Banche: possiamo ancora fidarci?

Federico Rampini

Editore: Mondadori
Anno edizione: 2017
Formato: Tascabile
In commercio dal: 11 aprile 2017
Pagine: 123 p., Brossura
  • EAN: 9788804675891
pagabile con 18App pagabile con Carta del Docente

Articolo acquistabile con 18App e Carta del Docente

Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:
Descrizione

Il 2015 verrà ricordato per uno shock a cui gli italiani non erano abituati né preparati. Sono fallite delle banche. Piccole, ma non trascurabili. La protezione del risparmio è stata messa in dubbio. Un brivido di paura si è diffuso perfino tra i clienti di altre banche più grosse e più solide, perché nel frattempo entravano in vigore nuove regole, imposte dall'Europa, che comportano maggiori rischi per i risparmiatori. Sono così venute alla luce storie tragiche: cittadini ingannati, titoli insicuri venduti agli sportelli bancari, obbligazioni travolte nei crac. In parallelo, brividi di paura sulla tenuta delle banche si sono manifestati anche in altre parti del mondo: in Cina e persino nell'insospettabile Germania. E a preoccuparci non ci sono solo le banche private, quelle dove abbiamo i conti correnti e i libretti di risparmio. Anche quelle che stanno molto al di sopra, le istituzioni che dovrebbero governare la moneta e l'economia, non offrono certezze. In America, nell'Eurozona o in Giappone, la debolezza dell'economia ha rivelato errori e limiti delle banche centrali. In un'epoca come questa, in cui i redditi da lavoro diventano incerti o precari, il risparmio è ancora più importante che in passato. Ma possiamo fidarci di chi ce lo gestisce?

€ 9,35

€ 11,00

Risparmi € 1,65 (15%)

Venduto e spedito da IBS

9 punti Premium

Disponibilità immediata

Quantità:
 
 
 

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    leonardo de chanaz

    10/08/2016 15:50:15

    Rampini non mi delude mai. E' vero che la prima parte è abbastanza nota, ma un ripassino non fa mai male. Però il quadro è decisamente fosco. Ci siamo avvitati in un mix di disonestà e cattiva gestione. No, non bisogna fidarsi delle banche, tanto più con le raccomandazioni ufficiali che girano. Che peccato. Il futuro è scuro e non si vede alcuno orizzonte di speranza.

  • User Icon

    Attilio Alessandro

    05/05/2016 17:33:12

    Questo libro non serve a niente. Disamina da specialista di politica economica sulle banche mondiali ma consigli pratici zero. Pensavo di leggere un manuale su come orientarsi per gestire il proprio risparmio ed invece no, niente di tutto ciò. Libro da evitare. .

Scrivi una recensione