Categorie
Illustratore: M. E. Agostinelli
Editore: Mondadori
Collana: Contemporanea
Anno edizione: 2001
Pagine: 189 p., ill.
  • EAN: 9788804497974
Approfitta delle promozioni attive su questo prodotto:
Disponibile anche in altri formati:

€ 11,90

€ 14,00

Risparmi € 2,10 (15%)

Venduto e spedito da IBS

12 punti Premium

Attualmente non disponibile Inserisci la tua email
ti avviseremo quando sarà disponibile

Recensioni dei clienti

Ordina per
  • User Icon

    TommasoBendi

    17/06/2014 17.47.43

    Il barone rampante è un libro apprezzabile e con idee originali. Ha un grande inizio ma nella seconda parte, soprattutto quando si legge delle storie sentimentali di Cosimo, tende ad essere troppo lento e non attrae piu molto il lettore. Se siete alla ricerca di un libro leggero ed originale potreteste apprezzarlo.

  • User Icon

    FabioMit

    29/12/2011 10.40.29

    Un racconto di un'intensità spicciola, leggera, ma al tempo stesso coinvolgente e sognante. Dalle sue pagine trasuda il puro stile Calviniano. Ci si ritrova lassù, sulle fronde assieme a Cosimo, in origine un fanciullo indisponente agli occhi degli altri, ma che poi finisce per diventare un adulto tenace, profondo e coraggioso. Forte nel rapporto col padre, commovente con la madre sofferente, autentico con il fratello, pugnace nelle sue mille avventure, struggente con la sua amata Viola. Un libro semplice con un'essenza delicata che fa osservare la natura con altri occhi. E soprattutto con ben altre sensazioni.

  • User Icon

    gianni

    31/03/2011 14.58.51

    Un libro per addetti ai lavori, un bell'esercizio di stile che non coinvolge minimamente.... soprattutto da non consigliare ad adolescenti riottosi alla lettura: dopo aver provato con le avventure, chiamiamole cosi', di Cosimo, non apriranno mai piu' un libro per il resto della vita!

  • User Icon

    P.G.

    21/06/2010 14.16.27

    "Anch'io - rispose Cosimo - vivo da molti anni per degli ideali che non saprei spiegare neppure a me stesso". La favola di Calvino inizia e finisce nell'incomunicabilità; vale a dire nella difficoltà di dare voce a cio'che si persegue, e questo perché ciò che si "sente", e non tanto ciò si "sa", è il più delle volte inesprimibile. In fondo, Cosimo è uno scrittore che osserva il mondo per come dovrebbe essere e non riesce a viverlo per come è. Ancora una volta la parabola letteraria dell'idealista sognante finisce nell'"aldilà", perché è dall'"aldilà" che viene, e solo lì può tornare. Cosimo sparisce,certo dopo avere dato un po'di scandalo, dopo aver attirato l'attenzione degli altri, ma fondamentalmente è solo, come solo ha vissuto. Dall'inizio alla fine, nella mente del suo autore.

  • User Icon

    Deisy

    25/03/2009 17.15.58

    Io lo definirei una pura poesia! lo trovo estremamente coinvolgente,molto particolare. Trovo molto bello e significativo l'amore che il fratello minore Biagio nutre per Cosimo...Lo consiglio a tutti anche se non è un libro molto semplice..

  • User Icon

    francesco

    10/06/2008 19.55.19

    Ci sono scrittori che hanno grandi capacità espressive ma non sempre una storia valida da raccontare. Quando mi hanno detto "il barone rampante parla di un ragazzo che sale su un albero e non vi scenderà più" mi sono chiesto come fosse possibile scrivervi un intero romanzo e contemporaneamente è scattata una curiosità-passione che mi porto dietro da parecchio, ossia l'amore per certe storie estreme, che superano i limiti della natura: Cosimo che non metterà mai più piede sulla terra, così come l' Oskar ("il tamburo di latta" di Gunther Grass) che ricevuto in regalo a tre anni il tamburo e le bacchette decide di non crescere più. Espedienti letterari che permettono agli scrittori dotati di un ricco mondo interiore di esprimere al meglio la loro fantasia. Come ha scritto un'altra lettrice, l'abilità di Calvino sta anche nel fatto di raccontare una storia della quale sembra quasi di non aver afferrato tutto. Pesa sicuramente il linguaggio forbito, poco adatto a chi è abituato a letture ancora più leggere, ma Calvino è un autore a cui riservare maggiore attenzione di tanti altri. c'è sì la malinconia ma anche tanto senso dell'umorismo.

  • User Icon

    amalia

    06/01/2008 15.38.10

    Un libro intenso, bellissimo, appassionante. L'amore che Cosimo sente per Viola è qualcosa di puro e indissolubile: consigliatissimo!

  • User Icon

    eldarot

    26/02/2007 13.54.45

    meravigliosamente meraviglioso... da leggere per tutte le età...e non fermatevi alla storia...scandagliate il vero significato...di un uomo che segue il suo sogno

  • User Icon

    Alessandro

    16/09/2006 14.27.13

    Un capolavoro senza tempo scritto da uno dei più grandi personaggi della letteratura italiana contemporanea. non si può pretendere di conoscere la letteratura del novecento senza aver letto almeno un'opera di Calvino!!! LEGGETELO!!!!!!!!!!!!!

  • User Icon

    Jessica

    01/08/2006 12.00.54

    Ho avuto qualche difficoltà a "dare un voto" a questo libro...non amo molto Calvino e questo racconto l'ho trovato spesso noioso, dispersivo. D'altro canto l'idea in sè del giovane Cosimo-barone rampante è molto originale, spinge a riflettere e devo dire che al personaggio di Cosimo mi ci sono proprio affezionata...così libero, testardo e deciso a portare avanti ciò in cui crede sino alla morte. In conclusione, bella l'idea, ma non mi ha convinto e intrigato a sufficienza il modo in cui il racconto è stato presentato.

  • User Icon

    Rosella Rapa

    01/06/2006 04.31.42

    Difficile confrontarsi con un classico, non è vero ? Eppure, Italo Calvino è un contemporaneo, almeno per me, classe 1959. I suoi libri mi hanno aperto la mente, mi hanno poratata a trascendere i confini tra fantasia e realtà; fanno riflettere, costringono a pensare. Il Barone Rampante forse è un po' difficile, per chi affronta Calvino per la prima volta; ma resta, per me, un capolavoro del "nonsense" che io imparai .... dagli Inglesi. Consiglio, a chi vuole un Calvino più allegro Il visconte dimezzato. E intanto compro i libri per mia figlia.

  • User Icon

    Dado

    20/05/2006 14.43.55

    Avrà un significato nascosto, ma io sinceramente l'ho trovato noioso, privo di senso e per nulla coinvolgente. A parer mio uno dei libri più brutti che abbia mai letto!

  • User Icon

    Silv@n@

    26/04/2006 14.56.29

    Sinceramente, io non ho trovato affatto interessante questo racconto, un pò per i miei gusti (lo ammetto) ma anche per il fatto che è troppo noioso! Ogni volta che aprivo il libro e iniziavo a leggere, beh, non riuscivo ad andare avanti per più di due pagine....Cmq, a parte questo, anche negli altri due libri (Il cavaliere inesistente e il Visconte dimezzato, ndr) appariva sempre come un filo di malinconia che nn solo caratterizzava il personaggio, ma allo stesso tempo anche l'autore. Forse sarà che a me non piace questo genere di libri, ma vorrei far riflettere la gente che legge questa mia recensione: non avete per caso riscontrato in Cosimo quella sua infelicità e quella sua continua ricerca? Comunque vi consiglio di leggere "Se una notte d'inverno un viaggiatore". E' davvero bello e imprevedibile!

  • User Icon

    claudia

    13/03/2006 17.12.05

    ITALO CALVINO E' SECONDO ME UNO SCRITTORE BRAVISSIMO.IL SUO ROMANZO "IL BARONE RAMPANTE" MI E' PARTICOLARMENTE PIACIUTO.I PERSONAGGI DI QUESTO LIBRO CHE HANNO MILLE SFACCETTATURE SONO DESCRITTI MOLTO BENE.PENSO INOLTRE CHE LA STORIA SIA MERAVIGLIOSA.INFATTI ESSA E' DIVERTENTE ED IRONICA MA HA AL TEMPO STESSO UN SIGNIFICATO MOLTO PROFONDO.INSEGNA INFATTI AD ESSERE CORAGGIOSI, FORTI E SICURI DELLE PROPRIE IDEE. QUESTO E'SECONDO ME FONDAMENTALE ANCHE PERCHE' IL CONFORMISMO INUTILE E' UNA COSA A CUI NOI TUTTI DOVREMMO IMPARARE A RIBELLARCI.CONSIGLIO DUNQUE A TUTTI LA LETTURA DI QUESTO LIBRO BRIOSO ED INTERESSANTE.

  • User Icon

    clara

    07/03/2006 18.13.04

    ho letto questo libro per la scuola e sono rimasta stupita dalla bellezza di questo racconto così particolare ed affascinante di Italo Calvino. Mi ha colpito soprattutto l'ostilità verso il mondo intero di Cosimo...ma anche viola è un bel personaggio, descritto come in una fotografia.

  • User Icon

    Livio

    21/11/2005 23.43.43

    Un pò campato in aria (è proprio il caso di dirlo)però interessante nella forza delle scelte e nella formazione dell'individuo.

  • User Icon

    eleonora!

    17/09/2005 19.31.59

    Ho finto di leggere il barone rampante circa da una settimana ma ancora cerco informazioni commenti e tutto ciò che riguarda quest'opera...non mi passa d mente ma nn perchè io l'abbia apprezzata particolarmente piuttosto perchè ritengo di nn averla capita a fondo.Il libro l'ho letto sotto suggerimento del mio prof d italiano un'uomo preparatissimo e son sicura che se ce lo ha assegnato da leggere un motivo c'è!quale sarà?forse sono io che esagero ma secondo me dietro la storia d cosimo c'è qualcosa che nn arrivo a percepire qualche concetto raffinato...io nn so perchè ma calvino non è uno degli autori miei preferiti e quando leggo un suo libro continuo a esserne convinta solo una cosa apprezzo delle sue opere: il finale...davvero grandioso Cosimo sparisce nel cielo e la sua morte è esattamente come la sua vita per aria ma con i piedi per terra(nel senso più metaforico possibile)!Questo è quello ke ho capito spero sia giusta come considerazione aspetterò il ritorno a scuola(fra 2giorni!!!uff)x la risposta =)

  • User Icon

    Stefano

    02/09/2005 18.33.22

    Gran bel libro. La fantasia di Calvino non ha limiti. Come altri suoi libri può essere letto con chiavi di profondità diverse... sta al lettore adottare quella che preferisce e trarne quindi un significato. Per ogni età.

  • User Icon

    Andrea

    29/05/2005 18.56.31

    Della trilogia è sicuramente il racconto più bello e compiuto. E il Barone Cosimo Piovasco di Rondò ci rimane dentro. E' un po' di noi. Che vorremmo anche noi staccare, cambiare, fuggire. Ma senza staccare fino in fondo; o cambiare del tutto; o fuggire veramente. E Cosimo ci rimane dentro. Come un sogno; una speranza di farcela. Anche noi.

  • User Icon

    Dani

    12/05/2005 19.40.10

    Ho iniziato a leggera la trilogia di Calvino da poco. Ho letto il visconte dimezzato che mi ha particolarmente colpito, poi ho letto il barone rampante. Credo sia evidente la fantasia dell'autore che viene manifestata in un comportamneto bizzarro del protagonista. È un buon libro, anche se ne ho letti di migliori...

Vedi tutte le 32 recensioni cliente (dalla più recente) Scrivi una recensione