L' assedio. Troppi nemici per Giovanni Falcone

Giovanni Bianconi

Editore: Einaudi
Anno edizione: 2017
Pagine: Brossura
  • EAN: 9788806233709
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 10,26

€ 16,15

€ 19,00

Risparmi € 2,85 (15%)

Venduto e spedito da IBS

16 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello
Il nome ufficiale era Stay behind, che letteralmente significa «stare dietro»; sottinteso: le linee dell'ipotetico invasore dall'Est comunista, da scompaginare attraverso la rete clandestina di patrioti addestrati a sabotare e resistere. Un'operazione imbastita dall'Alleanza atlantica a metà degli anni Cinquanta, ma in Italia nessuno ne ha saputo niente - tranne pochi governanti e ufficiali del servizio segreto militare - finché il presidente del Consiglio Giulio Andreotti l'ha resa pubblica, a ottobre del 1990. Chiamandola col nome «Gladio», dal simbolo della piccola spada a doppia lama contornata dal motto Silendo libertatem servo, «in silenzio servo la libertà». Da quel momento cominciarono a inseguirsi interrogativi e polemiche, come sempre quando s'intrecciano politica e trame occulte, nel Paese a «sovranità limitata» imposta dagli americani. Stavolta c'erano di mezzo anche la Cia e i depositi nascosti di armi e esplosivi, quanto bastava per alimentare dubbi su possibili collegamenti con le bombe che hanno condizionato la vita pubblica dal dopoguerra in avanti. Dopo un anno e tre mesi di indagini, sospetti e scambi d'accuse, ecco le prime conclusioni. Giudiziarie e politiche. Ovviamente discordanti e contrapposte, come si addice ai misteri italiani.

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Maxdebe

    11/09/2017 07:17:49

    Un libro biografico che si legge tutto d'un fiato come un romanzo. Un'accurata e coinvolgente ricostruzione della carriera di un uomo che ha cambiato le sorti del nostro paese. Mi ha emozionato dalla prima all'ultima riga. Consigliatissimo.

  • User Icon

    Fernando Orsini

    02/05/2017 12:37:08

    Penso che sia il libro che mancava per spiegare per intero la vita più che la morte di Giovanni Falcone. Giovanni Bianconi, una delle penne più fini del panorama giornalistico italiano, uno scrittore-giornalista di razza che ha consultato migliaia di atti, colma con una scrittura incalzante quella lacuna, smontando pezzo per pezzo molte non verità e smascherando i tanti finti amici dell'uomo più odiato da Cosa Nostra. Non mancano pagine che mettono i brividi, emozionano e commuovono, ma non mancano altre che ti fanno comprendere come Giovanni Falcone sia (insieme a Paolo Borsellino) il giudice più amato da morto e, nel contempo, il più contrastato e perseguitato in vita da diversi poteri dello Stato. Un saggio assolutamente da leggere e che darà un significato particolare al 25* della strage di Capaci.

Scrivi una recensione