-15%
L' avversario - Emmanuel Carrère - copertina

L' avversario

Emmanuel Carrère

Con la tua recensione raccogli punti Premium
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente
Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente
Traduttore: Eliana Vicari Fabris
Editore: Adelphi
Collana: Fabula
Anno edizione: 2013
In commercio dal: 29 maggio 2013
Pagine: 169 p., Brossura
  • EAN: 9788845927867
Salvato in 579 liste dei desideri

€ 14,45

€ 17,00
(-15%)

Punti Premium: 14

Venduto e spedito da IBS

Quantità:
LIBRO
Aggiungi al carrello
spinner
PRENOTA E RITIRA
* Servizio momentaneamente attivo solo nella Regione Lazio. Scopri il servizio

L' avversario

Emmanuel Carrère

Caro cliente IBS, grazie alla nuova collaborazione con laFeltrinelli oggi puoi ritirare il tuo prodotto presso la libreria Feltrinelli a te più vicina.

Non siamo riusciti a trovare l'indirizzo scelto

Prodotto disponibile nei seguenti punti Vendita Feltrinelli

{{item.Distance}} Km

{{item.Store.TitleShop}} {{item.Distance}} Km

{{item.Store.Address}} - {{item.Store.City}}

Telefono: {{item.Store.Phone}}

Fax: {{item.Store.Fax}}

{{getAvalability(item)}}

Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:0{{item.FirstPickUpTime.minute}} Prenota ora per ritirarlo oggi dalle {{item.FirstPickUpTime.hour}}:{{item.FirstPickUpTime.minute}}
*Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva

Spiacenti, il titolo non è disponibile in alcun punto vendita nella tua zona

Compralo Online e ricevilo comodamente a casa tua!
Scegli il Negozio dove ritirare il tuo prodotto
Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una email di conferma
Recati in Negozio entro 3 giorni e ritira il tuo prodotto

Inserisci i tuoi dati

Errore: riprova

{{errorMessage}}

Riepilogo dell'ordine:


L' avversario

Emmanuel Carrère

€ 17,00

Ritira la tua prenotazione presso:


{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

Telefono: {{shop.Store.Phone}} / Fax: {{shop.Store.Fax}} E-mail: {{shop.Store.Email}}


Importante
1
La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2
Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3
Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4
Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

* Campi obbligatori

Grazie!

Richiesta inoltrata al Negozio

Riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

Entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}} riceverai una Email di avvenuta prenotazione all'indirizzo: {{formdata.email}}

N.Prenotazione: {{pickMeUpOrderId}}

L' avversario

Emmanuel Carrère

€ 17,00

Quantità: {{formdata.quantity}}

Ritira la tua prenotazione presso:

{{shop.Store.TitleShop}}

{{shop.Store.Address}} - {{shop.Store.City}}

{{shop.Store.Phone}}


Importante
1 La disponibilità dei prodotti non è aggiornata in tempo reale e potrebbe risultare inferiore a quella richiesta
2 Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:0{{shop.FirstPickUpTime.minute}}) Solo al ricevimento della mail di conferma la prenotazione sarà effettiva (entro le {{shop.FirstPickUpTime.hour}}:{{shop.FirstPickUpTime.minute}})
3 Una volta ricevuta la mail di conferma, hai tempo 3 giorni per ritirare il prodotto messo da parte (decorso questo termine l'articolo verrà rimesso in vendita)
4 Al momento dell'acquisto, ai prodotti messi da parte verrà applicato il prezzo di vendita del negozio

Altri venditori

Mostra tutti (6 offerte da 17,00 €)

Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale


Un libro-verità sulla vicenda giudiziaria del pluriassassino Jean-Claude Romand.

"Il 9 gennaio 1993 Jean-Claude Romand ha ucciso la moglie, i figli e i genitori, poi ha tentato di suicidarsi, ma invano. L'inchiesta ha rivelato che non era affatto un medico come sosteneva e, cosa ancor più difficile da credere, che non era nient'altro. Da diciott'anni mentiva, e quella menzogna non nascondeva assolutamente nulla. Sul punto di essere scoperto, ha preferito sopprimere le persone il cui sguardo non sarebbe riuscito a sopportare. È stato condannato all'ergastolo. Sono entrato in contatto con lui e ho assistito al processo. Ho cercato di raccontare con precisione, giorno per giorno, quella vita di solitudine, di impostura e di assenza. Di immaginare che cosa passasse per la testa di quell'uomo durante le lunghe ore vuote, senza progetti e senza testimoni, che tutti presumevano trascorresse al lavoro, e che trascorreva invece nel parcheggio di un'autostrada o nei boschi del Giura. Di capire, infine, che cosa, in un'esperienza umana tanto estrema, mi abbia così profondamente turbato - e turbi, credo, ciascuno di noi." (Emmanuel Carrère)
Gaia la libraia

Gaia la libraia Vuoi ricevere un'email sui tuoi prodotti preferiti? Chiedi a Gaia, la tua assistente personale

4,47
di 5
Totale 57
5
33
4
21
3
1
2
1
1
1
Scrivi una recensione
Con la tua recensione raccogli punti Premium
  • User Icon

    n.d.

    25/09/2019 22:00:38

    Con Carrere si va a colpo sicuro. Spero che un altro suo libro, Baffi ormai introvabile, venga presto ripubblicato.

  • User Icon

    Marta

    24/09/2019 18:50:01

    Mi ha colpita tantissimo la figura di Jean-Claude Romand. Quando chiudo gli occhi mi sembra di rivederlo. Ottima la struttura narrativa che mi ha regalato attimi indimenticabili. E’ stata una piacevole lettura estiva. La consiglio a tutti.

  • User Icon

    andy

    24/09/2019 15:56:26

    Più tutto, forse non il più bello perché la storia non è certo bella, è la storia vera di un uomo che ha vissuto la propria vita nella menzogna e che alla fine lo trasforma in un killer che uccide la propria famiglia. Carrère non lo assolve mai quest'uomo con il quale instaura anche una fitta corrispondenza ma cerca al contrario di immedesimarsi, di entrarne nel cranio per capire cosa scatta nella mente di un uomo che si spinge a fare una cosa del genere. Spesso si sente dire di libri che cambiano la vita...ecco, per quel che mi riguarda, L'Avversario è questo: un libro che ti entra nel sangue, che diventa dna e non ne esce più. Diventa parte di te, tutto qui.

  • User Icon

    Andrej

    24/09/2019 12:28:25

    Una storia funesta e inimmaginabile, il resoconto di un uomo che ha inspiegabilmente foggiato la sua rovina, una rovina che per decenni incomberà come una spada di Damocle, fino all'inevitabile implosione. La figura di Jean- Claude Romand è una figura che tormenta con la sua incomprensibilità, la quale si rivolge a noi direttamente, non permettendoci di ricorrere a comode demonizzazioni e che ci mette in imbarazzo, ci coinvolge inquietantemente.

  • User Icon

    Simone

    23/09/2019 16:15:21

    "Una dolorosa lucidità è preferibile a una pace illusoria" Non parlerò del contenuto perché quello che Romand ha fatto supera ciò che è umanamente spiegabile. Non c'è redenzione possibile. Applaudirò invece Carrere per aver tentato - ed essere riuscito - nell'impresa più improba di tutte: raccontare. Per averlo fatto con cura, non del dettaglio ma delle persone, del dolore altrui. Lo definirei "educato" se avessi un solo aggettivo per descriverlo. Carrere ha descritto un mostro senza piegarsi a nessun commento di ordine morale laddove puntare il dito non solo sarebbe scontato ma anche comprensibile. Lo stile poi è il suo, o si ama o si odia.

  • User Icon

    magnanapoli

    21/09/2019 09:03:10

    Non riuscirò mai a dimenticare il personaggio di Jean-Claude Romand. La sua storia sembra talmente inverosimile da essere fittizia, e Carrère è riuscito a raccontarla con garbo ed eleganza. Questo libro è un ottimo esempio di romanzo-verità poiché in alcuni punti si avvicina allo stile del reportage, ma comunque adotta un linguaggio ed una struttura più simile a quella del romanzo. Credo che questo libro mi abbia insegnato proprio che si può essere narrativi anche parlando di vicende di cronaca.

  • User Icon

    Marco M.

    20/09/2019 12:42:16

    La scrittura di Carrère è scorrevole, la storia è allucinante e si stenta a credere che sia successa davvero. Un libro che fa molto riflettere anche sulle nostre piccole bugie di ogni giorno e su come raccontiamo e ci raccontiamo la nostra vita.

  • User Icon

    Emanuela

    19/09/2019 20:58:28

    Il 9 gennaio 1993 Jean-Claude Romand uccide moglie, figli e genitori, perché incapace di portare ancora avanti la bugia alla base della sua vita. Infatti senza aver mai portato avanti gli studi di medicina, ha finto per anni di essere un medico, andando a creare così una fitta rete di bugie fattasi poi insostenibile. Carrère ha scritto questo romanzo anche a seguito di vari scambi con lo stesso Romand. Raccontando la sua vita e soprattutto le sue bugie, ha cercato di scavare nella sua psiche e in parte anche in quella di chi gli è stato affianco per tanti anni senza rendersi conto dell'uomo che era realmente. Com'è possibile arrivare a questo punto di non ritorno? Pensare di uccidere i tuoi cari e non avere però il coraggio di fare lo stesso per te stesso? Qualsiasi sia la risposta che ci diamo, non basterà a capire davvero Jean-Claude, né è possibile pensare di perdonarlo. Un romanzo inevitabilmente crudo e agghiacciante. Carrère riesce tramite questa vicenda a far riflettere il lettore, incalzando il lettore con il suo stile per nulla pesante.

  • User Icon

    Leonardo

    19/09/2019 19:57:20

    La storia che racconta Carrère si districa tra fiction e saggio. Una storia feroce ma sempre avvincente in cui l'autore non si sbilancia ma cerca pur sempre un lato umano. Un racconto ricco di sfaccettature che ti entra dentro e non ti lascia più.

  • User Icon

    Federica

    19/09/2019 13:51:43

    Jean Claud Romand sembra quasi un personaggio di fantasia, nelle mani di Carrère, che ne ha reso una brillante caratterizzazione. Una penna magistrale e magnetica che ci racconta una storia abominevole. Straconsigliato anche ai non amanti del true crime!

  • User Icon

    Stella

    19/09/2019 12:40:44

    Un libro veramente imperdibile. Come sarà forse già noto ai più, la storia narrata in questo libro, riprende un fatto di cronaca realmente esistito e l'autore qui cerca di ricostruire gli eventi e la personalità del protagonista. E' sconcertante come, una persona apparentemente "normale" , non lontana da una qualsiasi persona che possiamo incontrare per strada, sia in grado costruirsi, anno dopo anno, bugia dopo bugia, una realtà completamente fittizia e parallela, ingannando tutti, anche e soprattutto se stesso. Un libro che fa riflettere.

  • User Icon

    Emanuela

    19/09/2019 12:16:29

    Sensazionale! un must per gli amanti del genere. Consigliatissimo.

  • User Icon

    F.L.

    19/09/2019 12:06:44

    Una storia vera che ha dell'incredibile tra cronaca, finzione ed autobiografia, scritto magistralmente.

  • User Icon

    gianluca

    19/09/2019 08:23:11

    bellissimo. tra cronaca e romanzo racconto della vita di jean claude romand

  • User Icon

    Manu

    12/07/2019 18:37:49

    Riflessioni sul valore della menzogna e dei castelli di carta costruiti su di essa. Fino a che punto può spingersi la psiche umana quando si crea " un'esistenza inesistente" ? Interrogativo al quale non è affatto semplice trovare una risposta definitiva.

  • User Icon

    Wayne

    25/06/2019 11:56:40

    Viene da domandarsi se l’uomo di oggi non abbia sul mondo uno sguardo troppo ombelicale, tanto è difficile anche solo immaginarla una storia del genere. E, no! In questo caso non può trattarsi solo della distrazione di un singolo, è proprio un problema di sistema, di tutta la società o di gran parte di essa. A farmelo pensare è questa non-fiction di Carrère che mette sotto la lente l'affaire Romand, la tragedia umana da cui lo scrittore francese aveva già preso spunto per "La settimana bianca" ma che qui ricostruisce adottando lo stile che sarà anche di "Limonov": utilizza ripetutamente sé stesso come termine di paragone, perché proprio non riesce ad essere distaccato; niente di morboso o raccapricciante; anzi, della terribile e tristissima vicenda analizza per lo più i rapporti umani e il vortice di menzogne che ha inghiottito i Romand ed l’eventuale redenzione del capofamiglia Jean-Claude, che invece rimarrà eternamente noto come il pluriomicida, il bugiardo cronico, molto malato? troppo furbo? io non lo so. Quel che è certo è che a breve sarà “libero”.

  • User Icon

    cecilia

    21/06/2019 11:06:15

    Da un caso francese di cronaca nera, Carrère trae un romanzo che suscita in noi lettori profonde riflessioni, prima di tutto sulla costruzione di una falsa identità e sulla possibilità del perdono. Da leggere e rileggere, alzandosi ogni tanto per riprendere fiato e di gridare "non è possibile!", la maestria di Carrère ci mette in contatto con il perturbante di freudiana memoria, nostro e altrui.

  • User Icon

    Elena

    18/06/2019 11:32:50

    È la prima volta che mi approccio a Carrère, ma era da tanto che volevo leggerne L'Avversario. La storia è senza dubbio affascinante, quanto può esserlo andare a scavare nelle motivazioni di una persona che ha ucciso tutta la propria famiglia in modo metodico e dicendo di volersi poi suicidare, riuscendo però a sopravvivere in modo quasi calcolato. Carrère compie una ricostruzione precisa della vicenda, scritta in modo ipnotico, che non lascia modo al lettore di posare il libro.

  • User Icon

    Sara

    11/06/2019 10:03:15

    Carrère in questo libro mi ha letteralmente ipnotizzato. Anche se per tutto il tempo ho fatto un'enorme fatica per non autoconvincermi che fosse tutto frutto della sua fantasia tanto la storia è agghiacciante... Durante la lettura si alternano sentimenti e sensazioni contrastanti nei confronti di Jean-Claude, aiutati dalla scrittura lineare e spettacolarmente "onesta" dell'autore, che è stato bravissimo a non far trasparire giudizi o opinioni personali.

  • User Icon

    BARBARA NC

    28/05/2019 09:15:14

    Adoro i libri impegnati ma interessanti....

Vedi tutte le 57 recensioni cliente
  • Emmanuel Carrère Cover

    Emmanuel Carrère è scrittore, regista e sceneggiatore francese.Laureato all'Istituto di Studi Politici di Parigi, è figlio di Louis Carrère e della sovietologa e accademica Hélène Carrère d'Encausse, prima donna ad essere eletta nell'Académie française, figlia di immigrati georgiani che fuggirono la Rivoluzione russa.I suoi esordi sono stati nella critica cineatografica, per «Positif» e «Télérama». Il suo primo libro, Werner Herzog, un saggio, è stato pubblicato nel 1982. Il suo esordio come romanziere risale invece al 1983: è L'amico del giaguaro, pubblicato da Flammarion. Il successivo Bravura (1984, in Italia pubblicato nel 1991 da Marcos y Marcos), invece, è stato pubblicato... Approfondisci
Note legali