Ming danno lezioni di tecnica narrativa, e ne risulta un romanzo mai banale, curato fino ai minimi dettagli. La bellezza di questo libro sta nel fondere linguaggi, dialetti, storie in parte reali e in parte inventate, tanto che diventa difficile tracciare un netto confine tra la fantasia e la realtà della Parigi rivoluzionaria, negli anni del Terrore bianco. Quello che vi resterà, una volta terminata la lettura, è il ricordo indelebile dei personaggi di questa enorme opera teatrale, da Scaramouche a Marie Nozière, dal dottor D'Amblanc all'enigmatico Laplace, e tutte le loro sfumature. È impossibile trovare un unico protagonista alla storia, così come è impossibile trovare un'unica chiave di lettura alla storia, e ai tanti spunti di riflessione che possiamo ricavarne. Il ritmo della narrazione è veloce, il lettore non si annoierà sicuramente. E' molto divertente come gli autori abbiano ricamato una vicenda semi-fantasiosa partendo da frammenti reali di storia: riferimenti più o meno velati dentro i discorsi dei personaggi storici della Rivoluzione, nomi in atti processuali, documenti amministrativi del periodo del Terrore. Partendo da queste briciole, lasciate da un immaginario Pollicino, ricostruiscono una vicenda allo stesso tempo verosimile e ai limiti dell'immaginazione. Consigliatissimo!

  • User Icon

    Giovanni

    17/09/2018 18:47:56

    Libro stupendo. Ho letto la copia in biblioteca e poi l'ho comprato solo per poterlo prestare in giro! La storicità si fonde ad una struttura romanzesca molot solida, spettacolare l'alternarsi dei punti di vista dei protagonisti.

  • User Icon

    raskolnikov

    19/03/2018 14:51:55

    imperdibile

  • User Icon

    Soraya

    29/08/2016 10:48:44

    Uno dei migliori del collettivo, insieme ad "Altai". Visione spietata, senza sbavature, delle dinamiche del potere.

  • User Icon

    MARCO

    29/07/2016 13:41:47

    Come tutti i libri del Collettivo Wu Ming la parte inziale è quella che più richiede una maggiore attenzione nella lettura. Gli svariati personaggi che vengono descritti appaiono completamente autonomi e privi di qualsivoglia collegamento degli uni con gli altri. Poi, man mano che la lettura procede , il puzzle si compone e diventa come un fiume in piena che rompe gli argini con tutta la potenza trascinando il lettore la, dove vuole portarlo. L'Armata dei Sonnambuli è un libro interessante e al tempo stesso coinvolgente. Un'opera importante che perpetua lo stile degli scrittori

  • User Icon

    Michele Lucivero

    17/05/2016 20:14:43

    Due sono gli elementi che rendono inconfondibili e unici gli oggetti narrativi del collettivo. In primo luogo, a livello narratologico, vi è quel modo inconsueto e originale di disporre l'intreccio, fatto non semplicemente di prolessi e analessi, ma di un vortice di personaggi e di vicende slegate tra di loro che lentamente convergono su un punto, che è al tempo stesso climax, spannung e scioglimento. Finale aperto, certamente, ma al tempo stesso incombe la chiusura dei documenti storici, immancabili, che danno il senso e la dimensione di quello che potrebbe essere un progetto scolastico sull'evoluzione del romanzo storico italiano su temi d'interesse globale. In secondo luogo, in L'armata dei sonnambuli, come in Q, in Altai, in Asce di guerra, in Timira, a livello contenutistico, vi è sempre il racconto di eccessi di rivoluzioni senza soluzione di continuità con le controrivoluzioni soffocate, di vendette di pezzenti dimenticati che di solito non fanno storia, contornati da personaggi sempre attuali, dalle puttane amorevoli che tentano di allentare la tensione sociale ai sobillatori radicali che, invece, non fanno altro che scaricare cospicue dosi di violenza sulla società. Sullo sfondo, nello specifico di questo capolavoro, la metafora del teatro, con le sue maschere come armi, il palcoscenico come piedistallo per madama la ghigliottina, il copione come cieca obbedienza a sospetti metodi di manipolazione mentale, e gli attori, quelli sociali, i sonnambuli, protagonisti dormienti della storia con la sua immancabile ironia che ne rende più interessante l'esposizione se è romanzata

  • User Icon

    noioso

    05/03/2016 19:49:51

    Avevo già letto altri libri di Wu Ming e questo mi sembra fra i meno riusciti. Inutilmente lungo, ambientazione storica appena tratteggiata, linguaggio a volte indisponente nel suo voler essere diverso (ma chi e perché in Francia nel '700 parlava così?), personaggi deboli a cui non ci si affeziona. L'ho finito per inerzia ma, nonostante i tanti capitoli in cui è frammentato, non ne ho mai terminato uno con il desiderio di iniziarne subito un altro. Peccato.

  • User Icon

    francesca

    07/01/2016 23:27:50

    Un romanzo in cui c'è tutto! Trama avvincente, caratterizzazione dei personaggi che coinvolge il lettore, stile linguistico pazzesco. 800 pagine che in una settimana vanno via volate, e lasciano la sensazione che un libro così si è fortunati ad averlo incontrato. Per chi, del collettivo bolognese, ha letto anche 'Q', e vuole esplorare altro degli autori, la mia opinione è che siamo allo stesso livello: se avete amato il primo, non resterete affatto delusi.

  • User Icon

    Luca

    12/12/2014 23:12:26

    Avvicente, dettagliato, scorrevole. Stupendo.

  • User Icon

    Walter

    23/09/2014 15:35:48

    Premesso che secondo me le cose migliori di Wu Ming restano 54 e, soprattutto, Q, devo riconoscere che questo nuovo romanzo è godibile e di assai piacevole lettura -ed è avvincente quanto basta per arrivare agevolmente alla fine delle 790 pagg.-. (va anche detto che con questo libro gli autori si sono riscattati dal precedente deludentissimo Altai). Ritroviamo anche qui, come negli altri libri di Wu Ming, una nutrita e pittoresca folla di personaggi (quasi tutti realmente esistiti) e la capacità di restituire il clima e la temperie di un'epoca (leggere l'appendice delle ultime 30 pagg. per avere un'idea del lavoro di ricerca e documentazione preliminare alla stesura del romanzo). (Per godersi appieno il libro, è richiesto un minimo (giusto un minimo) di conoscenza dei fatti salienti della Rivoluzione). In ogni caso, Wu Ming si conferma il fenomeno letterario italiano più originale, brillante e creativo degli ultimi vent'anni.

  • User Icon

    Fabio

    13/09/2014 10:30:27

    Deludente! Insomma dagli autori di Q non mi aspettavo R moscia...

  • User Icon

    Alessandro

    31/08/2014 01:44:35

    Pur essendo un fan del collettivo Wu Ming sin dal primo romanzo (Q) complessivamente sono rimasto piuttosto deluso e non è la prima volta (Manituana e 54 non mi erano piaciuti per niente). Sicuramente da lodare la scelta del linguaggio e molto accurata la ricostruzione storica (come sempre nei loro romanzi). Si rivive l'epoca della Rivoluzione e le lotte fra le varie fazioni ma la trama è veramente lenta e farraginosa, i "picchi" pochissimi: si salvano le prime 80 pagine e il finale, il resto è piuttosto noioso. Alcuni capitoli sono ridondanti e appesantiscono solo la lettura. La componente "fantastica" (mesmerismo e ipnosi) è fuori luogo e svilisce l'ambientazione. Provare anche solo a paragonarlo a "Q" è un'eresia.

Vedi tutte le 39 recensioni cliente
  • Wu Ming Cover

    Wu Ming (in cinese mandarino «anonimo» o «non famoso») è un collettivo di narratori, i cui nomi anagrafici sono noti, attivo dal 2000. Wu Ming ritiene che le storie siano «asce di guerra da disseppellire» e scava nel terreno fertile delle intersezioni tra Storia e Mito. Fondatori del gruppo sono i quattro autori di Q («western teologico», a firma «Luther Blissett», pubblicato da Einaudi nel 1999) e l'autore di Havana Glam (romanzo di viaggi nel tempo, voodoo e rock'n'roll, a firma «Wu Ming 5», pubblicato da Fanucci nel 2001). Wu Ming è anche curatore e co-autore dell'autobiografia di Vitaliano Ravagli, antifascista imolese e veterano delle guerre di liberazione in Indocina (Asce di guerra, Tropea 2000, poi... Approfondisci
Note legali