Chiudi

Siamo spiacenti si è verificato un errore imprevisto, la preghiamo di riprovare.

-50%
Assalto a un tempo devastato e vile. Versione 3.0 - Giuseppe Genna - copertina

Assalto a un tempo devastato e vile. Versione 3.0

Giuseppe Genna

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Editore: Minimum Fax
Collana: Nichel
Anno edizione: 2010
In commercio dal: 1 marzo 2010
Pagine: 323 p., Brossura
  • EAN: 9788875212322
Salvato in 29 liste dei desideri

€ 7,50

€ 15,00
(-50%)

Punti Premium: 8

Venduto e spedito da IBS

spinner

Disponibile in 5 gg lavorativi

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA Verifica disponibilità in Negozio

Assalto a un tempo devastato e vile. Versione 3.0

Giuseppe Genna

Caro cliente IBS, da oggi puoi ritirare il tuo prodotto nella libreria Feltrinelli più vicina a te.

Verifica la disponibilità e ritira il tuo prodotto nel Negozio più vicino.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: 02 91435230

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


Assalto a un tempo devastato e vile. Versione 3.0

Giuseppe Genna

€ 15,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

Assalto a un tempo devastato e vile. Versione 3.0

Giuseppe Genna

€ 15,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: 02 91435230


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Per facilitarti il ritorno in libreria, abbiamo introdotto un nuovo servizio di coda virtuale. Ufirst ti permette di prenotare comodamente da casa il tuo posto in fila e può essere utilizzato in tante librerie laFeltrinelli, fino a 30 minuti prima della chiusura del negozio. Verifica qui l'elenco aggiornato in tempo reale dove è attivo il servizio ufirst.
4 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
5 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (4 offerte da 6,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

Un libro cult di Giuseppe Genna, l'opera che al momento della sua prima pubblicazione fece gridare alla nascita di una voce potente e originale della letteratura italiana. Oggi questo piccolo classico contemporaneo torna in una nuova edizione riveduta e ampliata. Utilizzando le forme del racconto, del saggio, del reportage, Genna esplora il cuore delle città in cui viviamo e di un paese intero, componendo un vertiginoso mosaico del nostro tempo. Le storie, le parabole, le analisi, gli ammonimenti che Genna mise su carta sul finire degli anni Novanta oggi suonano paurosamente profetici. La degradazione delle periferie, l'impoverimento economico, il crollo della solidarietà e delle regole di convivenza, e soprattutto la desertificazione etica e spirituale di un intero popolo visti dalla lente deformante di una Milano fredda e inumana sono pugni nello stomaco difficilmente dimenticabili. Ma anche i racconti autobiografici, le riflessioni sulla letteratura, sulla religione, sui più scottanti temi politici e sociali, fanno di "Assalto" una bussola e un compagno di viaggio per tempi sempre più incerti.
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

3
di 5
Totale 8
5
3
4
1
3
0
2
1
1
3
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    Sandro Grammauta '74

    30/04/2021 08:38:02

    Un libro profetico, come una serie di istantanee sfocate e distorte ma chiare nella loro essenza, uno sguardo amaro e attento sulla nostra Italia contemporanea, devastata e vile nel corpo e nello spirito, figlia ricoperta di polvere di coltan e silicio. Molti sono i lettori che non apprezzano Genna, nè il suo stile letterario, spesso definito ampolloso, nè la sua filosofia pessimista sul mondo e sugli uomini. Uno scrittore, per chi percepisce l'arte letteraria in modo "anacronistico", astruso dall'obbligo di una contemporaneità di stile e pensiero, che è risorsa, rarità, eccezione. Giuseppe scrive moderno, ma anche quando usa la paratassi, fa suonare le parole, a differenza di tanti altri autori contemporanei, e anche la qualità di pensiero e analisi storica, sociale, politica o economica, per molti definita banale, invece per me è di grande sostanza e qualità, conoscere il passato, leggere il presente e guardare al futuro, un futuro che non lascia ben sperare su nulla. Chi critica questo tipo di analisi, in genere è ben felice di essere figlio di questo tempo, non vede nessuna oscurità, nessuna minaccia alla monade umana, persone che vedono di buon occhio il nuovo transumanesimo dell'uomo macchina, la nanotecnologia dentro i nostri corpi, per la gloria dell'uomo nuovo.

  • User Icon

    Kaqn

    24/10/2012 23:51:11

    Ci rifila banalità e luoghi comuni con la presunzione di regalarci perle di saggezza e letteratura per eletti. Brutto.

  • User Icon

    gianni

    08/11/2010 09:32:09

    Confesso la mia più grande ammirazione per Giuseppe Genna come scrittore. E’ veramente bravo, secondo me è sicuramente tra i migliori dei giovani italiani (almeno a mia conoscenza). Questa sua dote emerge prepotentemente e limpidamente nelle sue opere narrative di tipo romanzesco: tra i migliori libri che mi sia mai capitato di leggere devo necessariamente annoverare romanzi come “Dies irae”, “Nel nome di Ishmael”, “Hitler”. Ma così come ha scritto quanto di più bello abbia mai letto, Genna ha la capacità di aver scritto anche quanto di più brutto mi sia capitato di leggere: in assoluto “Italia de profundis”. Bene, anche questo “Assalto ad un tempo devastato e vile – versione 3.0” devo dire che ho fatto fatica a finirlo. La mia personalissima impressione è che Genna, pur essendo un grande scrittore, non è un altrettanto grande pensatore, e quindi, quando procede più o meno a ruota libera, credendo di dispensare chissà che perle di saggezza, ecco che compaiono tutti i suoi limiti. Questo libro è sicuramente superiore a “Italia de profundis”, ma rimane sicuramente un brutto libro. Non posso negare che ci siano sparse qua e la delle belle pagine, ma il complesso è sicuramente insufficiente. Il mio personalissimo consiglio a Genna è quello di mantenere i piedi per terra, si accontenti di essere un grande scrittore e lasci ad altri, pensatori più fini ed arguti di lui, il compito di elargire riflessioni sulla società moderna; in caso contrario rischia di continuare a propinarci banalissimi luoghi comuni, privi di ogni originalità di pensiero, quando potrebbe, più proficuamente, passare il tempo a progettare una nuova storia del commissario Lopez. Da evitare.

  • User Icon

    Andrea Guerra

    11/05/2010 12:48:34

    Confesso: l'ho abbandonato a metà. Ho trovato la narrazione confusa, lo stile tronfio e compiaciuto. Insomma, un prodotto molto intellettuale ed auto-referenziale; forse un libro per iniziati, adepti ad un circolo a cui io non appartengo.

  • User Icon

    Subhaga Gaetano Failla

    24/04/2010 08:15:15

    “Ciò che ho sbagliato: tentai di fare il Labirinto. Era sbagliato, sbagliato! Vorrei tentare la Colonna infinita. La Colonna senza fine è la negazione del Labirinto.” (da “Assalto a un tempo devastato e vile - Versione 3.0”, pag. 237) “Non accelero, sto fermo. E quindi sembrerà lo sfaldamento, poiché la via è senza appoggio.” (ivi, pag. 320). Un libro che mi ha commosso - di grande valore, molto coraggioso. Scrittura devota alla scrittura.

  • User Icon

    Giorgio Sassetti

    21/03/2010 20:17:32

    Uno dei libri per me centrali nel cambio di marcia della narrativa anni '90, insieme ai Luther Blissett, a Evangelisti, a Mozzi, a Pincio. Questa versione ribalta la virulenza della precedente. Il tempo e lo spazio diventano, da esterni, interni. Ciò non toglie che spuntino ancora quelle figure da leggenda e quelle vicende al limite dell'umano della precedente versione. Mi pare un libro che fu profetico, la cui profezia si è realizzata e oggi introduce a un nuovo elemento di futuro, che al solito alcuni tarderanno a riconoscere.Grande, genna!

  • User Icon

    Rosemary

    15/03/2010 13:27:21

    solito Genna che ti incolla al libro anche se lo hai letto nella prima versione. Da leggere assolutamente se si ha il coraggio di ascoltare una voce decisamente libera.

  • User Icon

    sircana

    04/03/2010 22:59:14

    Solite elucubrazioni di Genna che crede di svelarci mondo: non se ne può più.

Vedi tutte le 8 recensioni cliente
  • Giuseppe Genna Cover

    "Diplomato al liceo classico Berchet e non laureatosi alla facoltà di filosofia dell’Università Statale, il Genna ha iniziato a lavorare nell’editoria molto presto, grazie all’editore Crocetti, che lo ha arruolato nella truppa che operava all’uscita mensile dell’eroica rivista Poesia. Prima di tale esperienza, il Genna era passato sotto il magistero del poeta Antonio Porta, scomparso il 12 aprile 1989.Successivamente, viene chiamato a collaborare presso la Presidenza della Camera dei Deputati, con un incarico che concerne l’organizzazione di manifestazioni artistiche e un lavoro più tecnico che gli permette di studiare da vicino gli atti e il funzionamento di commissioni governative quali quella sulla P2, sulle stragi e terrorismo. Risiede... Approfondisci
Note legali
Chiudi