Categorie
Traduttore: G. Felici
Editore: Einaudi
Collana: Super ET
Anno edizione: 2014
Formato: Tascabile
Pagine: 362 p.
  • EAN: 9788806219390
Disponibile anche in altri formati:
Usato su Libraccio.it - € 7,02

€ 11,05

€ 13,00

Risparmi € 1,95 (15%)

Venduto e spedito da IBS

11 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
Aggiungi al carrello

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    Andrea

    17/09/2016 08.40.08

    Libro molto bello, dalla scrittura curata e coinvolgente. I due personaggi principali emergono con notevole spessore psicologico, destando uno spontaneo interesse nel lettore. Molto curate anche le descrizioni del contesto sociopolitico, forse a tratti eccessivamente lunghe e a rischio noia. Da leggere sicuramente. Uno scrittore da approfondire.

  • User Icon

    Massimo

    01/09/2016 23.01.23

    Gran bel libro a cominciare dalla foto della copertina. Scritto molto bene, la storia è un contenitore dell'intera natura umana. Bello!!

  • User Icon

    Alberto

    11/07/2015 09.21.24

    Come non apprezzare Llosa ? Solo i grandi possono raccontare con grazia, lievità, ritmo, passione una storia d'amore assoluto che, con un'altra penna, avrebbe come risultato un romanzetto rosa. Quando ho chiuso il libro dopo l'ultima pagina mi sono sentito orfano di Ricardito e della nina mala, avrei voluto che la storia continuasse per godermi la lettura di un romanzo straordinario. Da non perdere.

  • User Icon

    Roberto

    01/03/2015 19.03.45

    Storia originale che cattura subito attenzione e interesse. Il racconto attraversa in modo magistrale tutta la seconda metà del 900 con riferimenti storici precisi. Molto bello

  • User Icon

    Falco

    23/02/2015 20.19.39

    Vargas Llosa non delude mai! Personaggi estremi nella cornice dell'amore: uno totalizzante, l'altro egoista, spietato e corrotto. Una scrittura fluida che ci racconta con grande bravura storie e luoghi.

  • User Icon

    Fabio

    08/02/2015 17.20.37

    Se giù negli abissi sai calare, senza smarrirti, leggimi...

  • User Icon

    Paola

    18/01/2015 22.13.29

    Romanzo avvincente, di quelli che ti catturano. I personaggi ti seguono x l'intera giornata e non vedi l'ora che arrivi il momento in cui puoi leggere le avvincenti avventure della ninâ mala!

  • User Icon

    Cristiana

    04/09/2014 16.38.57

    Che noia! Ma anche che rabbia! L'ho letto pensando che un premio Nobel non potesse accumulare tante banalità in una storia da telenovela senza almeno un riscatto nel finale. E invece no, il finale è, se possibile, dato il bassissimo livello del tutto, la cosa peggiore: come nelle più melense storie edificanti i cattivi muoiono fra atroci sofferenze. Bleah!

  • User Icon

    cesare

    01/08/2014 15.32.02

    la ragazza cattiva ,in tutti i sensi, rovina la vita di un povero ragazzo innamorato più volte abbandonato .. Una telenovela non degna di un Nobel.

  • User Icon

    Eye in the sky

    03/07/2014 17.46.54

    Non sono aduso scrivere recensioni, tanto più quando negative: c'è tanto brutto nel mondo che non vale la pena scagliarcisi contro ogni volta. Questo libro poi non è più stupido della media. Tuttavia le circostanze che me lo fecero conoscere e il vasto apprezzamento di cui, a leggere le altre recensioni, pare godere mi spingono a scrivere due righe. è scritto gradevolmente, ed è leggibile ... ma quanto é stupida l'idea di fondo e che lo sorregge, eppur tanto diffusa nel mondo, tanto facile da accettare. Ovvero che si possa amare una donna anche accettando di leccare e medicare le sue ferite, incapaci di porle un freno nel suo ignorante/incosciente continuare ad agitarsi e ferirsi. Come può un uomo che ha anche vinto il nobel (si fa per dire eh! ) non capire che quello non é amore ma sola la debolezza di godere di una compagna di cui non si riesce cmq a fare il bene.

  • User Icon

    karlo

    16/04/2014 18.18.58

    quello che mi lascia in positivo è la forza dei due personaggi intorno ai quali ruota il romanzo; per il resto mi è sembrato giocare su un tema fin troppo usato, con citazioni più che lettura profonda della Storia dai 60 agli 80. Esagero se dico il più grande LIALA di tutti i tempi? :-)

  • User Icon

    stefaniag

    06/01/2013 12.34.42

    Io sono 50/60enne e a dispetto di quanto detto da molti il libro non mi è' piaciuto. Una brutta storia talvolta inutilmente volgare che non mi ha lasciato niente ne' sotto n profilo stilistico ne' come trama. Sconsigliato.

  • User Icon

    cettina drago

    28/07/2012 17.40.12

    Quando, leggendo un romanzo, mi succede di pensare, durante il giorno ai personaggi e sento il loro sentire, alle vicende narrate che assumono un tratto realistico e pieno di vita, allora definisco quel libro intraprendente. Intraprendente perchè è in grado di affrontare una impresa, quella di entrare prepotentemente nella mia mente. "Le avventure di una ragazza cattiva" di Mario Vargas Llosa è un libro intraprendente. E' una storia d'amor fou, o meglio, una storia di un'ossessione d'amore che per trent'anni condiziona le scelte e la vita del protagonista, un giovane peruviano innamorato di una ragazza senza cuore, la nina mala. Guerrigliera e non solo, che assume diverse figure nell'arco del tempo, che seduce gli uomini per un solo scopo: diventare qualcuno, diventare ricca. Complice delle stesse vessazioni che le vengono inflitte, imprime al romanzo un'impronta di passione e di tormento. Lima, Parigi, Madrid, Inghilterra, Giappone sono luoghi diversi, ma che formano un tutt'uno nel romanzo, annullando le distanze geografiche e diventano solo un eco. Gioia narrativa, gusto del racconto elaborano quest'amore fino al masochismo e proprio quando sembra spietatamente concluso, rinasce nella sua espressione più pura e commovente. Ne consiglio la lettura. Premio Nobel 2010.

  • User Icon

    Raffaello

    22/10/2010 08.55.32

    Llosa ci consegna un romanzo d'amore il cui tema è un classico della letteratura di quel genere: il sentimento non corrisposto, fatale. Nelle declinazioni simboliche dei due personaggi antitetici, il protagonista Ricardo, il "niño bueno" e la sua agognata e irraggiungibile "niña mala", si inseguono tutta la vita e non possono sfuggire al loro deterministico destino. Un fatalismo abbastanza consueto nella letteratura latino-americana. La narrazione, se pur con un avvio un pò stentato, non tarderà a coinvolgere il lettore. Chi è che non ha mai vissuto, dalla parte del carnefice o della vittima (o entrambe) almeno una volta una vicenda sentimentale simile a quella che il libro evoca? Qui l'autore sa bene dove va a pescare e con molto mestiere, anche se con tentativi di colpi di scena spesso prevedibili, dipana la storia fino alle sue estreme ed inevitabili conseguenze. Un libro ben scritto su un tema noto, infatti leggendolo ve ne verranno alla mente altri.

  • User Icon

    elisabetta

    16/10/2010 11.53.36

    un premio nobel veramente meritato, basandoci su questo intenso e bellissimo romanzo. una storia ben scritta e ben organizzata, personaggi tratteggiti molto accuratamente e una descrizione degli avvenimenti storici avvincente anche usata come sfondo narrativo...

  • User Icon

    guido

    10/02/2009 15.02.03

    capolavoro della letteratura contemporanea,in cui,le emozioni ed i sentimenti prendono quasi una forma fisica da potere accarezzare delicatamente e dolcemente.

  • User Icon

    lena

    12/05/2008 22.21.46

    Lettura incredibilmente appagante, come essere trasportati da un fiume in piena. Storia d'amore eccezionale, coinvolgente. Grande letteratura, ampio respiro.

  • User Icon

    alessandro

    15/03/2008 16.05.06

    nina mala....."nina mala" doveva essere il titolo,sicuramente più adatto che non la traduzione..a me il libro è piaciuto molto,se posso permettermi direi che per questo libro non esistono stereotipi di persone(50/60enni per esempio) come ogni libro ritengo sia quello che ci trasmette a farci provare sensazioni più o meno forti..se poi ci piacciono le storie d'amore questo ne regala parecchie....buona lettura a tutti... Ale

  • User Icon

    Carlotta

    11/03/2008 09.21.21

    "Avventure della ragazza cattiva"è stato un regalo di mio padre in quanto spesso mi chiama in questo modo..Una bellissima storia d'amore, ogni donna vorrebbe essere amata in un modo così sincero e fedele!

  • User Icon

    Miky

    09/02/2008 16.59.11

    Chi ha detto che ha appassionato solo 50 e 60 enni? Ho 19 anni e lo ritengo il libro più bello da me letto. Sono giovane? può darsi, ma certe parole, certe frasi, certi comportamenti della Nina Mala non me li tolgo dalla testa mai... Forse perchè ho ritrovato qualcosa di me in lei... Da leggere una, dieci, cento volte senza stancarsi mai... Il Nobel? un peccato che non sia arrivato...

Vedi tutte le 39 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione